In Angola l'islam è illegale: abbattute le moschee abusive

Il ministro della cultura: "La legalizzazione dell’islam non è stata approvata dal Ministero della Giustizia e dei Diritti Umani"

"La legalizzazione dell’islam non è stata approvata dal Ministero della Giustizia e dei Diritti Umani e le moschee dei musulmani saranno chiuse fino a nuovo ordine". Parola del ministro della Cultura dell'Angola, Rosa Cruz E Silva. Di fatto, come riporta Libero, la ministra ha affermato che la religione musulmana, minoritaria in Angola, è considerata ancora come una "setta" insieme ad altre 194 non riconosciute dalle norme statali. Dal novembre 2013 si susseguono notizie di demolizione di moschee abusive, dato che la fede maomettana non è legale. Sono state chiuse o abbattute più di 60 moschee. E il dibattito sull'islam in Angola anima e non poco la politica. Al punto che un rappresentate del ministero della Giustizia afferma: "La questione non è l’islam in sé, ma una serie di problemi legati a questa religione, i quali non si accordano con le regole costituzionali vigenti in questo Paese. Le attività islamiche sono ai margini della legge".

In Angola vivono circa 24 milioni di persone. Di cui almeno il 55% cristiani cattolici, un 25% di protestanti o di varie chiese, poi c'è un'altra percenteuale residua che professa vari culti tradizionali indigeni .L’islam,invece,conterebbe un numero difedeli incerto perché illegale, ma compreso fra 50.000 e 80.000 persone.

Commenti

MassimoR

Dom, 21/08/2016 - 11:41

parlare di diritti umani in Angola... beh dai

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 21/08/2016 - 11:44

Strano che un paese dove imperversò una atroce guerra civile abbiano capito che certe questioni esulano dal politically correct. Auguro all'Angola un futuro di crescita e benessere permanente.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 21/08/2016 - 11:53

Mi fa piacere constatare che un Paese come l'Angola,ritenga che "La questione non è l’islam in sé,ma una serie di problemi legati a questa religione, i quali non si accordano con le regole costituzionali vigenti in questo Paese.Le attività islamiche sono ai margini della legge"....La "più bella costituzione del Mondo"(la nostra),contiene articoli,in palese contrasto con la religione Islamica,ma contiene il paradosso della "libertà di religione",anche se,nello specifico,una religione fosse in palese contrasto con i suoi stessi articoli!!

Jimisong007

Dom, 21/08/2016 - 12:04

Tutti in vacanza in Angola

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Dom, 21/08/2016 - 12:13

Poi si parla di Quarto Mondo. Mi pare che il Ministro della Giustizia dell'Angola sia molto, ma molto più evoluto dei vari Ministri della Giustizia italiano ed europei; il ché ci può solo far vergognare!

Ritratto di ElioDeBon

ElioDeBon

Dom, 21/08/2016 - 12:25

La più bella notizia della settimana!

Georgelss

Dom, 21/08/2016 - 12:27

Viva l'Angola!!

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 21/08/2016 - 12:45

Era ora. Speriamo che altri seguano.

Ritratto di stufo

stufo

Dom, 21/08/2016 - 12:51

Che ministra, avercela noi !

Garganella

Dom, 21/08/2016 - 12:54

La nostra cultura, appoggiata dai vari governi dovrebbe prendere esempio!

Ritratto di mbferno

mbferno

Dom, 21/08/2016 - 12:57

Ecco un esempio di come un paese piu' arretrato del nostro riesca a "darci dei punti"....

misuracolma

Dom, 21/08/2016 - 13:00

In Angola sono più lungimiranti dei cosiddetti "evoluti" paesi occidentali

circosta aurelio

Dom, 21/08/2016 - 13:04

bene! Vuol dire che sono più intelligenti di noi. I nostri politici ed intellettuali vadano a scuola dagli angoliani ed..... imparino!

