Gli Stati Uniti schierano i bombardieri strategici B-52 in Europa

Per il B-52 si tratta del più grande dispiegamento in Europa dai tempi di Iraqi Freedom. I bombardieri strategici effettueranno missioni di addestramento e pattugliamento

Gli Stati Uniti hanno schierato una flotta di sei bombardieri strategici B-52 Stratofortress presso la Royal Air Force Fairford, nel Regno Unito.

Per il Buff si tratta del più grande dispiegamento in Europa dai tempi di Iraqi Freedom nel 2003. I B-52 del 2nd Bomb Wing, provenienti dalla base aerea di Barksdale, Louisiana, effettueranno missioni di addestramento e pattugliamenti operativi nel teatro europeo. Fairford funge da funge da base operativa avanzata per tutte le piattaforme pesanti e strategiche dell’Air Force.

Stati Uniti, bombardiere strategico B-52 Stratofortress

La capacità nucleare dell’Air Force si basa su 46 bombardieri B-52H e venti B-2A stealth. Costruiti in ventuno esemplari (uno perso in un incidente nel 2008), il B-2A è l’unico asset a bassa osservabilità dell'Aeronautica Militare degli Stati Uniti a cui è demandata la proiezione strategica. L'Air Force manterrà il B-2 in servizio attivo fino al 2058. Il nuovo bombardiere strategico subsonico a lungo raggio, denominato B-21 Raider, entrerà in servizio soltanto nel 2025. Il B-52 non è stato pensato per penetrare le difese nemiche moderne, ma per trasportare i missili da crociera nucleari a lungo raggio e per il bombardamento in ambienti permissivi. L’intera linea supersonica Rockwell International B-1B Lancer, infine, è stata denuclearizzata.

La proiezione strategica statunitense si basa prevalentemente sui bombardieri a lungo raggio Boeing B-52, che effettuarono il loro primo volo nel 1952. Dei 744 B-52 costruiti, ne restano in servizio soltanto settantasei, aggiornati alla configurazione H. Il B-52 può trasportare 31.500 kg di carico bellico. Entro il prossimo anno, l’intera flotta Stratofortress riceverà l’aggiornamento1760 Internal Weapons Bay Upgrade o Iwbu, che prevede la riconversione del lanciatore rotativo strategico esistente in uno convenzionale, consentendo al B-52 di trasportare internamente armi intelligenti o a guida Gps.

L'upgrade aumenta la capacità, la quantità e la varietà di armi imbarcabili in configurazione clean wing. Soltanto dal gennaio del 2016, i B-52 sono in grado di trasportare munizionamento intelligente. I lanciatori, che possono essere spostati da un bombardiere ad un altro, sono in grado di lanciare otto Jdam (Joint Direct Attack Munitions) oltre a trasportare sei esternamente sotto ogni ala. Futuri aggiornamenti, previsti nel 2022, dovrebbero permettere il trasporto misto di missili aria-superficie come il Joint Air-to-Surface o Jassm, il Jassm Extended Range (Er) ed inganni radar miniaturizzati o Miniature Air Launched Decoy. L’aggiornamento IWBU, che utilizza un'interfaccia digitale e un lanciatore rotativo per aumentare il carico utile delle armi, costa complessivamente 313 milioni di dollari.

Il B-52 sarà la prima piattaforma del nuovo missile da crociera con testata nucleare

Boieng ha ricevuto un assegno da 250 milioni di dollari per costruire hardware e scrivere il codice software per testare l'integrazione del B-52 con il Long Range Stand Off o Lrso. La fase di sviluppo ingegneristico e produzione del nuovo missile è fissata al 2022. Il sistema d'arma Lrso sostituirà l'Agm-86B Air Launched Cruise Missile o Alcm. Entrato in servizio nel 1982, l'Agm-86B può essere lanciato soltanto dai B-52. Il Long Range Stand Off sarà configurato sia per il B-51 che per il B-21 Raider.

Commenti

cgf

Ven, 15/03/2019 - 18:57

Inutile far gara chi lo ha più duro, tutti i B52 degli USA non potranno mai fare così tanti danni in Russia quanti un solo 'siluro' russo potrà fare agli Stati Uniti. Ovviamente parlo di 'quel siluro'. p.s. ripescando quanto disse R.Regan di fronte al muro di Berlino, gli americani continuano a spendere sempre così tanto per gli armamenti?