Milan mercato: Taarabt vuole tornare, ma Inzaghi preferisce altri nomi

Nel calciomercato si torna a parlare di un possibile nuovo trasferimento in rossonero di Taarabt. Il giocatore piace molto a Galliani ed al Milan, ma lo scoglio per far tornare a Milano il marocchino resta la richiesta del QPR per il suo cartellino

Passa il tempo, ma per Taarabt non si registrano novità

Il ritorno a Milano di Taarabt si arricchisce di un nuovo capitolo. Sul caso si era espresso anche il patron del club londinese, Toni Fernandes, poi c'erano stati dei contatti tra l'AD del Milan Adriano Galliani ed il procuratore del Marocchino; oggi arriva un nuovo retroscena che è stato reso noto da Harry Redknapp, tecnico della formazione inglese. 

Il tecnico del QPR ha detto che il giocatore gli aveva comunicato la scorsa settimana la sua intenzione di tornare a giocare nel Milan, dopo la parentesi di questa stagione, ma che poi non c'erano state novità, e la sua mancata partecipazione alla trasferta in Germania è dovuta solo al fatto che Taarabt non era in forma. In tutti i casi, continua Redknapp, sia che venga ceduto, o che resti nelle nostre fila, il giocatore deve tornare ad allenarsi per trovare la giusta forma, e lo deve fare lavorando sodo.

Il Milan non vuole mollare la presa, forte anche del desiderio del giocatore di tornare in rossonero, ma non ha intenzione di pagare la cifra, 7,5 milioni di euro, che il Queens Park Rangers chiede per il cartellino, e quindi la situazione rimane in stallo, con Galliani che è sempre pronto a mettere a segno il colpo dell'ultimo minuto, come ha già saputo fare in molte altre occasioni. Nella scorsa stagione, prima di arrivare al Milan, Taarabt è stato mandato in prestito al Fulham, ed ha giocato 12 gare senza mettersi particolarmente in evidenza. Migliore, invece, la sua stagione rossonera, dove è arrivato a gennaio 2014, con 14 presenze e 4 reti, oltre ad una media voto discreta. Il Milan aveva la possibilità di riscattarlo, che non è stata esercitata, proprio per il prezzo del cartellino, ritenuto eccessivo dalla società rossonera. 

Non mancano, però, le voci che vorrebbero un Inzaghi non entusiasta dell'arrivo del fantasista africano, ma interessato prioritariamente all'arrivo di Cerci. Solo se i Rossoneri non centreranno gli altri obiettivi ( oltre al granata, ad esempio, il francese ben Harfa) e solo se il prezzo del Marocchino sarà considerato equo, San Siro tonerà a godersi le giocate di Taarabt.