Pigi

Dom, 21/08/2016 - 13:05

Esatto. L'islam non è legale in quanto in contrasto con le regole costituzionali. Invece di arrampicarsi negli specchi, permettendo l'islam, ma vietando poligamia, burqa eccetera, si fa prima a vietare questa religione: niente moschee, niente raduni di culi all'aria, niente ramadan, pericoloso per sé e per gli altri.

agosvac

Dom, 21/08/2016 - 13:07

Mettere fuorilegge una religione come l'islsm potrebbe sembrare un assurdo. Ma non lo è se si pensa che questa religione in Angola è del tutto minoritaria e, per di più, contraria alle leggi dell'Angola. Se ci si pensa un momentino, l'islam è anche contraria alle leggi di tutti i paesi europei. La sharia contravviene alla maggior parte delle leggi dei paesi europei. Prevede cose che secondo le nostre leggi sono del tutto illegali.In Angola lo hanno capito ed agiscono di conseguenza, in Ue non si riesce a capirlo e ci sono attentati terroristici e morti dovuti all'idiozia dei nostri governanti!!! Forse, a conti fatti, l'Angola, paese del centro Africa, è molto più civile della vecchia Europa!!! Quanto meno bada al benessere dei suoi cittadini, cosa che l'Ue non fa!!

Ritratto di lucavelasco

lucavelasco

Dom, 21/08/2016 - 13:08

Non credo sia un fatto aritmetico! L'espressione "libertà di culto" è agghiacciante. Il culto prescinde da ragione fatti certezze e storia. Per essere ammesso non deve collidere con libertà convivenza e leggi-

stefano_5864

Dom, 21/08/2016 - 13:10

Qualcuno mi può dare indicazioni sul come ricevere la cittadinanza angolana? Vi prego!!!!!!!!!!!

acam

Dom, 21/08/2016 - 13:12

mandiamo i nostri ministri a scuola da questa illuminata ministra angolana se esve un interprete di portogese ci vado grati ma spese pagate

bruco52

Dom, 21/08/2016 - 13:17

Ecco un paese dove ci sono leggi che vengono rispettate e fatte rispettare, non come da noi, dove le leggi sono interpretate seguendo l'ideologia buonista-cattocomunista, ed applicate a misura del grado sclerotico del magistrato di turno...

Chanel

Dom, 21/08/2016 - 13:32

Va a finire che dobbiamo prendere esempio dall' Angola..... non per abbattere moschee ma per affrontare seriamente le problematiche Islam e costituzione. Senza sciogliere questo nodo si continuerà a cincischiare tra Islam moderato e Islam fondamentalista e per la pavidità dei nostri governanti si continuerà a fare fare ai mussulmani quello che vogliono arretrando noi per non disturbarlit

carlottacharlie

Dom, 21/08/2016 - 13:36

Ecco l'Angola, una lezione di buon senso. Gia' che da noi proliferano i cretinetti, si continuera' ad esser servi.

revolution70

Dom, 21/08/2016 - 13:38

Ma guarda, Finalmente un paese africano con le palle. C'è solo da imparare.

adogio48

Dom, 21/08/2016 - 14:16

Ah, allora qualcuno con gli attributi a questo mondo ancora esiste. Angolani venite, sarete accolti come liberatori. Siete gli unici che hanno capito tutto.

Ritratto di karmine56

karmine56

Dom, 21/08/2016 - 14:17

E' la prima notizia buona che leggo da molto, molto tempo.

killkoms

Dom, 21/08/2016 - 14:29

"notare" come uno stato africano fa rispettare le "sue" leggi..!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Dom, 21/08/2016 - 14:38

Penso che i nostri ministri o semplici parlamentari avrebbero bisogno di qualche lezioncina dall'Angola.Forse hanno vergogna o forse hanno trovato un filone d'oro che rende tantissimo mantenere gli extracomunitari illegali nel nostro paese anche ai danni dei locali.Tanto ormai hanno capito come baipassare le elezioni.

