Belgio, l'ira degli islamici: vietata la macellazione rituale degli animali

Critiche al governo del Belgio arrivano, a causa della legge anti-sgozzamento, anche dalla comunità ebraica, che parla di "attacco alla libertà di culto"

In Belgio è stata appena varata una legge a protezione del benessere animale, che ha fatto subito infuriare la comunità islamica.

La nuova normativa rende illegale la macellazione rituale prevista dai precetti coranici vigenti in ambito culinario. In particolare, le regole appena introdotte vietano lo “sgozzamento ad animale ancora cosciente”, obbligando quindi tutti i macellai a recidere la gola di mucche, capre e pecore soltanto dopo avere “stordito” o “sedato” tali bestie.

Le recenti disposizioni adottate a livello federale si aggiungono a quelle approvate nei mesi precedenti dai parlamenti delle regioni della Vallonia e delle Fiandre, tutte sollecitate dalle ong ecologiste e contestualmente avversate dalle autorità musulmane.

Il principale movimento ambientalista che ha finora promosso la stretta delle autorità del Belgio contro lo sgozzamento degli animali prescritto dal Corano si chiama Global Action in the Interest of Animals (Gaia). La sua leader, Ann De Greef, ha esultato per le regole appena introdotte dalle istituzioni federali affermando: “Ora anche il Belgio, come la Svezia, la Norvegia e la Danimarca, ha una normativa completa contro le pratiche barbare ai danni degli animali. La nostra battaglia però proseguirà, al fine di indurre la Commissione e il parlamento Ue ad approvare regole analoghe, così da fare finalmente sparire dall’Europa la brutale macellazione praticata ancora in tanti esercizi commerciali”.

All’interno della comunità maomettana del Belgio, le critiche più feroci all’indirizzo della stretta disposta dalle autorità vengono lanciate dai titolari di macellerie halal, che seguono appunto l’antica prescrizione dello sgozzamento ad animale ancora cosciente. I rappresentanti di tale categoria di commercianti hanno infatti subito bollato come “islamofoba” la legge da poco in vigore, accusando contestualmente il governo di volere “rendere la vita impossibile” ai residenti decisi a ottemperare ai comandamenti del Corano e della sharia in campo culinario. I vertici maomettani locali hanno quindi minacciato “ricorsi fino alla Corte costituzionale”, pur di vedere cancellate le disposizioni ecologiste.

La mossa del parlamento di Bruxelles ha però causato anche il malcontento della comunità ebraica, in quanto, ad avviso di quest’ultima, le nuove norme renderebbero illegali le regole culinarie contenute nella Torah, in particolare la macellazione casher, eseguita con un rapido taglio della vena giugulare della bestia. Secondo Yohan Benizri, presidente della federazione delle organizzazioni ebraiche del Belgio, la recente legge costituirebbe un’“invasione della sfera religiosa da parte dello Stato” e una “palese compressione della libertà di praticare culti”.

Commenti

Brutio63

Lun, 09/09/2019 - 10:32

Giusto sospendere questa pratica barbara e medievale! Se non piace possono benissimo andare o tornare dove stanno meglio!

cir

Lun, 09/09/2019 - 10:38

bellissima notizia !!

dagoleo

Lun, 09/09/2019 - 10:56

La legge è giustissima e civilissima ma vedrete che per loro non verrà applicata; troveranno qualche eccezione. e comunque di fatto nelle loro macellerie non lo faranno. poi quando saranno maggioranza nel paese (e non ci vorrà molto) la cambieranno. se la montagna non và a Maometto, sarà lui ad andarci. Allah è al bar.

cgf

Lun, 09/09/2019 - 11:25

L'usanza di macellare in quel modo non è medievale, affonda le radici molto tempo prima. La Shechitah, conosciuta anche come macellazione kashèr, prevede che l'animale sia ucciso con rispetto, la lama estremamente affilata ed il taglio rapido ottengono un calo immediato della pressione sanguinea al cervello con perdita della coscienza. Questo rituale è stato messo per iscritto circa 2700 anni fa, ma in vigore per consuetudine da moltissimo prima non solo per gli animali destinati ai sacrifici, anche quelli non ebrei. Il barbapedo ha anche qui scopiazzato mettendoci del suo. A quei tempi non si avevano le conoscenze di oggi e guai cambiare la tradizione sebbene sia evidente che quanto scritto nel Deuteronomio, e scopiazzato poi, è più per dare delle regole di vita e comportamento che dettato da ispirazione divina, infatti la macellazione e cosa macellare non sono gli unici dettami riportati, molti di questi anch'essi scopiazzati. Prevedo un aumento di carne macellata all'estero.

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 09/09/2019 - 15:15

ohi,ohii,ohiiiii mò sono stravolatili diabetici vostri!!

Marguerite

Lun, 09/09/2019 - 16:21

ERA ORA! , che cxxxo aspettava il Belgio per proibire questi riti barbari???? Spero che in Italia sia proibito, come in Francia e in Svizzera!!!!!

lorenzovan

Lun, 09/09/2019 - 17:41

se ne facessero una ragione...vivono in euiropa..rispettino le leggi europee..se a loro non piace proprio..possono sempre ritonare al villaggio natio ..con atrmi bagagli mogli figli e ytelevisioni... Deytto da uno che non e' certo legaiolo o"fassista."..lolololololo

lorenzovan

Lun, 09/09/2019 - 17:43

quando regole igieniche sono state trasformate in leggi religiose..non puo' che diventare un caos di imbecilli fanatici credenti in cavolate che non hanno niente a che vedetre con la vera religione

cir

Lun, 09/09/2019 - 18:02

Marguerite .. sai benissimo che in italia e in Francia non e' proibito.

cir

Lun, 09/09/2019 - 18:36

lorenzovan : Brigitte Bardot in FRANCIA venne accusata di antisemitismo poicche' denuncio' pubblicamente la macellazione koscher ....

Divoll

Lun, 09/09/2019 - 19:15

L'islam e' incompatibile con le nostre leggi, la nostra mentalita' e i nostri valori. I musulmani che vogliono stare in Europa devono adeguarsi o, ancor meglio, tornarsene a casa, visto che quello stile di vita gli piace di piu'.

antonomasia

Lun, 09/09/2019 - 21:12

NE HO VISTO TANTISSIMI DI MUSSULMANI SBRONZI COME SCIMMIE ALTRI SBAFFARSI UN PANINO COL PROSCIUTTO E ALLHA NON HA FATTO NULLA QUINDI SVEGLIATEVI CHE HA FATTO GIORNO