Sicurezza 2017, in Fiera le tecnologie che ci difendono in casa e fuori

Dal 15 al 17 novembre il salone internazionale riservato ai professionisti della security. Dalla videosorveglianza alla cyber security le novità e le applicazioni più innovative proposte da 465 aziende italiane e straniere. Ricerca di Ipsos Italia: la sicurezza è la seconda preoccupazione per gli italiani

Garantire la sicurezza di tutti, tecnologie per contrastare la criminalità, il terrorismo, difendere la privacy e aiutare a vincere la paura sono al centro di Sicurezza 2017, il salone internazionale che si tiene nel quartiere espositivo di Fiera Milano dal 15 al 17 novembre riservato ai professionisti della security. Che quest’anno presenta le novità e le applicazioni più innovative proposte da 465 aziende italiane e straniere, con un crescita di espositori del 40% rispetto alla passata edizione, oltre 100 appuntamenti di aggiornamento e formazione, la presenza di 200 top buyer. Fiera in crescita dunque, che rispecchia l’andamento del mercato: in Italia ha infatti registrato nel 2016 un fatturato di 2,3 miliardi di euro con un balzo del 5,1% e una stima del 5% nel 2017 (fonte: Anie Sicurezza) e offre alle aziende nuove opportunità di sbocco per l’export.

Con una importante novità, la contemporaneità con due eventi legati al tema della sicurezza. Il primo è Smart Building Expo, manifestazione organizzata da Fiera Milano e Pentastudio, dedicata al concetto dell’edificio in rete con un’ampia panoramica su cablaggio verticale, applicazioni Internet of Things, standard per l’integrazione di sistemi fino all’audio video, al digital signage e alla progettazione Bim, ambiti in cui la security si può rivelare un ambito complementare, non direttamente coinvolto, ma fondamentale per garantire l’efficienza dei sistemi.
La seconda è Itassicura, appuntamento che si terrà il 16 e 17 novembre al Centro Congressi Stella Polare di Fiera Milano, organizzato da 3C Advertising, con la media partnership di Osservatorio, rivista online dedicata al comparto assicurativo. Itassicura si rivolge a un settore semprein sinergia con il mondo della security, che sta vivendo un momento di grande trasformazione con implicazioni per tutto il settore.

“Sicurezza è una manifestazione in cui Fiera Milano investe da molti anni e rappresenta uno dei settori che rappresentano nel modo migliore la capacità industriale italiana. E interessa sempre di più anche alle aziende straniere che sono in crescita del 48%, un quarto degli espositori, a cui si accompagna un investimento mirato nell’incoming dei top buyer, selezionati in collaborazione con Ice, da 37 Paesi – spiega Fabrizio Curci, amministratore delegato di Fiera Milano –. Questo testimonia il nuovo ruolo internazionale che la manifestazione sta assumendo, con una particolare attenzione al bacino del Mediterraneo. Le prime aree geografiche per numero di presenze sono infatti i Balcani e il Maghreb, ma anche Sud Africa, importante mercato di sbocco ma anche il mercato europeo offre buone prospettive con una crescita stimata attorno all’11%. Da sottolineare come in questa edizione - conclude Curci - sia stata dedicata grande attenzione all’integrazione dei contenuti, in particolare formativi, indispensabili per operatori e imprese in un settore in continua evoluzione”.

Security & fire a tutto campo, in Fiera: dalla videosorveglianza, con la presenza di grandi player italiani ed esteri, al controllo accessi; dall’antintrusione alla sicurezza passiva, con una ampia offerta tecnologicamente avanzata di serrature e casseforti. A queste proposte si affiancano quelle dell’antincendio, sia rivelazione che spegnimento, e si conferma importante l’area dedicata ai droni. Cresce anche l’offerta di soluzioni di cyber security perché la tutela dei dati e della privacy e la prevenzione di attacchi hacker sono ormai una priorità. Sistemi e apparecchiature per edifici e luoghi pubblici, mobilità, casa e luoghi di lavoro, di shopping e divertimento. Come sempre presenti forze armate e forze dell’ordine, vigili del fuoco e protezione civile che presentano le soluzioni di security più avanzate di cui si servono con gli obiettivi di monitoraggio e tutela di cittadini e beni. Perché la sicurezza è in primo piano sia che si tratti di proteggere il proprio appartamento, di prevenire possibili attentati terroristici o di difendere dati e privacy o il patrimonio naturalistico o culturale.

Secondo i risultati della ricerca Italy@Risk di Ipsos Italia commissionata da Fiera Milano, la sicurezza è la seconda preoccupazione per gli italiani, indicata dall’86% degli intervistati, dopo l’economia (sentiti dal 90% degli intervistati), ma prima di salute e ambiente (che preoccupano rispettivamente il l’84% e il 78% del campione). Come ha spiegato Nando Pagnoncelli, alla ricerca di Ipsos emerge che, dopo i più recenti fatti di cronaca si sente poco sicuro fuori casa il 42% degli intervistati, il terrorismo è secondo soltanto al timore di furti e rapine, a cui è sensibile il 47 per cento degli italiani. E questo ha portato in molti casi a cambiare abitudini: il 43% partecipa meno agli eventi di piazza, il 42% viaggia meno fuori dall’Italia. A rassicurare e ad aumentare la percezione di sicurezza nei luoghi pubblici è la presenza di sistemi tecnologici (da 5,8 a 6,8). i possessori di sistemi di sicurezza risultano in percentuale costante rispetto al 2015 (73% degli italiani) e crescono quanti riconoscono a queste tecnologie un contributo importante alla propria tranquillità (dal 33% di due anni fa al 35% di oggi). E per la sicurezza si è diposti a investire: in media 1.270 euro, ma il 60% degli interessati è disposto a spendere fino a 2.000 euro, con una preferenza per le proposte tecnologicamente più avanzate, in particolare la videosorveglianza e le App.

Alla presentazione di Sicurezza 2017 è stato anche firmato un accordo tra il Comune di Milano, la Polizia locale e Fiera Milano per sviluppare e promuovere iniziative e eventi sul tema della sicurezza urbana. “Il nostro interesse è sostenere il business della città e soprattutto - ha spiegato l'assessore Carmela Rozza - conoscere tutti i sistemi tecnologici e poter promuovere le attività della Polizia locale". Si tratta, ha spiegato Curci, di "un modo per aiutarci a vicenda a divulgare un tema così importante, per creare diffusione e maggiore cultura. Gli eventi dedicati alla sicurezza saranno promossi da Comune, Polizia locale e Fiera non solo in occasione delle manifestazioni espositive ma anche in città".

Tutte le informazioni su www.sicurezza.it