Almeno otto morti in una serie di attentati a Damasco

I terroristi puntavano a colpire nel primo giorno dopo la festa per il Ramadan

Una manifestazione in favore del regime nel quartiere di Mezzah a Damasco

Ci sono già otto morti e almeno dodici feriti a Damasco, dove una serie di attacchi hanno colpito la capitale siriana. Tre autobomba sono esplose e un attentatore suicida si è fatto saltare nella centrale piazza Tahreer dopo essere stato circondato dalle forze di sicurezza.

Sette agenti sono rimasti uccisi insieme al terrorista, ma la polizia è riuscita a fermarne altri due e distrutto un'autobomba con un'esplosione controllata. Secondo la televisione di Stato l'obiettivo dei commando era quello di colpire nell'affollamento del primo giorno di lavoro dopo la fine delle festività che celebrano la fine del mese di Ramadan.

Commenti

scala A int. 7

Dom, 02/07/2017 - 10:33

eh! queste " primavere arabe " che tardono a venire mentre hilary aspetta impaziente

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Dom, 02/07/2017 - 10:39

Demokratici metodi di protesta da primavera (di sangue) araba. Tutta colpa di Assad, Putin, degli hacker russi e di... Salvini, ma si, lui ce lo infiliamo sempre!

VittorioMar

Dom, 02/07/2017 - 10:59

....COME SE NON BASTASSE IL DISASTRO ESISTENTE !!!....SE POI AGGIUNGIAMO LE "BUFALE E CACI VARI" DEGLI ATTIVISTI.....IL QUADRO E' COMPLETO !!

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 02/07/2017 - 11:06

Con denaro made in Saudi Aarabia e benedizione Cia.

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Dom, 02/07/2017 - 11:10

questi ribelli moderati che lottano per la libertà contro il crudele Assad.......

blackindustry

Dom, 02/07/2017 - 11:20

Anche questo attentato di stampo sunnita, in chiave anti-sciita, e' colpa di Assad, Putin e di chi odia i poverini musulmani deboli ed indifesi? Solo i comunisti oggi credono a tali bugie, che siano comunisti o che si siano nascosti sotto partiti dal falso nome, ma sempre comunisti sono.

Ritratto di Giano

Giano

Dom, 02/07/2017 - 11:35

Fate molta attenzione a quello che sta succedendo in Siria, perché, se non fermiamo l'invasione afro/islamica, fra non molto scoppieranno rivolte popolari e guerra civile, e le "domeniche di sangue" le avremo in casa nostra. Ma la gente è tarda di comprendonio e vede il pericolo solo quando è tardi per rimediare. I nostri genietti sinistri al governo cominciano a capire solo oggi che questo business mascherato da opera umanitaria sta diventando un'emergenza ingestibile; gli sta sfuggendo di mano il controllo. Su questo Giornale i lettori lo stanno dicendo da anni che si sarebbe arrivati a questo punto. Purtroppo inascoltati, perché in questo paese da opera buffa più che l'opinione e la volontà dei cittadini conta il parere dei giullari di regime e delle ochette starnazzanti che occupano tutti i salotti TV. E allora prepariamoci ad affrontare le nostre domeniche di sangue, perché la Siria noi ce la stiamo creando in casa nostra, con le nostre mani.

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Dom, 02/07/2017 - 11:55

'Domenica di sangue' (solo) in Siria? Lasciando perdere il resto del mondo - sarebbe troppo facile - ma solo per concentrarci sul nostro paese: aspettate la mezzanotte di oggi e vi renderete conto che anche in Italia, come incidenti stradali, incidenti domestici e qualche omicidio, sarà stata una 'domenica di sangue'.

agosvac

Dom, 02/07/2017 - 12:51

Visto che ormai l'isis ed i ribelli contro Assad sono ridotti ai minimi termini, colpiscono con attentati probabilmente organizzati da una certa agenzia americana che li ha sempre aiutati.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 02/07/2017 - 22:23

Nessun sinistro si scandalizza?