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Dom, 21/08/2016 - 14:43

Poi si parla di Quarto Mondo. Mi pare che il Ministro della Giustizia dell'Angola sia molto, ma molto più evoluto dei vari Ministri della Giustizia italiano ed europei; il ché ci può solo far vergognare!

greg

Dom, 21/08/2016 - 14:46

Angola, paese che sta dimostrando essere più serio di quanto avessi supposto, e abitato da gente che l'ha capita bene, una religione falsa come una moneta da 3 euro

Ritratto di woman

woman

Dom, 21/08/2016 - 14:48

Sono trenta anni che mi chiedo e chiedo perché non si condanna, in quanto contraria alla costituzione e alla legge, una religione che predica l'odio, la sottomissione della donna e la schiavitù.

Ritratto di karmine56

karmine56

Dom, 21/08/2016 - 15:00

E' la prima buona notizia che leggo da tanto, tanto tempo. E due.

polonio210

Dom, 21/08/2016 - 15:12

Come si può riuscire a diventare cittadini angolani?

gigi0000

Dom, 21/08/2016 - 15:28

Conosco piuttosto bene l'Angola, Paese col quale ho contatti permanenti e mi permetto d'affermare che, malgrado i molti problemi ancora irrisolti (la guerra civile sponsorizzata da USA e URSS sia cessata da poco più d'un decennio) abbia idee chiare rispetto a religioni nefaste ed immigrazioni clandestine. Riguardo quest'ultimo problema, le espulsioni sono settimanali e di solito interessano alcune centinaia, talvolta anche un migliaio, d'immigrati senza diritto alcuno (numeri inferiori, ma non troppo dissimili dai nostri). I commenti idioti di qualcuno a proposito di diritti umani dovrebbero essere rivolti all'Italia. VIVA L'ANGOLA!

blackindustry

Dom, 21/08/2016 - 15:34

Grandissimo Angola! Finalmente qualcuno che ponga per Legge il divieto all'islam in quanto setta che ovunque attecchisca confligge con tutto il resto come un cancro. L'Angola e' povero economicamente. L'occidente e' povero dentro.

Dordolio

Dom, 21/08/2016 - 15:37

Copio e incollo la motivazione: "La questione non è l’islam in sé, ma una serie di problemi legati a questa religione, i quali non si accordano con le regole costituzionali vigenti in questo Paese. Le attività islamiche sono ai margini della legge". Riflettiamoci attentamente. Ci sta tutto!

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Dom, 21/08/2016 - 15:37

Alla sera dico una preghiera: “Signore, fa che ogni abitante del mondo abbia la sua casa nella propria terra” Questa Signor Ministro ha capito tutto, non solo, ma amando il suo popolo lo preserva da future iatture. Il ministro Alfano e combriccola che stanno mungendo a sangue “l’affare” dovrebbero essere processati per alto tradimento e Papa Francesco, più cieco del cieco di Gerico, che si rifiuta di vedere il pericolo che incombe sulla Cristianità, avrebbe molto da imparare da questa donna. Sono certa che Benedetto XVI sia stato messo all’angolo per la sua lungimiranza. Dando le dimissioni che avrebbero azzerato tutte le cariche in essere, sperava in un papa che rimettesse al centro la Cristianità. Purtroppo le sue speranze sono andate verso quel fumo di Satana che continua a circolare, più fitto che mai, nei sacri palazzi. A questo punto, solo il popolo, che deve ricordarsi di essere sovrano, potrà risolvere la situazione.

arkangel72

Dom, 21/08/2016 - 15:49

In Italia abbiamo smarrito il vero senso della libertà facendoci strangolare da sub culture abiette, incivili e pericolose!

Ritratto di mbferno

mbferno

Dom, 21/08/2016 - 16:08

@Zagovian...Basterebbe che la nostra Costituzione, che prevede la liberta' di religione,aggiungesse la postilla,dettata da logica e buonsenso,"purchè non in contrasto" con altre norme di legge.

Ritratto di caster

caster

Dom, 21/08/2016 - 16:46

Voglio quel ministro in italia,vista la fuffa che siede al governo italiota.

mariacor61

Dom, 21/08/2016 - 16:48

Se continua così, tra qualche anno saremo noi a dovere andare in Angola come rifugiati.

Ritratto di viperainseno

viperainseno

Dom, 21/08/2016 - 16:57

Angola: paese da evitare, ma in questo caso da IMITARE!!!

