Faenza città della musica per il ventennale del Mei

Emilia Romagna: il 26, 27 2 28 settembre nella città si tiene il Meeting delle etichette indipendenti dedicato quest'anno a Roberto Freak Antoni. Musica ed eventi animano il cartellone che presenta molte novità in fatto di cantanti, autori, band. E sabato 27 c'è la Notte Bianca

Festeggia vent'anni il Mei, Meeting delle Etichette Indipendenti, e lo fa il 26, 27 e 28 settembre a Faenza (Ravenna) con una edizione ricca di novità ed eventi. Tra i nuovi artisti confermati Manuel Agnelli che sarà presente alla manifestazione il 28 settembre in un incontro con Federico Guglielmi sull’album Hai paura del buio?, considerato il miglior disco italiano indie degli ultimi 20 anni. E verrà assegnato un premio a Eataly e Slow Food per il progetto Slow Food for Africa, iniziativa nata da Eataly Milano Smeraldo insieme a Slow Food per incentivare la realizzazione di nuovi orti in Africa. Il riconoscimento sarà consegnato domenica 28 settembrein occasione dell’evento di chiusura della Notte Bianca, che si terrà alle ore 11 al Museo Internazionale delle Ceramiche con i pianisti Giulia Mazzoni, che presenterà brani tratti dal disco d’esordio Giocando con i bottoni, e Alberto Pizzo, che presenterà brani dell’ultimo disco On the way.

Il Mei è la più importante manifestazione rivolta alla scena musicale indipendente italiana, dedicata quest’anno nel suo ventennale a Roberto Freak Antoni. Come ogni anno, Faenza si trasformerà per tre giorni in una città della musica con live, workshop didattici, convegni e premiazione delle migliori realtà indie italiane, richiamando più di 30mila visitatori, 400 artisti e 200 espositori.

I temi centrali di quest’anno sono la musica live e l’innovazione e le startup legate all’ambito musicale. Sabato 27 settembre si riunirà a Faenza l’intergruppo parlamentare sulla musica e si svolgerà la Notte Bianca, dove oltre 30 spazi della città saranno inondati dalla musica, con artisti come Eugenio Finardi, Alessandro Mannarino (vincitore del Premio speciale Pimi-Premio Italiano Musica Indipendente), Mario Venuti, che riceverà un premio per i suoi 20 anni di carriera solista, Sud Sound System (vincitori del Premio speciale Pivi-Premio Italiano Videoclip Indipendente), Tre Allegri Ragazzi Morti, Zibba, Rezophonic, che presenteranno anche l'ultimo brano Dalla a meFrancesco Baccini, Capibara (vincitore del Premio speciale Pimi sezione Giovani), Gazebo Penguins (vincitori del Premio speciale Pivi sezione Giovani), Skiantos, Ylenia Lucisano, che presenterà alcuni brani del suo disco d’esordio Piccolo Universo, Riky Anelli (vincitore del Premio Anacapri Bruno Lauzi), Valentina Parisse con il nuovo singolo Sarà bellissimo e molti altri. Nella stessa giornata saranno inoltre premiate diverse realtà live, come il Blue Note di Milano, Le Scimmie di Milano e il The Cage di Livorno, e diversi festival, come l’Atina Jazz Festival, Barezzi Festival e il Meeting del Mare.

Domenica 28 settembre spazio a dibattiti e convegni sul mondo dell’innovazione e le startup legate alla musica, con ospiti come Enrico Silvestrin, e alla premiazione di coloro che si sono distinti per il loro impegno contro le mafie, come Luca Macciacchini, Alfonso Depietro ed altri, con Cultura contro le Mafie, con ospiti Cristiano Godano e GianCarlo Onorato e la band Gang. La kermesse si chiuderà con la festa dei 10 anni di Maninalto! e Radio Popolare, dando spazio ad artisti della scena ska, hip hop e folk, come il cantautore piacentino Daniele Ronda, che presenterà brani tratti dai suoi dischi Daparte in folk, La sirena del Po e La Rivoluzione, gli Ex CCCP, Piotta e i Vallanzaska.

Venerdì 26 settembre anteprima del Mei con l'evento dedicato ai 60 anni di Romagna Mia e il Mei Superstage, palco dedicato a band emergenti provenienti da tutta Italia: ospite Claudio Benassi, ultimo membro originario de I Corvi. Oltre alla musica sarà dato spazio anche all’arte, con la mostra Vinyl Art (il meglio delle copertine indie italiane) e la mostra organizzata grazie alle opere caricate sulla piattaforma online Piazza delle Arti, e al food and beverage con un mercato di prodotti achilometro zero con birre e vini prodotti artigianalmente.