Allarme sbarchi nel Mediterraneo. Il 2016 sarà l’anno record dei nuovi arrivi

Il 2016 sarà l’anno con il più alto il numero di sbarchi sulle coste europee di profughi che attraversano il Mediterraneo

Il 2013 era stato l’anno dei record. Lo è poi stato anche il 2014. Il 2015, con la ormai celebre “crisi dei migranti” e l’oltre un milione di nuovi arrivi nella sola Germania doveva detenere ogni primato. E invece, con ogni probabilità, sarà il 2016 l’anno in cui sarà più alto il numero di sbarchi sulle coste europee di profughi che attraversano il Mediterraneo.

Secondo i dati forniti Frontex - l’agenzia europea per la gestione delle frontiere esterne - , infatti, i soli primi due mesi del 2016 hanno registrato un numero incredibilmente altro di sbarchi sulle coste europee: dal primo gennaio a fine febbraio sono circa 82 mila le persone sbarcate clandestinamente in Italia, Grecia, Spagna e Francia. Numeri, questi, mai registrati prima. I mesi invernali, infatti, sono notoriamente quelli in cui gli sbarchi sono minori e meno consistenti, a causa delle avverse condizioni meteorologiche. Cosa che però, evidentemente, non ha scoraggiato gli arrivi.

Le rotte maggiormente battute sono quella spagnola, partendo dal Marocco o dall’Algeria e spesso attraversando lo stretto di Gibilterra; quella italiana, sbarcando a Lampedusa o sulle coste siciliane o calabresi; quella balcanica, sbarcando in Grecia, attraversando la Macedonia, la Serbia e la Croazia e arrivando in Austria.

Gli sbarchi nella sola Italia sono stati circa 6500. Numeri, i realtà, in leggero caso rispetto allo scorso anno, quando a questo punto dell’anno erano stati registrati 7771 nuovi arrivati. Le nazionalità più diffuse sono afghani, pakistani, nigeriani, senegalesi, malesi, marocchini. Molti di essi, non avendo i requisiti necessari, hanno visto essere respinta la propria richiesta d’asilo.

L’Europa si deve preparare dunque a fronteggiare una nuova stagione di sbarchi, che con tutta probabilità saranno più massicci che mai. L’Italia, dal canto suo, deve fare lo stesso. E in fretta. Dei 14 centri di accoglienza che si trovano sulle nostre coste solo due sono attualmente in piena attività, con una capacità di accoglienza di circa 100mila persone. Gli arrivi, però, saranno probabilmente molto maggiori.

@luca_steinmann1

Annunci

Commenti

little hawks

Lun, 22/02/2016 - 11:53

Se Alf-Ano vuole aumenta il numero degli incaricati e fa le pratiche di riconoscimento in giornata appena sbarcano. Dopo averli cristianamente rifocillati, il mattino dopo, li rimandiamo indietro utilizzando i C130 della 46a Aerobrigata tenendoci solo gli aventi diritto (quasi nessuno) ed il problema è finito. Non lo abbiamo voluto risolvere quando i barconi erano di meno e più piccoli perché vi era collusione tra chi lucrava con i "migranti" (vedi Mafia Capitale) ed i nostri politici.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 22/02/2016 - 12:00

Mi raccomando: "non facciamoci cogliere impreparati"...Cominciamo a dotare dei doppi servizi le case (anche la prima) degli Italiani che non ne sono ancora dotate. Non si sa mai...

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Lun, 22/02/2016 - 12:10

Tranquilli......ALFANO, RENZI, BOLDRINI ecc ecc sono PRONTI ad accogliere mentre altri Paesi DEMOCRATICI guardano e rispettano i PROPRI CITTADINI!!

Ritratto di Dagobar

Dagobar

Lun, 22/02/2016 - 12:30

Ma dico ... ogni volta si sente: salvati al largo delle coste libiche. Il che vuol dire che sono più di là che di qua. MA PERCHE' invece di portarli in Italia non forniscono le prime cure in mare, un po di cibo e li RIACCOMPAGNANO alla costa libica. Dopo diversi tentativi falliti in questo modo, non può che avvenire una riduzione dei tentativi di attraversamento ... é ovvio che se tutte le volte andiamo a prenderli, la tratta di esseri umani continuerà indiscriminatamente... ingrassando di soldi i soliti noti, ed permettendo l'arrivo di tutto e di più in Italia.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Lun, 22/02/2016 - 12:59

Alf-ano ha bisogno di rifornire di manovalanza a basso costo l'agricoltura siciliana e meridionale,la mafia chide e lui provvede.Non dimenticate quella donna italiana morta per 12 ore di lavoro nei campi per una paga di 10 euri giorno.Questi clandestini servono per abbattere i costi e rendere schiavi i più deboli,anche e sopattutto gli italiani. nopecoroni.it

Una-mattina-mi-...

Lun, 22/02/2016 - 13:16

VISTO CHE LA REQUISIZIONE DEI BARCONI E L'ARRESTO DEGLI SCAFISTI SONO RIMASTI SOLO SULLA CARTA SERVE UN POTENTE BLOCCO NAVALE ANTIINVASORI. LA RIPRODUZIONE UMANA FUORI CONTROLLO IN VASTE AREE NON SI RISOLVE ASSOGGETTANDOSI ALLA MANCANZA DI RESPONSABILITA' ALTRUI.

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Lun, 22/02/2016 - 15:32

Quest'anno ne vedremo delle belle. Metteranno in mare tutta la flotta della marina militare italiana, fino all'ultima vedetta, per trasportare tutti. Saranno centinaia di migliaia. Tutti pronti all'accoglienza e al mantenimento.

franco-a-trier-D

Lun, 22/02/2016 - 17:49

la Italia è un paese ricco, quiz milionari.

franco-a-trier-D

Mar, 23/02/2016 - 08:51

Gialo cosa vorresti che il PD ordini alla Marina di stare ferma così si arruginiscono le navi?, il PD li vuole andare a prendere vule dimostrare che la Italia e voi italiani siete "democratici" come lui che lo avete votato.Lo dice PD Partito Democratico non vedi che la Italia è il primo paese che funziona in Italia a meraviglia in fatto di democrazia? Si sta meglio di tutti in Italia troverà lavoro per centinaia di migliaia di clandestini non è democrazia questa? e voi li manterrete BRAVI...