Elezioni in Austria, Kurz vola. L'ultradestra paga l'Ibizagate

I conservatori del cancelliere in testa nelle elezioni legislative anticipate. L'FPÖ subisce un crollo del 10% e scivola in terza posizione

Le elezioni anticipate erano state annunciate lo scorso 18 maggio non appena lo scandalo "Ibizagate" aveva travolto il leader del Partito della Libertà Austriaco (FPÖ), Heinz-Christian Strache, facendo così implodere la coalizione di governo allora composta dai conservatori del cancelliere Sebastian Kurz e dall'estrema destra. A pagare per questo scandalo è stato proprio il FPÖ che è crollato di dieci punti percentuali sprofondando al 17% e scivolando così in terza posizione. Stando alle proiezioni diffuse dalla tv pubblica ORF alla chiusura dei seggi, i conservatori del cancelliere uscente Sebastian Kurz conducono le danze con circa il 37% dei voti, migliorando di circa sei punti rispetto al 2017. L'ultradestra crolla, perdendo 10 punti rispetto al 2017 e scivolando al 16% circa. I veri vincitori sembrano essere i Verdi, trainati da una sorta di "effetto Greta": alle legislative del 2017 non avevano superato la soglia di sbarramento del 4%, mentre ora registrano un aumento dei consensi di oltre 10 punti raccogliendo il 14,3% dei voti e torneranno dunque in Parlamento. Quanto al partito socialdemocratico SPÖ, è seconda forza politica con il 22%, in calo però di oltre 5 punti rispetto alle ultime elezioni.

Il rebus delle alleanze è tutto da risolvere e i negoziati potrebbero durare settimane. Sulla carta Kurz avrebbe la possibilità di formare una coalizione con i socialdemocratici, con l'estrema destra o con i Verdi. Ma tutte le opzioni risultano pericolose dal momento che il giovane conservatore ha promesso agli austriaci di tornare alla stabilità.

Dietro le quinte molti nel partito fanno pressioni affinché valuti seriamente un ritorno all'alleanza con la sinistra, una formula che ha governato l'Austria per 44 anni dopo la Seconda guerra mondiale, ma l'ex cancelliere sa che questo gli farebbe perdere popolarità. Anche la riproposizione di un'alleanza con l'FPÖ, esclusa peraltro poco dopo la diffusione dei risultati dal suo leader Norbert Hofer, non sarebbe felice, dal momento che il partito di estrema destra è stato fortemente sanzionato dagli elettori alle urne.

A far implodere la coalizione guidata da Kurz era stata la diffusione, il 17 maggio scorso, di un video girato di nascosto nel 2017 sull'isola di Ibiza (guarda il video). Da qui il nome "Ibizagate". In quelle immagini si vedeva Strache proporre appalti pubblici a quella che credeva essere una oligarca russa per ottenere in cambio fondi occulti. Subito dopo la pubblicazione del documento da parte dello Spiegel e del Süddeutsche Zeitung, il leader del FPÖ si era immediatamente dimesso da vicecancelliere e dalla guida del partito. Da quel momento il timone del Paese è stato affidato a un governo ad interim guidato da un magistrato, Brigitte Bierlein, e l'ultradestra ha continuato a perdere voti fino al crollo registrato oggi alle urne che la spinge all'opposizione. "Non abbiamo ricevuto un mandato chiaro per continuare la coalizione (con i popolari di Kurz, ndr)", ha detto il segretario generale del partito, Harald Vilimsky.

Come già in altri Paesi dell'Unione europea, anche alle elezioni in Austria si registra un forte exploit dei Verdi nelle elezioni anticipate di oggi in Austria. Il partito ecologista ha, infatti, registrato il miglior risultato mai incassato fino ad oggi. Un aumento dei consensi di oltre dieci punti percentuali che li porta al 14,3% dei voti e a tornare in parlamento. Il partito ecologista governa già diverse regioni con i conservatori, ma a livello federale in molti sono scettici su una possibile alleanza per le diversità che bisognerebbe colmare su temi come l'ambiente e l'immigrazione. E, a urne chiuse, il leader Werner Kogler ha subito chiarito che una eventuale coalizione potrebbe essere valutata solo se Kurz effettuerà un "cambiamento radicale" di direzione rispetto alla sua precedente alleanza con l'estrema destra, in particolare sulle questioni ambientali ma anche nella "lotta contro la corruzione" e "povertà".

Commenti

agosvac

Dom, 29/09/2019 - 17:59

In Spagna si vota anticipatamente, in Austria si vota anticipatamente, in Italia Mattarella impedisce il voto agli italiani. Verrebbe da chiedere: ma sono democratici i Paesi che votano oppure in Italia c'è una dittatura che non fa votare??? Mattarella è davvero democratico?????

