Gli aerei siriani decollano di nuovo dalla base colpita dagli Usa

All'indomani dell'attacco missilistico, ancora voli in partenza da Shayrat

Cinquantanove missili Tomahawak, lanciati dalle navi americane e diretti sulla base aerea di Shayrat, in Siria, da dove secondo l'amministrazione Trump sarebbe partito il volo responsabile di un centinaio di vittime a Khan Shaykhun, uccise secondo le accuse dei Paesi occidentali da gas nervini.

Un'operazione lanciata come risposta alla Siria, ma anche come avvertimento a Paesi come la Corea del Nord, sull'intenzione del nuovo presidente americano di non rinunciare a un approccio muscolare se lo ritenesse necessario. Un attacco di cui l'America ha informato i russi circa un'ora e mezza prima, perché nell'area si trovavano circa un centinaio di militari, secondo una ricostruzione pubblicata dal New York Times.

Uno strike che ha reso inutilizzabili diversi aerei da guerra presenti sulla pista, secondo gli osservatori, anche se l'avvertimento arrivato dall'America - a riprova del messaggio più che altro politico che Washington voleva lanciare - potrebbe avere permesso all'aviazione siriana di spostare alcuni mezzi.

Già questa mattina alcuni attacchi aerei sono stati lanciati a partire dalla base di Shayrat, per andare a colpire le aree in mano ai ribelli nella zona di Idlib, milizie ideologicamente vicine alle posizioni jihadiste e in lotta contro il governo di Damasco.

Commenti

MARCO 34

Sab, 08/04/2017 - 17:39

Mi sembra ovvio che i Russi ,a loro volta, avranno informato i siriani sulla opportunità e necessità di effettuare qualche ridislocamento degli aerei per limitare i danni. Infatti risulta che pochi aerei siano stati colpiti

Ritratto di gammasan

gammasan

Sab, 08/04/2017 - 18:21

Quindi ben 59 missili costati un'iradiddio che danni avrebbero fatto?

Ritratto di nonpollo

nonpollo

Sab, 08/04/2017 - 19:11

solo 23 hanno colpiti l'obiettivo... 36 dispersi... come dice un commentatore: meglio lanciarli ce disattivarli, perche non hanno una vita operativa lunga 600.000$ l'uno e con scadenza come la mozzarella... mica scema l'industria bellica

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 09/04/2017 - 08:50

Onore al popolo siriano che si difende contro la coalizione del Male, il demone: USA, vassalli-servi europei, Saud, levantini e i mandanti dei primi due, Sion

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 10/04/2017 - 08:27

gammasan un danno psicologico.Dimostrando che il gringo è un pazzo.