Cheyenne

Dom, 21/08/2016 - 17:32

prendiamo esempio pure dall'angola

TONI-GARATTI

Dom, 21/08/2016 - 17:33

Riccaciarli tutti nelle foreste aspettando la loro estinzione!!

Raoul Pontalti

Dom, 21/08/2016 - 17:49

Mezza bufala e per giunta vecchia...E' dal 2013 che circola la notizia nelle stesse identiche forme. Per capire un po': l'Angola è retta dopo l'indipendenza dal Portogallo da un regime già marxista che ha fatto la piroetta convertendosi all'alleanza con USA, GB e P dopo il crollo dell'URSS e spiazzando l'UNITA già foraggiata da USA e ZA e facendo un po' come i cinesi: capitalisti ma nel cuore marxisti. La religione in siffatto regime (come in URSS a suo tempo e oggi in Cina) è "libera" ma sottoposta a controlli governativi e gli islamici, pochi, non hanno il numero di fedeli sufficienti per il riconoscimento e dunque non sono autorizzate moschee al di fuori della capitale. Tutto il resto sono balle.

Ritratto di Flex

Flex

Dom, 21/08/2016 - 17:55

Grande Paese l'Angola.

tonipier

Dom, 21/08/2016 - 18:06

" CI SERVE DA LEZIONE " Altro che unirci in "CHIESA?"

Ritratto di rapax

rapax

Dom, 21/08/2016 - 18:09

DA NOI andrebbe prima messa fuorilegge la SINISTRA E I SUOI ADEPTI, VERO CANCRO POLITICO ITALICO, in quanto primi veri colpevoli di tutte le nefandezze di ogni setta criminale(islam compresa) che ammorba la nostra nazione! l'angola non ha questo CANCRO POLITICO

Zizzigo

Dom, 21/08/2016 - 18:19

In questo caso Angola batte Europa. Ai membri dell'Assemblea Costituente, all'epoca, l'islam era una faccenda del tutto ignota. Colpa del sistema culturale, che "evadeva" sugli argomenti non esattamente "graditi". Così, generalizzando, hanno sbagliato.

Tuthankamon

Dom, 21/08/2016 - 18:29

Io penso che abbiano ragione da vendere!

Ritratto di abj14

abj14

Dom, 21/08/2016 - 18:31

gigi0000 15:28 scrive : "… le espulsioni sono settimanali e di solito interessano alcune centinaia, talvolta anche un migliaio, d'immigrati senza diritto alcuno …" - - - Concordo. Nel mese di aprile 2016 il governo ivoriano ha noleggiato un aereo per rimpatriare 465 concittadini dal Gabon e non so quanti dall'Angola. Tempo addietro, altro noleggio di aereo per rimpatriare una sessantina di ivoriani dalla Libia via Tunisia. E poi quegli insulsi politicanti al (s)governo del paese (Librandi, Castaldini e PiDioti vari) la menano a più non posso con "non è facile rimpatriare; servono gli accordi; blablablà e blablablà". Ma dico, e fateli sti cacchio di accordi almeno con certi paesi "normali" ! – Renzi è stato in Nigeria e Senegal, Gentiloni è venuto in Costa d'Avorio . Risultato ? Prontoooooo ?! Non si sente . . .

Ritratto di abj14

abj14

Dom, 21/08/2016 - 18:43

Rosella Meneghini 15:37 scrive : "Signore, fa che ogni abitante del mondo abbia la sua casa nella propria terra” - - - È quello che ho sempre sostenuto e che qualsiasi persona normale direbbe. Una decina di giorni fa, a tal merito, avevo risposto alla lettrice "conviene" che faceva dell'inutile sarcasmo : Renzi e il Papa hanno senz'altro dato il loro poderoso contributo, in concorso con altri fenomeni pseudo illuminati, a sradicare popolazioni dalle loro case, cultura e tradizioni facendo loro balenare la possibilità di essere accolti, pardon raccolti ovunque si trovassero (purché a mollo perché se si scannano a terra sono affari loro). Che poi restino qui abbandonati a loro stessi a bighellonare, come disse l'insulso Librandi qualche giorno fa, è colpa dei cittadini che non insegnano loro a giocare a bocce con i vecchietti del paese" – Roba da manicomio. - - - Rosella, saluti ivoriani da Abidjan (detta anche, La perle des lagunes).