Ritratto di MyOwnBoss

MyOwnBoss

Dom, 29/09/2019 - 18:10

Oh,che strano! Un altro partito della destra becera e sovranista che va a bagno a causa dei soldi che speravano di avere dai russi. Ci ricorda qualcosa?

lorenzovan

Dom, 29/09/2019 - 18:15

nessun problema cari sovranisti...pifferai magici...vincerete la prossima volta...

Ritratto di illuso

illuso

Dom, 29/09/2019 - 18:22

@agosvav, bella domanda a cui è difficile rispondere, credo che le alte sfere siano convinte che non ci meritiamo la democrazia...

Andrea_Berna

Dom, 29/09/2019 - 18:25

In Europa si vota solo quando si ha la certezza che non vincano i partiti nazionalisti, quanto piuttosto i gretini e compagni vari. Si vota all'infinito fino a che le sinistre non vincono per estenuazione (vedi spagna) o non si vota più, fintanto che le destre sono in vantaggio (vedi Italia). Benvenuti nell'unione eurosovietica.

Una-mattina-mi-...

Dom, 29/09/2019 - 18:32

MyOwnBoss Dom, 29/09/2019 - 18:10 - CERTAMENTE SI'! A ME RICORDA che il PCI fin dal 1948, come è stradocumentato, ha preso soldi dalla Russia, ma soldi veri, mica fuffa immaginaria. I ricordi sono tantissimi: ad esempio, dal '70 al '77, i 23 milioni e 300 mila dollari versati dai sovietici ai comunisti italiani, secondo quanto si ricava dal "rapporto Impedian numero 122" : 23 milioni corrisposti nel giardino della villa dell'ambasciatore dell'Urss a Roma nelle mani di Anelito Barontini, funzionario del partito e uomo al quale Armando Cossutta delegava le delicate funzioni. Potrei andare avanti... la memoria c'è ancora

Arnyarny

Dom, 29/09/2019 - 18:39

Myownboss,altro pirla che viene qui a spare m....te

Pippo3

Dom, 29/09/2019 - 18:39

Kurz dovrà fare un governo con i socialisti o con i verdi, finirà nei casini come la Merkel, e si aprirà un'autostrada alla destra come accaduto in Germania con AfD

Pippo3

Dom, 29/09/2019 - 18:40

lorenzovan è il solito genio, non ha capito che Kurz è quello che ha proposto il doppio passaporto per i sud-tirolesi, uno indubbiamente di sinistra,ma a voi vi fanno con il ciclostile?

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Dom, 29/09/2019 - 18:41

Gli austriaci sono caduti nella trappola tesa dalla sinistra, poco male, è un arretramento temporaneo. Per fortuna in Italia, in Germania, in Francia, in Grecia sta avvenendo l'opposto: Lega, FN, FdI, AFD, RN e Alba Dorata volano Il futuro è di governi forti e nazionali che garantiscano ORDINE, SICUREZZA, DISCIPLINA, DIFESA DEI SACRI CONFINI con CAPI carismatici che li guidino: Salvini (Capitano della Lega, Le Pen (leader RN), Gauland (Fuhrer di AfD), Michaloliákos (Capo di Alba Dorata) sono alla testa dei loro popolo contro i corrotti regimi demoplutocratici.

lorenzovan

Dom, 29/09/2019 - 18:51

andrea berna..sarsanno i tristi ricordi del popolo italiano..e non solo..inneggiante ai cannoni e non al burro?o il terrore dei clienti di wanna maechi e dei maghi sparsi in tutta la penisola?o la paura dei terrapiattisti...dei novax..no tax..no cervello che imperversano nell ex bel paese?

Marguerite

Dom, 29/09/2019 - 18:57

Da notare che i sovranisti austriaci non hanno niente da vedere con Salvini! Loro sono per l’economia E niente DEBITO. L’Italia viene molto criticata dalla destra austriaca, perché l’Italia è un paese corrotto, sfaticato e spendaccione...poi Non volete paragonare un tipo elegante come Kurz e un Salvini vestito come un pezzente col Rosario? Poi Kurz parla perfettamente l’inglese.... e poi a Kurz i Verdi e i gay...piacciono....non è anti-aborto e non è anti Europa!!!

Nick2

Dom, 29/09/2019 - 18:58

In tutte la democrazie PARLAMENTARI (repubbliche o monarchie non importa), si vota quando in PARLAMENTO non si riesce a trovare una maggioranza che permetta di formare un governo. Se il PARLAMENTO la trova, non si vota né in Austria, né in Spagna, né in Italia. Finitela di scrivere sciocchezze!

Ritratto di Svevus

Svevus

Dom, 29/09/2019 - 19:15

Ibizagate ? Chiiedete alla sig.ra Rebecca Kazmierczak Jentzen e ai servizi segreti che hanno ordito lo stesso trucco con Matteo....pagando una avvenente signora ....

Ritratto di Spiderman59

Spiderman59

Dom, 29/09/2019 - 19:22

In Italia le elezioni non hanno alcun valore precipuo, anche quando è impossibile ci sia mai netta maggioranza, per tale motivo l'accozzaglia centro/sinistra avrà sempre in un modo o nell'altro le mani in pasta. Le forze armate attuali non sono all'altezza di poter prendere decise iniziative e gestirle, per cui speranze ci possa essere svolta politica, al momento non ne intravedo.

