Mipel 116: borse e accessori, la moda made in Italy è sostenibile e green

Le collezioni di 350 brand italiani ed esteri al salone internazionale organizzato da Assopellettieri in Fiera Milano dal 15 al 18 settembre. Franco Gabbrielli: “Puntiamo con sempre maggiore attenzione alla qualità, ai giovani e alle idee innovative". Cresce l'export ma scendono ancora i consumi delle famiglie italiane

Borse, accessori moda, il mondo della pelletteria che nel made in Italy esprime il meglio della creatività e del saper fare artigianale che è apprezzato a livello globale tornano alla ribalta internazionale con Mipel 116 che si terrà nel Padiglione 10 di Fiera Milano a Rho dal 15 al 18 settembre, in concomitanza con altre due importanti manifestazioni, Micam e Homi.

E sarà un salone ricco di novità e in evoluzione, che ha come filo conduttore i temi della sostenibilità ambientale e della responsabilità sociale di tutta la filiera - valori sempre più impportanti per i consumatori - e, come spiega il presidente di Assopellettieri Franco Gabbrielli, “punta con sempre maggiore attenzione alla qualità, ai giovani - imprenditori e creativi - e alle idee innovative, con lo sguardo rivolto all’evoluzione dei mercati e della domanda dei consumatori, ai modi nuovi di intendere e adeguare il retail e al ruolo dei brand, delle griffe e delle Pmi”. “Abbiamo già portato diverse novità interessanti che sono sicuro verranno apprezzate da visitatori ed espositori ma sono già con la testa rivolta al prossimo Mipel117 per completare il percorso di rinnovamento che ho in mente”, aggiunge.

La manifestazione di Assopellettieri, che ha il supporto di Ice-Ita per la presenza di buyer internazionali selezionati, propone collezioni, prodotti unici di oltre 350 brand con un previsione di oltre 12mila visitatori qualiticati provenienti dall’Italia e da 96 Paesi con marchi consolidati tra i quali spiccano Athison, Bric’s, Cabin Zero, Caterina Lucchi, Cromia, Gabs, La Martina, Tosca Blu, e per la prima volta aziende nuove come ad esempio: Aeronautica Militare, Gio Cellini, Lamborghini, Nannini.

Appuntamento centrale per il settore manifatturiero italiano che nel primo semestre del 2019, secondo i dati elaborati dal Centro Studi di Confindustria Moda per Assopellettieri, confermano i trend del 2018: dinamiche poco premianti sul mercato interno con l’ennesima contrazione degli acquisti e un sensibile incremento delle vendite all’estero in termini di valore, a conferma sia dell’ulteriore innalzamento del livello qualitativo della produzione made in Italy che del ruolo sempre più determinante svolto dalle grandi griffe internazionali del lusso. Dinamica dell’export positiva in valore (+27,5% nei primi 5 mesi 2019 rispetto all’analogo periodo del 2018, con prezzi medi al chilogrammi in crescita del 23,7%), accompagnata però da trend decisamente meno brillanti in volume (+3,1%).

Consumi delle famiglie italiane ancora in calo a sottolineare una ripresa interna che non c’è: -4,8% in quantità e -3,1% in spesa sui primi 6 mesi del 2018 secondo le rilevazioni di Sita Ricerca; cifre che diventano ancora più penalizzanti considerando gli ombrelli (-8%). Trend sfavorevoli hanno interessato le due voci merceologiche principali, borse (-6% sia nel numero di pezzi che in spesa) e cinture (-10% quantità e -4,5% valore). Calano anche gli acquisti di portafogli (-2,4% in volume), seppure con un +0,7% in termini di spesa. In controtendenza gli zaini, in recupero rispetto al 2018. Scenario su cui grava peraltro lo spettro della – sinora evitata – rimodulazione delle aliquote Iva, che avrebbe ulteriori effetti depressivi sugli acquisti delle famiglie.

Così Mipel 116 scommette sull’innovazione, non solo del concept espostivo più “giovane”, contemporaneo, rivolto ai nuovi consumatori, ma anche un ruolo sempre più forte come hub business to business. I visitatori saranno accolti da un allestimento suggestivo e green: installazioni metaforiche in cui tutto il verde del nostro Pianeta - colline, montagne, erba, alberi, fiori - abbandona la terra a causa dell’indiscriminato sfruttamento e dell’inquinamento. La vegetazione e gli alberi sono sollevati in aria, agli ingressi e lungo le corsie del padiglione. I fiori sono imprigionati nella plastica così come di plastica sono composte le chiome degli alberi i cui tronchi aridi sono distesi in aria. Sulla superficie rimangono solo terreni spogli, cemento e specchi d’acqua inquinata.
Nella piazza di Scenario, ad esempio, l’artista Enrica Borghi presenta “Nebulosa”: fluttuanti, cangianti e leggere come un soffio di vento, le bottiglie di plastica, tagliate e deformate con il calore dalle mani, si stagliano nello spazio sospeso, volteggiano come farfalle, evocano le migliaia di bottiglie che tutti noi gettiamo nelle nostre campane della plastica.