paolonardi

Dom, 21/08/2016 - 18:47

Mi trasferisco; finalmente qualcuno che piglia a calci in c..o questa massa di cenciosi arroganti e presuntuosi.

vincenzo

Dom, 21/08/2016 - 18:48

C'è ancora gente che ragiona.Si puo dunque sperare!

rino biricchino

Dom, 21/08/2016 - 19:12

Bene. Andate a vivere la, dunque. Io capisco pure lo sfogo, ci stà, però si tratta di qualcosa che non puo avvenire in un paese occidentale evoluto.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 21/08/2016 - 19:14

@mbferno:...certo,cosa che i "legislatori",si sono "dimenticati" di aggiungere,e che fino ad oggi,nessuno ha avuto il coraggio di "emendare"!!

tatoscky

Dom, 21/08/2016 - 19:16

Notizia sensazionale, speriamo che molti altri stati seguano l'esempio dell'Angola, in primis l'Italia.

alkhuwarizmi

Dom, 21/08/2016 - 19:39

Questo nostro disgraziato Paese dovrebbe avere l'umiltà ed il buon senso di imparare anche dall'Angola. Forse, soprattutto dall'Angola, proprio perché è una Nazione dell'Africa che conosce bene la natura dell'Islam, che invece l'Italia ignora.

Ritratto di gangelini

gangelini

Dom, 21/08/2016 - 19:54

Mi piacerebbe approfondire il tema riportato nell'articolo "una serie di problemi legati all'Islam che non si accordano con le regole costituzionali dell'Angola". Probabilmente anche in Italia sono presenti questi problemi, ma molti procuratori e giudici sinistri italiani adottano la famosa tecnica selettiva delle 'fette di salame sugli occhi' per questioni a loro politicamente care.

angelovf

Dom, 21/08/2016 - 20:18

Il ministro Alfano prenda esempio dal Angola che hanno capito che l'Islam è formato da persone come da ciclostile tutti con la medesima mentalità, pericolosi all'occorrenza. Bravi Angola, tagliano il male alle radici.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 21/08/2016 - 20:41

Ma no! Adesso i solerti giudici nostrani manderanno un avviso di garanzia all' Angola, con l' aggravamento della discriminazione razziale (ma non sono più neri gli angolani e quindi dovrebbero avere ragione loro, secondo quanto avviene di norma)

People

Dom, 21/08/2016 - 20:42

Senza barbuti sottanati ciabattati coi culi in aria avranno meno problemi.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Dom, 21/08/2016 - 20:42

Ed hanno fatto solo bene. Esempio da seguire.

Alessandro Grimaldi

Dom, 21/08/2016 - 20:44

mbferno, le consiglio l'articolo 8 della Costituzione... :)

dakia

Dom, 21/08/2016 - 21:57

Difatti la nostra costituzione recita in molti punti"purché non in contrasto con le leggi italiane" Non è la nostra bistrattata costituzione ad aiutare i farisei, ma coloro che ne maneggiano gli articoli e vi pongono cavilli e lacciuli a proprio beneficio.

swiller

Dom, 21/08/2016 - 23:01

Un plauso alla ministra.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 21/08/2016 - 23:29

ho cliccato Angola su google maps mi si è presentato una città meglio di tutte le migliore città delle nostre. Ma allora perchè non vanno la a cercare lavoro e scappare dalla guerra? Tra l'altro nella foto ci sono molte gru, deducendo che c'è crescita. Forse non c'è welfare, per i parassiti. Eggià, è questo il problema, se lavori magni altrimenti fuori.