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Dom, 29/09/2019 - 19:33

Greta ha spazzato via l'ultradestra: chi votava di pancia si è rivolto verso il movimento per la tutela del pianeta

Ritratto di MyOwnBoss

MyOwnBoss

Dom, 29/09/2019 - 19:34

Ma questi fessacchiotti che vorrebbero votare quando pare a loro lo sanno che le maggioranze si formano in Parlamento? Evidentemente non si ricordano che il PRIMO INCIUCIO l'ha fatto il loro Caporale tradendo l'elettorato di CD per mettersi coi grillini. E ora piagnucolano perché i grillini gli hanno rigirato la frittata mettendosi col PD. Chi la fa l'aspetti!

Ritratto di cokieIII

cokieIII

Dom, 29/09/2019 - 19:52

Spiace che gli austriaci siano rincoglioniti come i tedeschi (che hanno ancora la kulona da 13 anni). L'ibizagate e' uno scandalo per il tentativo di corruzione non riuscito a danno di Strache e documentato dal video stesso. Strache qui e' la vittima, doppimente per aver perso la sua carica. E al complotto non c'e' nessun dubbio visto che Kurz pretese le dimissioni di Kickl che con l'Ibizagate' non c'entrava per niente

REX2

Dom, 29/09/2019 - 19:59

Kurz vola. Beati gli austriaci.

rokko

Dom, 29/09/2019 - 20:05

agosvac, ha ragione. Mi sono chiesto anche io come mai siano passati 23 anni dalle ultime elezioni in Italia, mi viene il dubbio che ci sia la dittatura.

andrea70ge

Dom, 29/09/2019 - 20:22

In Italia c’e’ una maggioranza.Giusto non votare.I Sovranisti alla fine sempre sconfitti perché improbabili

Ritratto di bettytudor

bettytudor

Dom, 29/09/2019 - 20:49

Se non lo sapete, è stato messo a punto un sistema di trucchi elettorali, già sperimentato, con successo, in Francia con la vittoria di Macron e adesso anche in Austria, col crollo della destra. In Italia si stanno esercitando, perché è un po'più difficile, ma fra tre anni sarà perfetto. Invece di indagini politiche, occorrerebbero indagini poliziesche, ma chi le fa? La sinistra è super finanziata e protetta legalmente dal globalismo internazionale e il 98% della stampa diffonde o oscura notizie a suo favore. Rassegnatevi, non c'è altro da fare. La destra in Europa non vincerà mai veramente. Guardate che sono disposti a tutto, omicidio compreso (v. Haider).

faman

Dom, 29/09/2019 - 20:50

quando emerge un politico che sottrae argomenti ai nazional-sovranisti, li massacra. Un "Kurz" ammazza Salvini è il politico che manca in Italia.

faman

Dom, 29/09/2019 - 21:03

agosvac-Dom, 29/09/2019 - 17:59: in Spagna e Austria non si è votato per grazia divina, ma semplicemente perchè non era possibile nessuna maggioranza. In Italia è sorta prima una maggioranza Giallo-verde e poi Giallo-rossa, nessuna delle due votate, ma legittime. Comunque due brutte maggioranze.

albero_a_cammes

Dom, 29/09/2019 - 21:10

Li col 17% si va a casa, qui col 18% al governo...

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 29/09/2019 - 22:09

Altro stato che è andato in pappa.

seccatissimo

Lun, 30/09/2019 - 02:21

x agosvac Dom, 29/09/2019-17:59 - Ti faccio osservare che tutti i partiti e tutti gli stati che nella loro denominazione ufficiale contengono l'aggettivo "democratico", sono in effetti delle dittature !

ST6

Lun, 30/09/2019 - 04:16

STUDIATE BRUTTI GRETINI: 4 Marzo 2018: "È il Movimento 5 stelle il vincitore indiscusso delle elezioni politiche 2018 con il 32% dei voti, mentre il centrodestra conquista la posizione di prima coalizione con il 35%. Ma la maggioranza non va a nessuno." NIENTE MAGGIORANZA = INCIUCIO SALVINI+M5* CAPITO, GRETINI???

QuasarX

Lun, 30/09/2019 - 07:18

nuova votazione e la maggioranza e' la stessa sempre kurtz + destra

donzaucker

Lun, 30/09/2019 - 08:54

Vi consiglio di provare a leggere i commenti di Piersilvio46 con la musichetta e la voce stile "Istituto Luce", vedrete che spasso! Piersilvio46, grazie di esistere mi migliori sempre la giornata LOL

andrea70ge

Lun, 30/09/2019 - 10:39

Berlusca ha pienamente ragione.Chi crede al Sovranismo non può che credere anche a Babbo Natale e Pinocchio.