Microsoft lancia i Pinata, dedicati ai più piccoli

In principio vennero i Tamagotchi, giochi che nella loro semplicità ottennero un successo planetario. Bisognava allevare un cucciolo, ricordarsi di nutrirlo, coccolarlo e farlo giocare, pena l’infelicità e la possibile dipartita dello stesso. Cogli anni i mezzi tecnologici si sono evoluti e anche sulle consolle di ultima generazione sono apparsi titoli simili, da Moster Farm a Nintendogs. Ora anche la Microsoft cerca di trasformare i propri utenti in allevatori virtuali grazie a Viva Pinata (Microsoft Games Studios per Xbox 360).
La trama. Verrete catapultati nella lussureggiante Pinata Island, atollo dove vivono i curiosi Pinata. Inizialmente vi troverete a gestire un piccolo appezzamento di terreno dall’aspetto brullo e inospitale, ma grazie alle vostre amorevoli cure questo territorio così inospitale potrà presto trasformarsi in un angolo di paradiso. Col miglioramento delle condizioni ambientali faranno la comparsa i primi Pinata.
Pregi e difetti. Il titolo si basa su un concept tanto semplice quanto efficace. La grafica svolge ottimamente il proprio compito, pur non raggiungendo l’eccellenza di titoli come Gears of War. Animazioni fluide, texture ottimamente definite e la chicca del sistema di illuminazione in tempo reale rendono l’impatto visivo una autentica gioia per gli occhi. Notevole anche l’aspetto sonoro, in molti momenti penserete di trovarvi realmente all’interno di un giardino con centinaia di creature viventi che si muovono intorno a voi.
I trucchi. Inserendo specifiche password potrete ottenere elementi bonus. In particolare scrivendo chewnicorn otterrete oggetti bonus al Pet Shop.