Controcampo

Lun, 22/08/2016 - 00:38

In effeti l'islam viene riconosciuto come religione mondiale ma, se diamo un'occhiata nella storia a partire da suo fondatore, non meraviglia se qualche ministro della cultura considera una setta. Infatti, Maometto non è menzionato nelle Sacre Scritture e pertanto va ritenuto un sedicente profeta. Inoltre, c'è da considerare se Dio avrebbe voluto un profeta così controverso con 16 schiave del sesso e 13 mogli, una della quali di appena 9 anni. Ai nostri giorni non sarebbe altro che un maniaco sessuale ed un pedofilo. Tutt'altro che religione!

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Lun, 22/08/2016 - 01:12

@abj14@ E sì, la nostra telepatia continua e penso che anche a lei, solo a sentir nominare Librandi e compagni, le prenda il deliquio. La ringrazio per i saluti ivoriani che contraccambio con più modesti ma sentitissimi saluti milanesi. Per cortesia, mi può svelare il mistero della meravigliosa perla delle lagune di nome Abidjan? Ha a che fare con il suo nik abj? Alla prossima corsa sulla tastiera. Rosella

Ritratto di abj14

abj14

Lun, 22/08/2016 - 03:13

Ref Raoul Pontalti 17:49 – Avrei voluto scommettere in Inghilterra (adesso mi prenderò un ca22iatone prché avrei dovuto scrivere "Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda") che il ns tuttologo avrebbe manifestato le sue crisi di bufalite acuta, ovviamente in difesa dell'islam. Stavolta però, bisogna riconoscerlo, non ha detto che è una bufala, ma una mezza bufala (ergo, l'altra mezza è verità). Chissenefrega di tutta la tiritera politica dai tempi ddll'indipendenza con chi/cosa ha fatto tra USA URSS GB P e ZA (Sud Africa) con l'UNITA, Il MPLA e il FNLA ! Il fatto essenziale è che, se l'islam non è stato bandito, detto islam non è stato legalizzato. Detto altrimenti : Io non ti sbatto fuori, semplicemente non ti faccio entrare. Amen. Tutto il resto sono pontaltiadate.

Ritratto di hermes29

hermes29

Lun, 22/08/2016 - 04:13

Per incapacità politiche (di sinistra) siamo sempre gli ulimi ad adeguarci alla normative di coscienza e rettitudine; POCA INTELLIGENZA.

Ritratto di hermes29

hermes29

Lun, 22/08/2016 - 04:31

Anche un popolo arretrato comincia a ragionare; noi quando faremo cultura e ragione in difesa dei principi di salvaguardia nazionali?

Mannik

Lun, 22/08/2016 - 08:06

Il "The Guardian" invece riporta: "But the Angolan government denies any attempt to ban Islam. "There is no war in Angola against Islam or any other religion," Manuel Fernando, director of religious affairs at the culture ministry, . "There is no official position that targets the destruction or closure of places of worship, whichever they are."

lambi65

Lun, 22/08/2016 - 09:19

Con questo l'Angola ha dimostrato Lungimiranza politica, la sicurezza e la stabilità del popolo prima di tutto. In Italia i nostri politici fanno l'opposto, attentato alla sicurezza della nazione, attentato agli interessi della nazione, attentato alla stabilità della nazione, disagio sociale, disparità di trattamento, attentato alla costituzione, concorso al terrorismo internazionale, incapacità nella gestione dell'economia, attentato alle istituzioni, golpe. Non c'è un magistrato degno di questo nome.

Ritratto di GRILLETTO

GRILLETTO

Lun, 22/08/2016 - 09:30

A complemento del commento espresso da Zagovian, oserei affermare che sono si permesse le liberta' di culto di altre religioni ma e' per quelle che rispettano i principi costituzionali e i codici Civile Penale !! PS: se un antico atzeco fosse oggi qui con noi e volesse praticare un sacrificio umano sarebbe ovviamente non possibile. La costituzione e' netta, chi invece parla solo della liberta' di culto o e' malizioso o superficiale. ANGOLA DOCET

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 22/08/2016 - 10:33

Costituzione,art 8:"Tutte le confessioni religiose sono egualmente libere davanti alla legge. Le confessioni religiose diverse dalla cattolica hanno diritto di organizzarsi secondo i propri statuti, in quanto non contrastino con l'ordinamento giuridico italiano"...Cosa significa?....Quanti "attegiamenti,"comportamenti","insegnamenti","messaggi",l'ISLAM deve lanciare ancora,per essere in CONTRASTO,con la "più bella costituzione del Mondo"????????

