Mercury offre Tesla a chi vuol distinguersi

La gamma americana è a disposizione dei clienti. L'ad Folonari: «Un salto nel futuro»

Gabriele Villa

La serenità? A volte è mettersi al volante di un'auto che fa tutto da sola. O, meglio, che fa quasi tutto da sola per quanto riguarda la tecnologia di bordo e, del resto che la riguarda, ovvero manutenzione, assicurazione, graffiacci alla carrozzeria e problemini meccatronici, si fa carico qualcun altro. E nel cuore della Valpolicella, salendo a bordo di una Tesla si percepisce palpabilmente anche come la voglia di serenità possa condurre ad un indirizzo che dal 1994 a oggi si è fatto strada e di strada ne ha fatta, quello di Mercury. La storia e, soprattutto, il successo di Mercury? Li tratteggia per noi, l'amministratore delegato, Italo Folonari, piglio del manager, entusiasmo contagioso. «Mercury è una società di noleggio a lungo e a breve termine che, quando è nata a Verona, oltre vent'anni fa, voleva rappresentare una sorta di scommessa, in un mercato popolato da grandi operatori internazionali, da multinazionali dell'auto o del credito. Ecco, arrivare con una società italiana, interamente di proprietà privata, e riuscire anno, dopo anno, direi chilometro dopo chilometro, ad avere successo in un mercato come quello del Centro-Nord Italia posizionandoci in vetta, in un segmento di servizi legati all'auto, considerato medio-alto, ritengo sia la conferma che quella scommessa è stata vinta. E il nostro segreto è trovare il giusto feeling con i clienti: offrendo loro il meglio che si possa proporre al singolo, come alle medie e piccole flotte delle province di Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna».

E il meglio, è anche organizzare test drive di prestigio, per esempio, mettendo l'intera gamma elettrica Tesla a disposizione di chi vuole lanciarsi in un avventura, come dire sublimage, di noleggio. «Mercury - sottolinea in proposito Folonari - è onorata e felice di associare il proprio marchio a quello di Tesla e proporre il noleggio di queste vetture di altissima gamma ai propri clienti. Se già l'occhio è appagato, ammirandole dall'esterno, salendo a bordo di una Tesla si prova un'emozione incredibile. Mi creda: sembra di fare un salto nel futuro con il supporto di una guida assistita realmente up-to-date ma godendo, ancora, però, del piacere di stare al volante. In buona sostanza, l'intelligenza di queste auto che diventa un servizio aggiunto per la nostra clientela che già può scegliere tra tutti i migliori brand e premium brand».

Ma Mercury significa anche idee rivoluzionarie e innovative, come quella di un noleggio a breve termine, cioè anche 12 mesi, per i neopatentati. «In effetti, acquistare un' auto a 18 anni è una spesa impegnativa e spesso bisogna accontentarsi. Per i primi 12 mesi da quando prendi la patente la legge italiana impone restrizioni di guida ben precise. Mercury offre l'opportunità di noleggiare la prima auto della vita potendo scegliere tra tutte le marche e modelli compresi nei limiti di legge. Nelle rate mensili sono inclusi tutti i costi di gestione: finanziamento, bollo, tagliandi, manutenzione straordinarie, assicurazione, pneumatici. E se i genitori non si fidano di come i figli guidano, Mercury può installare sull'auto la scatola nera che li terrà aggiornati sul loro stile di guida». Blindatissimi, dunque.