Scenario è il palcoscenico dedicato alle aziende di ricerca e ai brand più cool con le parole chiave: creatività, innovazione e ricerca.Un allestimento unico e originale caratterizza questa area e permetterà di far emergere l’unicità dei brand e dei prodotti esposti.
Nella piazza di Scenario prende vita il nuovo progetto Signature: storytelling, unicità, made in Italy, sostenibilità, tracciabilità, sono le parole d'ordine per le aziende partecipanti che presentano le loro creazioni in maniera differente, dando spazio alla storia che sta dietro alla realizzazione di ogni prodotto sottolineandone le caratteristiche di sostenibilità intesa come racconto “behind the scene” tramandato da generazioni e attualizzato attraverso la modernità del design e tecniche innovative. Un modo differente di dialogare con i buyers internazionali. Partecipano al progetto: Athison, Boldrini Selleria, Claudia Firenze, Decouture, Innuè, Lara Bellini, Plinio Visona’, Terrida, 11-10 Undici Dieci.
Nella Mipel Street Style Area, i nuovi trend sono protagonisti assoluti. Grazie alla collaborazione con Unic–Concerie Italiane, i visitatori possono osservare da vicino i pellami ed i prodotti che meglio interpretano i trend del momento interpratati da un numero selezionato di aziende per comprenderne le caratteristiche e la fattura.

#Attaccatialtram è il nuovo contest dedicato agli espositori, supportato da Regione Lombardia con il patrocinio del Comune di Milano.Il progetto prevede la realizzazione di un prodotto limited edition ispirato al tram, iconico mezzo di trasporto milanese dall’anima sostenibile per il suo basso impatto ambientale ed esempio di mobilità urbana virtuosa.
I 15 brand finalisti hanno l’opportunità di esporre le proprie creazioni in un’area dedicata di Mpel e avranno un’ulteriore occasione di visibilità durante l’evento serale di Mipel in Città lunedì 16, il Fuorisalone che si svolgerà nel Concept Store San Pietro in Porta Venezia, durante il quale verranno decretati i tre migliori progetti. I tre vincitori avranno la possibilità di esporre per una settimana le loro creazioni nella vetrina del Concept Store. I finalisti sono Aballi, Alberto Olivero, Artphere, Athison, Baiadera-I Dipinti, BrugaVenezia, Ciak Roncato, Femea Milano,JadiseSicilia, Laboratorio Mariucci, LeZirre NapoliLimited Edition, My Best Bag by Florence Bags srl, Ripani, 11-10Undici Dieci,Valentino Orlandi.

Recycle - Eat -Enjoy è l’iniziativa per incentivare il riciclo delle bottigliette di plastica consumate durante la manifestazione: nel padiglione due eco-compattatori dimostreranno che “riciclare ripaga sempre”: per ogni bottiglietta di plastica immessa sarà generato un ticket che permetterà di usufruire di uno snack gratuito. Poi ci sono gli alberi di Feel The Green, progetto realizzato in collaborazione con Treedom, l’unica piattaforma web al mondo che permette di piantare un albero a distanza e seguirne la crescita on-line. Mipel ha crato la propria foresta di 300 alberi donati a ciascun espositore e e tutti potranno fare altrettanto usando il totem presente in fiera.
Wami-Water with a Mission consente invece, acquistando una bottiliglia Wami, di finanziare un progetto di sviluppo idrico in villaggi senza accesso all’acqua. La startup realizza infatti acquedotti e reti idriche allacciando le famiglie con un rubinetto là dove non vi era mai stata acqua potabile disponibile. Inserendo sul sito il codice presente sul collo della bottiglia è possibile vedere a quale famiglia si è donata acqua.
Continua anche per questa edizione la collaborazione con il laboratorio di pelletteria della Cooperativa Sociale “Il Girasole” di Firenze che sostiene categorie sociali in difficoltà, qualificandone la professionalità e favorendone l’integrazione sociale. Grazie al supporto di Unic i ragazzi della Cooperativa hanno realizzato gadget e prodotti in pelle che saranno distribuiti durante gli eventi di presentazione Mipel a buyer e stampa internazionali.

RDS 100% Grandi Successi è la radio ufficiale della manifestazione. Le conduttrici Petra Loreggian, domenica 15 settembre e Giuditta Arecco, lunedì 16 settembre, racconteranno le curiosità, le novità con collegamenti in diretta. grande pubblico. Nel padiglione Mipel, in collaborazione con RDS e i suoi dj, ci sarà anche uno spazio dedicato dove ascoltare la musica , incontrare i principali interpreti dell’industria italiana e partecipare agli workshop in programma che saranno moderati dalle conduttrici Petra e Giuditta. Sponsor dell’iniziativa sono Ykk, Uni, Fiera Milano e Ta-Bru spa.

Tutte le informazioni e gli eventi su https://mipel.com/