Afghanistan, piano del Pentagono: "In 5 anni via truppe Usa e alleate"

Il New York Times ha svelato il nuovo piano del Pentagono. Nei prossimi sei mesi, metà delle truppe americane dovrebbero essere ritirate. Le altre resteranno con compiti di antiterrorismo

Il New York Times rivela un nuovo piano del Pentagono per porre fine alla presenza delle truppe Usa in Afghanistan.

Secondo quanto svelato dal quotidiano, gli Stati Uniti ritireranno tutte le truppe entro un arco temporale compreso fra i tre e cinque anni. Secondo le fonti del Nyt, il piano sarebbe stato presentato dal Pentagono durante i negoziati di pace in Qatar. Trattative che sembra siano il preludio di un accordo di massimo fra governo di Kabul e talebani.

Come scrive il Nyt, in questi giorni i funzionari stanno discutendo il piano con gli alleati europei. L'idea è che vi sia il ritiro della metà dei 14mila soldati americani nel Paese entro i prossimi sei mesi. Le truppe statunitensi rimarrebbero concentrate sulle operazioni antiterrorismo mentre gli 8.600 soldati europei e australiani avranno compiti di addestramento delle forze di sicurezza afghane.

Un portavoce del Pentagono non ha smentito del tutto le rivelazioni della stampa, ma ha affermato che l'amministrazione Trump sta "considerando tutte le opzioni" in Afghanistan. Le indiscrezioni parlano di un trattative serrate fra forze Usa, governo di Kabul e talebani per giungere alla proclamazione di un cessate il fuoco generale.