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 22/08/2016 - 11:22

@abj14 03:13:...concordo...La posizione Angolana,è proprio questa,e come si suole dire,pagata con la medesima moneta del "politicamente corretto":...."Io non ti sbatto fuori,semplicemente non ti faccio entrare,non voglio che ti radichi"....Fanno bene!!!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 22/08/2016 - 11:44

@GRILLETTO:......e l'ISLAM,con quello che predica,fa,etc.etc.,è in disaccordo con i principi,del nostro attuale "vivere civile".

marco.olt

Lun, 22/08/2016 - 12:08

L'Angola ha messo a fuoco la questione, bravi si sono arrivati loro, si vede che i nostrani sovrani sono capre che si credono Einstein!

Ritratto di hermes29

hermes29

Lun, 22/08/2016 - 12:42

E' inutile appellarsi alla Costituzione Italiana quando conviene. Negli ultimi anni è stata volutamente ignorata proprio da coloro che avevano l'obbligo di applicarla, invece di voltarsi dall'altra parte. Resta soltanto un principio quando la stessa comporti il rispetto dei diritti degli italiani, spesso calpestati e ignorati volutamente. L'Islam non è una religione ma un movimento di fanatici ignoranti, che ancora non si sono accorti che siamo nel 2016. Le brutali usanze tribali non si addicono agli occidentali in continuo progresso; assurdo resta doverci confrontare comprendere e condividere istinti animali.

Ritratto di abj14

abj14

Lun, 22/08/2016 - 13:58

Rosella Meneghini 01:12 – Bonjour, in effetti "ABJ" è il codice IATA di Abidjan (aeroporto). È chiamata La Perla delle Lagune per la sua bellezza civettuola in un'area composta da vaste lagune. Quando si arriva con l'aereo, la vista dall'alto dà impressione di una piccola Manhattan. Conta ormai 4 e passa milioni di abitanti. Origine del nome : Quando uno dei primi esploratori arrivò in zona vide un negretto che stava riparando il tetto dell'abitazione con rami/foglie. Gli chiese dove si trovava; ovviamente quello non capiva la sua lingua e, già traumatizzato alla vista del bianco, rispose nella lingua locale che lui stava solo tagliando foglie (min-chan m'bidjan) et, voilà, il bianco registrò il nome Abidjan. – Bonne journée. – (2° invio)

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Lun, 22/08/2016 - 15:12

@abj14@ le sono grata per la cortesia nello svelarmi l’arcano. Ciò mi ha suscitato anche un pizzico d’invidia per le bellezze che si dispiegano davanti ai suoi occhi. Ricambio il saluto. Bonne journée! Rosella

Raoul Pontalti

Lun, 22/08/2016 - 16:01

Il campione di etimologia popolare (bufalina per definizione) come al solito di cose d'Africa pur vivendoci non ne capisce un tubo (come gli italici bananas delle cose d'Europa del resto). In Angola tutti culti sono sottoposti a controllo governativo, compresi quelli cristiani che però sono riconosciuti quando raggiungano un certo numero di fedeli (ricordo en passant che le sette protestanti sono innumerevoli). Gli islamici, ma ciò vale anche per zoroastriani, ebrei shintoisti, etc., non hanno il numero sufficiente di fedeli in loco per ottenere il riconoscimento. Punto. Le illazioni sul fatto che gli islamici debbano restare fuori dall'Angola sono pure fanfaluche, tanto è vero che entrano tranquillamente in quel paese e a Luanda vi sono moschee e nessuna è stata abbattuta, semplicemente non se ne possono costruire fuori della capitale Punto e leggete Mannik.

Ritratto di abj14

abj14

Mar, 23/08/2016 - 03:20

Raoul Pontalti 16:01 – Povero insetto, complessato e carente d'affetti.