Arrestato in Bangladesh un leader di Al Qaeda

Nell'ambito di una vasta operazione antiterrorismo è stato arrestato, assieme a altri 11 jihadisti, anche Mainul Islam, il capo dei terroristi nel subcontinente indiano

Secondo quanto riferito dalle autorità del Paese, la polizia del Bangladesh ha catturato il leader di Al Qaeda nel subcontinente indiano, Mainul Islam, assieme ad altri 11 sospetti terroristi. L'uomo è stato arrestato durante un'operazione antiterrorismo a Dacca, iniziata ieri e tuttora in corso. Tra gli altri militanti arrestati c'è inoltre l'alto esponente del gruppo terroristico Zafor Amin, hanno riferito ancora. Sono stati anche sequestrati esplosivi, materiali per fabbricare bombe e libri su tecniche di combattimento e indottrinamento.

I presunti insorti catturati hanno confessato negli interrogatori l'intenzione di condurre attentati nella capitale, dopo la celebrazione a fine mese della festa di Eid al-Fitr, che segna la fine del ramadan. Il leader Mainul Islam era in precedenza tra i massimi
esponenti del gruppo Harkat-ul-Jihad-al-Islami, fuorilegge in Bangladesh dal 2005, ed era attivo nell'attuazione di attentati terroristici. Tra quelli di cui è responsabile c'è l'attacco che a Nuova Delhi in India nel 2011 causò 12 morti. Lo scorso settembre il leader di Al Qaeda, Ayman al Zawahiri, aveva annunciato la formazione del ramo nel subcontinente indiano della rete terroristica.

Gli esperti l'hanno giudicata una mossa destinata a riacquistare visibilità agli occhi di possibili nuove reclute per la jihad, di fronte alla notorietà dello Stato islamico. La cattura di Mainul Islam è il secondo duro colpo inferto al gruppo questa settimana, dopo che in Pakistan è stato ucciso il leader locale noto come Abdali.