Marano: "Ora punto su X Factor e lo mando contro il Gieffe"

Il direttore di Raidue si gode i buoni ascolti della rete e annuncia "Malpensa, Italia" da gennaio e la Bignardi da marzo

Roma Gasato da un autunno vincente, il direttore di Raidue Antonio Marano scalda i motori in vista della primavera che vedrà il prodotto di punta della rete, il talent show X Factor, sfidare il Grande Fratello di Canale 5. Punti di forza del nuovo palinsesto che partirà a gennaio saranno i serial e Annozero; tra le novità in arrivo, Malpensa, Italia, l’approfondimento «federalista» condotto da Gianluigi Paragone e poi da metà marzo il nuovo programma di Daria Bignardi.

Nella stagione di garanzia appena conclusa, Raidue ha ottenuto in prime time il 12.24% (il miglior risultato dal 2000 a oggi) e nell’intera giornata l’11.15% e si è piazzata al terzo posto fra le reti generaliste. Punta di diamante della nuova stagione sarà la seconda edizione di X Factor, in tredici puntate, che partirà «lunedì 12 gennaio e sfiderà il Grande Fratello», il cui debutto è atteso su Canale 5 quello stesso lunedì. «La scelta di competere con il programma più forte della concorrenza - sottolinea Marano - dipende dal coordinamento dei palinsesti. Vogliamo innanzi tutto confermare la qualità del programma e la sua capacità di rivelare grandi artisti, come è successo con Giusy Ferreri». Il martedì spazio ai serial Usa con Senza traccia; in seconda serata a fine gennaio partirà Viaggio sul Po, sei puntate condotte da Edmondo Berselli e dirette da Giuseppe Bertolucci, a cinquant’anni di distanza dallo storico viaggio di Mario Soldati. Il mercoledì Voyager e poi La storia siamo noi; il giovedì Michele Santoro con Annozero e poi la nuova versione di Palcoscenico. Il venerdì la fiction - con i telefilm come E.R. o le serie made in Italy come Crimini e L’ispettore Coliandro - e, da fine gennaio, Malpensa, Italia, il programma di approfondimento affidato a Gianluigi Paragone, destinato a rappresentare il Nord, ambientato nell’aeroporto milanese. Da metà marzo, nella stessa collocazione, arriverà la Bignardi con il suo nuovo talk show sull’attualità con ospiti e interviste, sul modello de Le invasioni barbariche (format che resta però a La7). Il titolo è ancora da definire.