Tutti i "segreti" e i trend dell'home living

La casa in tutte le sue declinazioni grande protagonista del Macef. Tavola, cucina, arredo e decorazione fino al regalo e all'home garden svelano le nuove proposte per l'abitare. Le creazioni dei designer emergenti e l'Opera italiana con l'artigianato di eccellenza. La fiera prosegue e diventa virtuale dal 23 settembre con Macef+

Macef, il Salone internazionale della casa svela i segreti dell'home living,i nuovi trend dalla decorazione alla cucina e al giardino per arrivare ai regali e ai bijoux. Non solo, mostra anche come rendere più accogliente accogliente il proprio negozio e fidelizzare la clientela. Aperto fino a domenica 15 settembre nei padiglioni di Fiera Milano a Rho, il salone offre agli operatori del settore le risposte che cercano grazie alle proposte di oltre 1.300 espositori, di cui circa il 18 % proviene da paesi stranieri. Proposte di un salone leader che, dopo 49 anni di vita, muore e rinasce con il nuovo brand Homi e un nuovo concept che debutterà dal 19 al 22 gennaio 2014, presentato in una serata-evento alla fine della prima giornata di apertura.

Quattro settori a tema

Tavola&Cucina, Arredo&Decorazione, Regalo e Bijoux sono i quattro settori tematici in cui si suddivide l’offerta di Macef, che propone un panorama ampio e variegato del mondo “casa” e del comparto accessori, per una proposta che unisce i grandi nomi del settore e le idee di piccoli imprenditori e giovani designer, senza mai rinunciare a stile e qualità a servizio del retail. All’interno dei padiglioni trovano spazio sezioni che nel tempo sono diventate autentici must: Creazioni, accessori e soluzioni per l’home living e decor nati dall’estro di designer emergenti; L'Opera Italiana, dove la tradizione è di casa, con le storie di vita artigiana raccontate dalle aziende attraverso i loro migliori prodotti e ancora Home Garden, per vivere con stile ogni angolo della propria dimora, anche all’aria aperta, Storie di cose sostenibili, per una casa sempre più accogliente ad impatto zero e Opere d’arti, spazio dedicato a alle gallerie d’arte che propongono opere (fotografie d’arte, quadri, sculture e installazioni) molto vicine al mondo dell’arredo.

La fiera è anche digitale

Macef+, la fiera digitale conferma la voglia di fare business I numeri parlano chiaro: con oltre 8.000 buyer registrati e 440.000 pagine visualizzate il progetto digitale lanciato ufficialmente a Macef gennaio ha ottenuto numeri incoraggianti e conferma la voglia di fare business. Con questo spirito Macef+ torna il prossimo 23 settembre sulla piattaforma www.macefplus.com. Anche in autunno quindi gli operatori potranno incontrarsi in rete per conoscersi e fare affari, mettendo a frutto i contatti acquisiti al Salone o creandone di nuovi. Un mese in più per sviluppare business "in alta definizione".

Matching e formazione: le tante proposte a supporto del mercato

Dopo il riscontro positivo dello scorso anno, è in calendario la seconda edizione del Summit del settore Casa – Tavola – Regalo sponsorizzato da Macef e organizzato dal Gruppo 24Ore con la rivista Casastile. Un momento di confronto qualificato per gli operatori che si presenta con un tema promettente: "La combinazione vincente: quali le parole chiave per interpretare il nuovo consumo?". Il dibattito, prendendo la mosse da un'indagine esclusiva sul feeling dei consumatori verso le offerte e gli approcci proposti dai punti vendita del mondo della tavola, della casa e della cucina, indagherà i possibili asset su cui puntare per intercettare i nuovi stili di consumo. Anche quest’anno, al termine, si svolgerà la premiazione della selezione del Global Innovation Award, riconoscimento riservato ai punti vendita più innovativi. Macef ha anche siglato un accordo con Nibi, il Nuovo Istituto di Business Internazionale legato alla Camera di Commercio di Milano e Promos che, per i giorni di mostra,prevede l’organizzazione di tre seminari di approfondimento, condotti da esperti docenti di questo istituto. Al centro degli appuntamenti i nuovi scenari dell’internazionalizzazione, con particolare attenzione a Russia, Emirati Arabi e Stati Uniti. Gli incontri, focalizzati principalmente sul settore Decorazione e Tavola&Cucina, forniscono una panoramica dell’attuale scenario economico e sociale in questi mercati, anche rispetto alle potenzialità e ai rischi legati alle iniziative di business.

Il nuovo trend: licensing

Licensing è un tema di grande interesse tra gli operatori, protagonista di un incontro che affronta lo sviluppo di questo new trend e le sue potenzialità. Si tratta di una “prima volta”: il mondo delle Licenze prende contatto diretto con la casa, il suo stile, le sue tendenze. Il settore home si sta rivelando una nuova frontiera di grande interesse per questo mondo: un settore in cui il delicato equilibrio tra ricerca del gusto e del fashion si mescolano al potere del brand offrendo al comparto nuovo vigore e impulso.

