Il Messina spedisce il Treviso in B

Giuseppe Messina

da Messina

A poco meno di un mese di digiuno il Messina torna a vincere aggiudicandosi il match tra disperati col Treviso, ormai condannato matematicamente alla retrocessione. Il Messina, invece, grazie al pareggio del Palermo a Cagliari, può continuare a sperare nella salvezza. L'incontro per gran parte è stato caratterizzato dalla preoccupazione delle due squadre di perdere. Il Messina ha sbloccato il risultato al 13' con Floccari che ha adagiato in rete di testa un cross di Sculli. Ma non c'è stato nemmeno il tempo di registrare la marcatura perché sulla ripresa del gioco Vascak ha innestato il tiro di Fava che ha battuto Storari per il pareggio del Treviso. Erano trascorsi solo 40 secondi dal gol messinese. Poi più nulla fino alla conclusione del tempo e poi ancora fino al 25' della ripresa quando Sculli, a conclusione di un'azione personale e con la deviazione di Maggio, ha riportato in vantaggio il Messina. Un minuto dopo il terzo gol dei padroni di casa. Lo ha firmato Di Napoli con la deviazione di Cottafava che ha messo fuori causa Zancopè. La vittoria però non ha sanato la rottura tra tifosi e società, contestata con striscioni e sonore bordate di fischi a fine gara.