Adesso per entrare in Belgio si dovrà firmare un "contratto"

È la nuova legge varata dal governo belga e fortemente voluta dal segretario di Stato all'immigrazione, Theo Francken, del partito nazionalista indipendentista fiammingo

Chi decide di andare a vivere in Belgio da un Paese fuori dell'Ue dovrà firmare un contratto che lo impegna ad integrarsi nella società, rispettare i suoi usi e costumi, imparare la lingua e denunciare ogni atto che possa essere legato al terrorismo. Qualunque violazione del contratto porta all'espulsione dal Paese. È la nuova legge varata dal governo belga e fortemente voluta dal segretario di Stato all'immigrazione, Theo Francken, del partito nazionalista indipendentista fiammingo.

Intanto oggi la procura belga ha dato il via libera all'estradizione in Francia di Salah Abdeslam, uno degli attentatori degli attacchi a Parigi dello scorso 13 novembre. Abdeslam era stato arrestato a Molenbeek prima degli attentati all'aeroporto e alla metropolitana di Bruxelles. La decisione è stata presa "considerato il consenso esplicito di Salah Abdeslam al suo trasferimento alle autorità francesi", spiega una nota della procura belga in cui si sottolinea che "le autorità del Belgio e francesi decideranno in concertazione le modalità del trasferimento".

Commenti

dare 54

Gio, 31/03/2016 - 19:10

cos'è, una specie di Foglio di Via anticipato? Efficace!

Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 31/03/2016 - 19:11

In ITAGLIA,invece,il contratto l'abbiamo firmato noi: se non accontentiamo i migranti in tutto e per tutto, subiremo rivolte e attentati vari.....

istituto

Gio, 31/03/2016 - 19:12

Ah ah ah ah ah...che ridere...bellissima barzelletta,grazie non la conoscevo.

Anonimo (non verificato)

nunavut

Gio, 31/03/2016 - 19:45

Mi sorge il sospetto che Salah,se ha deciso spontaneamente di farsi estradare in Francia,lo faccia assecondando il desiderio del suo avvocato che probabimente ha nella manica una carta da giocare per poter allegerire la pena per il terrorista.Il futuro ci dirà se il mio sospetto si materializzerà.

nunavut

Gio, 31/03/2016 - 19:56

Questo "contratto" non mi sembra troppo restrittivo verso le persone che chiedono il PERMESSO d'entrare nel paese e possibilmente diventarne parte effettiva.L'Italia dovrebbe, in realtà auspicherei,(visto le tesi propagate dalle nostre istanze politiche,mediatiche (giornali,attori,cantanti e specialisti dei talkshows) pensare ad imitare il progetto per poi realizzarlo per il bene del paese.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di acroby

Anonimo (non verificato)

Una-mattina-mi-...

Gio, 31/03/2016 - 20:35

AI TRASGRESSORI VERA' FATTO TOTO' SUL SEDERINO, OKKIO!