Austria, per i richiedenti asilo "priorità speciale" in ospedale

Ammissione dell'autorità sanitaria di Vienna: i profughi vengono fatti passare avanti "per via dei problemi con gli interpreti". Furiosi i pazienti austriaci

I richiedenti asilo venivano "sistematicamente fatti passare avanti" nelle liste d'attesa per le visite mediche in ospedale.

È successo in Austria, per esplicita ammissione dell'autorità sanitaria: "I richiedenti asilo hanno effettivamente ottenuto un canale prioritario per via dei problemi con gli interpreti", hanno spiegato dal Krankenstaltenverbundes - l'organismo che a Vienna gestisce una dozzina di ospedale.

La decisione delle autorità sanitarie, però, ha fatto inferocire le decine di pazienti, austriaci e non, in fila con l'influenza che si sono visti sorpassare dai profughi. I richiedenti asilo, infatti, devono essere sottoposti a visita medica come parte del processo di registrazione: l'altissimo numero di ingressi (l'Austria nel 2015 ha accolto infatti novantamila migranti) ha messo a dura prova la capacità del sistema sanitario nazionale.

Gli stessi medici sono sotto stress: basti pensare che a settembre - nel mezzo dell'emergenza, quando le televisioni mostravano le immagini dei viennesi che accompagnavano i migranti in macchina lungo l'autostrada - i medici offertisi volontari per curare i richiedenti asilo erano cinquencento. Oggi, il numero è precipitato a meno di duecento.

Annunci
Commenti

Fjr

Mer, 10/02/2016 - 13:27

Con Haider tutto questo non sarebbe accaduto

Una-mattina-mi-...

Mer, 10/02/2016 - 13:33

E tanti vanno all'ospedale perchè si picchiano fra di loro

berserker2

Mer, 10/02/2016 - 13:39

ahahahahaha

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 10/02/2016 - 13:41

Perché in itaglia non è forse così???

Malacappa

Mer, 10/02/2016 - 13:48

E hanno ragione a incazzarsi gli austriaci.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 10/02/2016 - 14:17

Ma va'? In Italia una cosa del genere sarebbe, semplicemente, inconcepibile...

Ritratto di DASMODEL

DASMODEL

Mer, 10/02/2016 - 15:43

Come il Sig.@Fjr ha accennato con ragione...se avessimo ancora Herr Haider col ca...volo ì 'migranti' saltavano la fila,anche da noi i pappa-molle abbondano.

vraie55

Gio, 11/02/2016 - 01:46

il problema si risolve spedendoli quasi tutti in Italia (cosiddetta)

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 11/02/2016 - 13:15

Quando sfreccia la Croce rossa a sirene spiegate, a volte c'è qualcuno che si accoda perché lui è furbo e si avvantaggia sulle disgrazie altrui. Analogamente i cristiani di Siria minacciati dalla guerra di Obama hanno diritto ad ogni accoglienza, invece quelli che pretendono di mangiare bere e andare a spasso, vanno rimpatriati ambress ambress. Eppure il Renzi, che professa l'arte del Michelazzo, li tratterrebbe in Italia quali suoi elettori, coi cinesini delle "plimalie"...