Arabia Saudita, indossare la maglietta del Barcellona diventa un reato

L'Arabia Saudita, dopo aver chiuso i rapporti diplomatici con il Qatar, ha deciso di proibire di indossare la maglietta del Barcellona: per il reato si rischia fino a 15 anni di carcere

In Arabia Saudita non si può più indossare la maglia del Barcellona: è diventato un reato punito con 135mila euro di multa e fino a 15 anni di reclusione. Il motivo? La squadra di calcio ha come sponsor Qatar Airways, stampato in bella vista sulla parte davanti della T-shirt. Qualche giorni fa, infatti, l’Arabia Saudita, gli Emirati Arabi Uniti, l’Egitto, lo Yemen e il Bahrein hanno deciso di chiudere i rapporti diplomatici e le frontiere con il Qatar, accusato di sostenere l’ISIS.

Un provvedimento che ha destato molto scalpore ne che ora è arrivato a influenzare anche il mondo dello sport. Negli anni lo Stato del Golfo è diventato un protagonista del calcio grazie ai suoi petroldollari: qatariota è lo sponsor del Barcellona così come lo è il fondo proprietario del club Paris Saint Germain.

E sono proprio questi club a pagare per primo le conseguenze di questa crisi diplomatica. Se la decisione di rendere un reato indossare o postare una foto con la camiseta blaugrana che riporta la scritta “Qatar Airways” può sembrare eccessiva e quanto meno controversa ad alcuni, non è escluso invece che altri Stati del Golfo decidano di adottare un provvedimento simile a quello del regno dei Saud.

Un problema che si prospetta, però, temporaneo: dall’anno prossimo, infatti, il Barcellona cambierà main partner e sulle maglie apparirà il marchio Rakuten, il colosso dell’e-commerce giapponese.

A rischiare ripercussioni economiche più pesanti è, invece, il club parigino. Il loro sponsor principale è Fly Emirates e, a seguito della rottura dei rapporti diplomatici, la compagnia degli Emirati Arabi Uniti ha sospeso tutti i voli verso il Qatar. Tuttavia, come riporta Sky Sport, la proprietà ha dichiarato al giornale Le Parisien che “la crisi diplomatica non avrà alcun effetto sul Paris Saint Germain, non c’è nessuna preoccupazione. Fly Emirates è legata con noi fino al 2019 e ci garantirà i 25 milioni all’anno previsti”.

Commenti

giovinap

Sab, 10/06/2017 - 12:22

i paesi musulmani devono essere rasi al suolo , questi animali saranno la causa dell'estinzione del genere umano , percio prima cha avvenga questo , estinguiamo loro .

Ritratto di bandog

Anonimo (non verificato)

Ritratto di hardcock

hardcock

Sab, 10/06/2017 - 13:00

E' giusto. Anche l'idiota si è venduto per una manciata di euro. Sulla maglia del Milan spicca Fly emirates che schifo tutti traditori. Molice Linyi Shandong China

Ritratto di Zvallid

Zvallid

Sab, 10/06/2017 - 13:28

I sauditi sono arrabbiati perchè il Qatar sovvenziona i terroristi islamici, come dire Hitler che si arrabbia col Lussemburgo perchè sovvenziona i partiti Nazisti

Ritratto di Sarudy

Sarudy

Sab, 10/06/2017 - 17:03

... paese altamente democratico l'Arabia Saudita la preferita di Trump fra gli Arabi. E che coraggio da pecora quello del Barcellona che per i mondiali cambierà sponsor e quindi tutto risolto non essendoci più il marchio Quatar. Ma che Mondo di Me.r.da è questo??? Ma nessuno ha più il coraggio di dirlo???

Martinico

Sab, 10/06/2017 - 17:52

Sarudy... Mondo di Me.r.da.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Sab, 10/06/2017 - 18:49

giovinap: c'è chi pensa la stessa cosa di Napoli (io non sono fra quelli)...

seccatissimo

Dom, 11/06/2017 - 01:42

Gli islamici sono fondamentalmente bestie del medioevo che pensano e vivono come tali ancora oggi nel 2017 ! Via tutti gli islamici dall'Europa ed in particolare dall'Italia !