Made in concrete e Precast Area dove il calcestruzzo è protagonista

Made expo è arricchita anche quest'anno da due eventi nell'evento. All'appuntamento fieristico più importante per il mondo delle costruzioni è confermata per il 2013 la presenza di Assobeton. Seguendo la formula già apprezzata dagli operatori lo scorso anno, la «Precast area» si articolerà in un grande spazio istituzionale, nel padiglione riservato ai sistemi costruttivi e ai materiali. Intorno a tale area si collocheranno gli spazi espositivi delle imprese associate e di tutte le aziende appartenenti al vasto mondo della prefabbricazione a base cementizia e dell'indotto.
E «Non tutti sanno che...» sarà il filo conduttore dell'edizione 2013, chiaramente riferito all'innovazione e alle infinite potenzialità della prefabbricazione in calcestruzzo. La «Precast area» sarà quindi il luogo privilegiato di incontro e confronto fra imprese produttrici, progettisti, ingegneri, architetti, designer. L'altro grande appuntamento è con «Made in concrete», progetto dedicato al calcestruzzo e al calcestruzzo armato (il «concrete» utilizzando la traduzione inglese del termine). Lo spazio si aprirà a tutti gli operatori di filiera con eventi e novità volte a promuovere la cultura e i vantaggi del calcestruzzo. «Made in concrete» offrirà nuove opportunità di confronto con gli operatori pubblici e privati dell'industria delle costruzioni, volte a valorizzare e promuovere la «cultura del calcestruzzo» intesa come conoscenza e sensibilità verso i vantaggi e le caratteristiche di sicurezza, estetiche, architettoniche e di sostenibilità del materiale da costruzioni che indiscutibilmente è utilizzato per la stragrande maggioranza degli edifici. Questa scelta è ancor più significativa se inquadrata nell'ambito della crisi in atto (e forse in via di superamento), che ha colpito i driver fondamentali del settore, ovvero gli investimenti in opere pubbliche e, per quanto concerne il comparto del mercato privato, le nuove costruzioni abitative.
Una crisi senza precedenti, che in 6 anni ha visto un calo della produzione di calcestruzzo preconfezionato di circa il 45%, ma che allo stesso tempo può rappresentare una opportunità a vantaggio delle imprese più qualificate, più flessibili ed innovative sotto il profilo della produzione e dell'applicazione del prodotto calcestruzzo. «Made in concrete» si aprirà a tutti gli operatori di filiera con un'agenda d'eventi, workshop, seminari e presentazioni.