Arrestato un sospetto jihadista per la strage a Barcellona

Un 24enne avrebbe fornito gli esplosivi alla cellula che ha organizzato la strage

C'è un altro sospettato in manette in Spagna, accusato di avere avuto un ruolo negli attentati che il mese scorso hanno insanguinato Barcellona e Cambrils. Arrestato a Vinaroz dalla Guardia civil, un giovane di 24 anni avrebbe fornito supporto logistico al sedicente Stato islamico (Isis) nella preparazione della strage sulla rambla.

Sarebbe stato lui a trovare il materiale esplosivo che faceva parte del piano originario e aveva stretto rapporti con diversi terroristi, tra cui il capo della cellula Abdelbaki Es Satty.

Secondo il quotidiano locale La Vanguardia il 24enne è di origini marocchine, ma è residente in Spagna. È accusato di avere acquistato sostanze per realizzare 100 chili di esplosivo Tatp.