Un programma che aiuta il business

Interessanti, infine, i riscontri del programma di match-making, l'agenda di incontri che Macef ha gestito direttamente nei mesi antecedenti alla mostra, per favorire gli appuntamenti tra buyer ed aziende ed aziende, ottimizzando il loro tempo a disposizione in fiera.

Casa protagonista

Pezzi unici, oggetti d’arredo, forme, colori, materiali, storie da raccontare. Macef rappresenta un viaggio andata e ritorno dove la casa è assoluta protagonista , dove si incontrano alcuni “must have” che il prossimo anno non potranno mancare per rendere le nostre case accoglienti e "cool". I colori del momento, per stupire e coinvolgere. Ce n’è per tutti i gusti: il grigio chiaro, il lilla, il viola, il melanzana, il vinaccia per chi apprezza i toni freddi; i marroni morbidi e avvolgenti e il rosa, vero protagonista di stagione in tutte le sue sfumature, dal carne al lampone; il giallo caldo, l’azzurro del mare, le tinte mediterranee, abbinati al color cioccolato per chi non vuole passare inosservato. Una festa di colori pronta ad invadere il mondo del retail, accontentando anche il pubblico più esigente che punta sul sicuro: classe, semplicità ed eleganza non passano mai di moda con alcuni capisaldi irrinunciabili come il beige, il grigio tenue, i toni naturali, a cui quest’anno si accompagna una spiccata predilezione per il rosa antico, a conferma di un periodo davvero fortunato per la tinta “femminile” per eccellenza.

Dal floreale al “vintage hi-tech”

Lasciare tutti a bocca aperta. Rinnovare gli ambienti grazie a dettagli minimi, ma ricercati. Fondere tradizione e innovazione, con oggetti di design nati per sorprendere. E poi i fiori, i profumi dell’orto, gli elementi naturali che dal giardino entrano direttamente in cucina e in salotto con richiami continui. Tra i padiglioni di Macef si vede come Madre Natura sia ancora la principale fonte di ispirazione dell’umana creatività, dalla biancheria per la casa alle lenzuola per arrivare alle decorazioni sulle stoviglie. E ancora: oggetti dalle linee moderne che sfruttano materiali antichi; viceversa, complementi di arredo all’apparenza tradizionali (dalle lampade agli appendiabiti), che in realtà sono prodigi dell’”ultimate design” con materiali “hi-tech” in grado di garantire resistenza, funzionalità e non da ultimo, costi ragionevoli; accostamenti sorprendenti, come ad esempio nelle lampade in cui convivono lino, cotone, ferro, studiate per sorprendere grazie al gioco di contrasti e per deliziare il tatto con texture inedite “caldo/freddo”. Tra i materiali prediletti il cotone gioca ancora la sua parte, insieme al lino, “reinterpretato” in chiave invernale, accostato alla lana. Dalle tende ai cuscini, dalle lenzuola alle tovaglie predominano pizzi, volant, fiocchi, mentre la pietra trova spazio tra i nuovi materiali di tendenza per quanto riguarda i complementi di arredo, dal tavolo al comodino.

La cucina che va di moda: funzionalità e tanto, tanto vetro

Il “regno” della casa è tra fornelli e dintorni. Si riscopre il piacere delle del fatto in casa, del cucinare insieme agli amici e alle persone care. E l’uomo vuole giocare la sua parte, come confermato da alcune aziende che prenderanno parte alla prossima edizione di Macef. I clienti più esigenti nello scegliere un utensile, più attenti al dettaglio, sono proprio gli uomini: per loro cucinare è una vera arte e richiede gli attrezzi giusti, funzionali, specifici per un determinato uso, come ad esempio il pelapatate oppure lo sbucciamela. Ma, soprattutto, di qualità, a costo di pagare qualcosa in più. Un trend che tocca ogni oggetto legato alla tavola, con particolare attenzione al mondo enologico e agli attrezzi per la cottura. Tra i materiali maggiormente apprezzati e consigliati da produttori, retailer e consumatori, c’è certamente il vetro. Versatilità, sostenibilità e qualità sono i suoi punti di forza, che lo rendono particolarmente adatto in cucina. Ma non trascurano nemmeno il vetro pyrex e la ceramica (materiale forte di una tradizionale millenaria ed è in grado di conservare la temperatura dei liquidi senza disperderla al suo interno), preservando così budget e funzionalità.

Quando la sostenibilità diventa trend

La crisi non ha risparmiato nessuno. Uno degli effetti? La ri-scoperta della casa come nido, per se stessi e per gli amici. Come emerso da recenti indagini, pranzi, cene e persino il “trendissimo” happy hour dai ristoranti si spostano nel salotto di casa o in cucina. Con una conseguenza: il pubblico vuole preservare la qualità e la piacevolezza di un rito, con i prodotti e gli attrezzi giusti, senza spendere cifre esagerate. Accanto alle novità più recenti per le cene casalinghe (prime su tutti gli attrezzi per il cake design) , aziende e retailer puntano a soluzioni “amiche” del risparmio. Tra gli esempi? Confezioni regalo riutilizzabili, oggetti di regalo che diventano oggetti di uso, e, soprattutto, materiali di qualità, naturali, in grado di durare in eterno.