Malattie reumatiche rare Cursi: «Serve prevenzione»

Presso il Jolly Hotel di Villa Carpegna si è aperto il primo Congresso della Sir - Società Italiana della Reumatologia - sul tema «Le malattie reumatiche rare». Il congresso si è articolato in una serie di sessioni su alcuni temi specifici relativi alle malattie reumatiche, in particolare la connettivite mista, il morbo di Pagget, la sindrome di Reynolds, la malattia di Behcet e altre patologie. Le malattie reumatiche sono forme infiammatorie o genotipiche che colpiscono l’apparato muscolo-scheletrico e i tessuti di sostegno dei vari organi e apparati. Sono più di 100 le forme morbose che affliggono oltre il 10% della popolazione nel mondo; e in Italia il 15% dei cittadini in età adulta ne è affetta. «Le malattie reumatiche costituiscono la prima causa di disabilità fra tutte le patologie croniche - dichiara il senatore Cursi - con costi di spese sanitarie che hanno un enorme impatto sulla spesa complessiva del Servizio Sanitario Nazionale. In Italia l’artrosi è la patologia reumatica più frequente e colpisce 5,5 milioni di persone, mentre le artriti interessano 200.000 persone. Diventa particolarmente importante, pertanto, l’attuazione di forme di prevenzione, con una serie di esami che, se effettuati sotto il controllo del medico, consentono di evitare forme degenerative, disabilità e permettono quindi una riduzione dei costi sanitari».