María del Carmen González Ramos García Prieto

Nacque nel 1834 ad Antequera, in diocesi di Málaga. Non conosciamo le condizioni economiche della sua famiglia, ma di certo non dovevano essere proprio modeste se la piccola María del Carmen potè studiare in casa con precettori privati. Tutto procedette liscio finchè la giovane non si incapricciò di un certo Joaquín Muñoz del Cano de Hoyos (gli spagnoli amano i nomi lunghissimi), un bellimbusto noto per la vita non proprio edificante. Nel 1857, malgrado l'opposizione dei suoi genitori, se lo sposò, convinta di poter cambiarlo. Ma l'ottimismo fu di breve durata, perché di solito le persone col tempo peggiorano. Furono ventiquattro anni di vita matrimoniale d'inferno, e solo la sua fede riuscì (molto tardi, però) a far rinsavire il marito. Il quale nel 1881 tolse il disturbo morendo. La vedova potè finalmente dedicarsi alla religione e prese a spendersi nelle opere di carità. Seguendo il consiglio del suo confessore, un cappuccino, fondò nel 1884 la congregazione delle Sorelle dell'Ordine Terziario di San Francesco e dei SS. Cuori di Gesù e Maria (al solito, un nome chilometrico). Ella prese il nome religioso di Maria del Monte Carmelo di Gesù Bambino (visto?). Subito eletta superiora, sviluppò la sua famiglia religiosa e vi accolse non poche vocazioni. Le sue suore crearono, via via, centri per i giovani, scuole, ospedali per i poveri. Madre Maria del Monte Carmelo di Gesù Bambino, al secolo María del Carmen González Ramos García Prieto, vedova Muñoz del Cano de Hoyos, morì nel 1899, a sessantacinque anni, nella casa madre di Antequera.