Aquile corazzate a difesa di Londra

Gli inglesi stanno progettando una speciale “corazza” che possa proteggere le aquile da possibili lesioni causate dai rotori dei droni

Scotland Yard potrebbe presto impiegare a difesa delle aree sensibili di Londra una “flying squad” composta da aquile addestrate per attaccare i droni in volo sulla capitale. Dopo il successo della polizia olandese (nella foto), la prima a testare con successo i rapaci per attaccare i droni, anche Scotland Yard sta seriamente pensando ad una speciale “squadra volante”. La polizia nazionale olandese, in un video diramato pochi giorni fa, ha dimostrato l’efficacia dei rapaci nel catturare, come fosse un preda, un drone che vola a mezz'aria e riportarlo a terra.

La diffusione della componente a pilotaggio remoto è ormai un dato di fatto. La polizia londinese, che ha già scoperto l’impiego dei droni per il contrabbando della droga nelle prigioni durante l’ora d’aria, teme che possano essere utilizzanti per le ricognizioni su obiettivi sensibili o come kamikaze se equipaggiati con piccole, ma letali quantità di esplosivo.

Considerando la difficoltà nell’abbattere i piccoli droni commerciali, le forze di polizia di tutto il mondo stanno vagliando nuovi modi per affrontare la minaccia.

Il programma “flying squad“ è già in fase avanzata. Basti pensare, che gli inglesi stanno progettando una speciale “corazza” che possa proteggere le aquile da possibili lesioni causate dai rotori dei droni.

Il divario tra i droni militari e quelli venduti al pubblico, si è assottigliato sempre di più, così come i prezzi che continuano a ridursi. Al pubblico sono ormai offerte piattaforme dotate di tecnologia altamente avanzata che possono essere utilizzate per la sorveglianza o per il trasporto di materiale. I droni per i civili non avranno la capacità di lanciare missili o bombe, ma possono essere utilizzati come armi di precisione a basso costo per disperdere componente chimiche- biologiche o semplicemente per colpire obiettivi con l'esplosivo. I droni sono generalmente divisi in quattro categorie: piccoli droni per l’utenza, droni commerciali, grandi droni militari e droni militari stealth. I droni militari sono disponibili solo per le forze armate, ma è anche vero che con meno di 100 euro chiunque può acquistare un drone stabilizzato, dotato di telecamera HD e GPS. Sarebbe corretto rilevare, infine, che l’implementazione degli esplosivi sui dispositivi a basso costo, in alcuni casi rappresenta soltanto un dettaglio. L’Improvised Air Threat non deve essere necessariamente armata.

Entro pochi mesi, le aree sensibili di Londra potrebbero essere sorvegliate da aquile corazzate.

Annunci
Commenti

yulbrynner

Lun, 08/02/2016 - 10:37

idea molto originale e se funziona OTTIMO!!! w le aquile !!! meglio di molti umani a due zampe