Attentato di Dortmund, arrestato presunto autore: ​"Movente economico"

La polizia tedesca ha arrestato un uomo sospettato di essere l'autore dell'attacco dinamitardo contro il bus del Borussia Dortmund dello scorso 11 aprile

La polizia tedesca ha arrestato un uomo sospettato di essere l'autore dell'attacco dinamitardo contro il bus del Borussia Dortmund dello scorso 11 aprile. Lo rende noto la procura federale spiegando che dietro l'attacco vi sarebbe un motivo di tipo economico e non terroristico. L'uomo Sergei V, di 28 anni, cittadino con doppia nazionalità tedesca e russa, aveva acquistato opzioni sul titolo di Borussia Dortmund, sperando di ottenere profitti se le azioni della squadra fossero scese dopo l'attacco. Se uno dei giocatori fosse morto o fosse rimasto ferito gravemente questo avrebbe potuto provocare il crollo delle azioni. L'uomo è accusato di tentato omicidio e di aver procurato danni fisici e esplosioni.

Secondo quanto riporta la Bild online, Serjey avrebbe acquistato un pacchetto di 15 mila azioni per un valore di 78 mila euro con scadenza al 17 giugno 2017: se le azioni del Borussia fossero crollate, avrebbe avuto un profitto fino a 3,9 milioni di euro. La polizia è ora alla ricerca di due complici, che avrebbero aiutato il 28enne a trasportare l'esplosivo sul posto.

Commenti

Ernestinho

Ven, 21/04/2017 - 10:26

Speriamo che gli diano l'ergastolo, lì i soldi non servono!

Ritratto di pravda99

pravda99

Ven, 21/04/2017 - 11:59

Che fregatura eh? Non e` islamico. E cosi` nessuno commenta. Anzi, nessuno apre l'articolo. A che pro, se poi non possono sfogare le loro fregole? Per fortuna c'e` Parigi eh?

ziobeppe1951

Ven, 21/04/2017 - 13:03

Un povero pirla russo, nostalgico dei bei tempi della pravda

tonixx

Ven, 21/04/2017 - 13:31

Ah meno male. che sollievo, per un po' avevo pensato che fosse l'ennesima operazione psicologica di strategia della tensione 2.0 creata dalla CIA.

tonixx

Ven, 21/04/2017 - 14:01

Ah Gia Russo

tosco1

Ven, 21/04/2017 - 14:05

pravda99 si è proccupato per i mancati commenti. Io è da stamani che non riuscivo ad entrare . A parte il fatto che è molto improbabile che non sia vero, dato che la Germania ha precedenti in merito(il pulman era "incidente stradale"), direi che parlare male della guerra "santa" islamica è uno sport nel quale è difficile sbagliare il bersaglio, anche ad occhi chiusi.Se cambieranno gli attuali infami politici europei, la reazione a questa infamia può diventare estremamente pericolosa per gli islamisti.Come uno tsunami.

Ritratto di Auramaga

Auramaga

Ven, 21/04/2017 - 14:07

la germania e' conosciuta per la trasparenza dell'informazione e per la neutralita' rispetto agli islamici, immigrati e profughi voluti da merkel vicino al voto... ... che strano che la merkel e' contro la russia ed un russo fa un attentato... mumble mumble ... ci stanno prendendo in giro ? questo e' il primo russo che fa un attentato in europa che io sappia... che strano... proprio quando fa comodo alla merkel

Ritratto di Giano

Giano

Ven, 21/04/2017 - 14:27

Ora ho capito. E' un nuovo modo di giocare in borsa. Però c'è qualcosa che non mi è chiaro. Volete dire che in Germania in Borsa si guadagna quando il valore delle azioni crolla? E che investendo 78 mila euro, in pochi mesi se ne possono guadagnare quasi 4 milioni? Che strana Borsa hanno da quelle parti. Ecco perché, mentre noi siamo sempre in crisi, i tedeschi se la passano bene. Mi sa che ci traferiamo tutti a Francoforte, investiamo poche migliaia di euro sulla Bayer, poi facciamo saltare un camioncino che fa le consegne di medicinali alle farmacie della Baviera, le azioni Bayer crollano e noi diventiamo ricchi. Wow...

Ritratto di pravda99

pravda99

Ven, 21/04/2017 - 14:30

ziobeppe1951 - E dai, non insulti no? Lei e` simpatico perche' e` rustico, verace, sanguigno, un po' alterato delle volte, forse dal vino cattivo, ma sotto sotto non e` malvagio come vuol far credere. Quella della Pravda poi, gia` gliel'ho spiegato: i bei tempi della Pravda li ha risuscitati proprio il Giornale, aderendo al ruolo di disinformazione e propaganda mendace tipici del regime sovietico. (ergo il mio nick, giusto?). Almeno quelli della Pravda e i lettori che bevevano le panzane, dovevano farlo pena il gulag. Ma i seguaci fedeli e acritici del Giornale che scuse hanno?