Marrazzo consegna a Veltroni i poteri speciali

Il nuovo governatore: «Si apre una nuova fase della vita di Roma, come Monaco per la Baviera»

\..) un nuovo accordo di programma con la Provincia, le Ferrovie dello Stato e il ministero delle Infrastrutture per migliorare le infrastrutture locali entro ottobre. Sottolineata, inoltre, l’opportunità di individuare investimenti per il potenziamento del trasporto pubblico romano e dei nodi di scambio e di rinnovare e rafforzare la politica tariffaria. Dunque sono state approvate per Roma le stesse risorse riconosciute dalla regione Lombardia a Milano.
In tema di urbanistica, in attesa della nuova legge definita «strategica» che sarà emanata entro 6 mesi, i due esecutivi hanno anticipato l’approvazione di una legge-ponte per snellire l’iter amministrativo per l’approvazione, da parte della Regione, del nuovo piano regolatore di Roma. Previsto anche il varo, entro breve termine, di programmi e piani strategici urgenti di qualificazione urbana e tutela paesistica.
Le piena sintonia tra Comune e Regione ha portato anche ad altre intese per rivedere le politiche abitative e quelle per l’università. Un protocollo unico tra i due enti verrà sottoscritto per fronteggiare il problema casa nella Capitale. Si auspica, in particolare, la semplificazione degli interventi per l’edilizia sociale, la modifica dei criteri di gestione dei fondi per l’edilizia in affitto e una guerra al subaffitto illegale e alla compravendita di alloggi di edilizia pubblica. Il tutto accompagnato dal rifinanziamento dei buoni casa.
Si parla di razionalizzazione, invece, per le sedi delle università romane. Regione e Comune, in accordo con gli atenei della Capitale, dovranno individuare aree utili per la realizzazione di campus universitari.
«Si apre una nuova fase per Roma nella Regione - il commento di Marrazzo - lavoreremo con il Comune. Come Barcellona per la Catalogna e Monaco per la Baviera abbiamo chiesto alla Capitale di essere volano per il resto della regione su materie come turismo e politiche energetiche». Grandi speranze per la Capitale dunque. «Questo non è solo un documento politico - ha concluso Veltroni - significa annunciare che si realizza un impegno per far vivere a Roma un futuro più semplice».

Annunci

Altri articoli