Brasile, Bolsonaro ordina di vietare l’ideologia gender nelle scuole

Combattere l'indottrinamento gender nelle scuole è stato uno degli impegni della campagna elettorale del presidente del Brasile. Nove brasiliani su dieci rifiutano l'ideologia gender

In Brasile il presidente d’origine italiana Jair Messias Bolsonaro ha ordinato di preparare una legge per vietare l'ideologia di genere nelle scuole elementari.

Il presidente del Brasile ha annunciato la sua decisione su Twitter. Ha spiegato che l’Advogado-Geral da União (Agu) ha dichiarato chi è il responsabile della legislazione sull'ideologia di genere, cioè il governo nazionale, essendo una competenza federale. Pertanto, ha scritto Bolsonaro, "ho ordinato al Mec (Ministero della Pubblica Istruzione, ndr.), tenendo conto del principio di protezione globale dei minori, previsto dalla Costituzione, di preparare un Pl (un progetto di legge, ndr.) che proibisce l'ideologia del genere nella scuola primaria".

Adempiendo così ad una delle sue promesse elettorali il presidente del Brasile Bolsonaro, ha vietato l’indottrinamento gender nell'istruzione di base, forte di un sondaggio condotto nell'ottobre 2017 che ha rivelato come nove brasiliani su dieci rifiutino l'ideologia gender nelle scuole.

Seguendo l'insegnamento di Papa Francesco, combattere l'ideologia di genere e l'indottrinamento nelle scuole è stato uno degli impegni più dibattuti della campagna elettorale di Bolsonaro. Adesso è diventato realtà, non senza polemiche. Infatti sono fioccate le critiche al "presidentissimo", accusato dalle associazioni lesbiche, gay, transessuali, bisessuali ed altre, di essere "omofobo" e "razzista". Non sono mancate le critiche anche da alcuni mass media, in particolare dal gruppo mass mediatico progressista "Globo" e dalla sua televisione principale, "Rede Globo", che tende ad influenzare l’opinione pubblica brasiliana contro Bolsonaro. Ma "Globo" teme anche il presidente perché Bolsonaro potrebbe interrompere gli ingenti fondi statali che finanziano il più seguito canale televisivo brasiliano.

Nell’agenda di Bolsonaro c’è la liberazione del Brasile "dal socialismo e dal politicamente corretto" e, a quanto pare, rientra in questa categoria anche la lotta di Bolsonaro all’ideologia gender. Recentemente aveva detto che il suo Paese non diventerà mai un paradiso per il mondo Lgbt e per il turismo che orbita in tale ambito.

Commenti

cir

Ven, 06/09/2019 - 18:02

questa e' una buonissima idea.

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Ven, 06/09/2019 - 18:17

Cioe' vieta una cosa che non esiste...un genio ah ah ah!

newman

Ven, 06/09/2019 - 19:52

Omofobia, Islamofobia, altre fobie, please? La contradditorietá della societá attuale, schiava della political correctness, non accetta diversitá di opinioni. Le opinioni che divergono dalla sua non possono, secondo lei, dirsi razionali ma "devono" essere frutto di una patologia, una fobia per l'appunto. A questo punto la societá dovrebbe riconoscere la impunibilitá di tali opinioni, in quanto frutto di una situazione patologica, e sottoporre il soggetto a cure psichiatriche. Proprio come faceva l'Unione Sovietica. Vi ricordate? Gli oppositori politici (di qualche rilievo) venivano rinchiusi in ospedali psichiatrici, gli altri finivano in galera o nei campi di lavoro in Siberia. La societá moderna e progredita, invece, vuole avere il dolce e mangiarlo allo stesso tempo: le opinioni vengono criminalizzate pur essendo patologiche (fobie) e quindi impunibili. Ci si chiede chi in tale societá é veramente l'infermo di mente. Proprio ... cose da matti. lol

Divoll

Ven, 06/09/2019 - 20:21

Su questo, davvero bravo.

Sacchi

Ven, 06/09/2019 - 20:27

Deometra: Esiste eccome! Vatti a leggere la legge regionale sulla omotransnegatività dell'Emilia-Romagna...tutti i corsi sul gender fatti all'università di Bologna....informati...il termine omofobo l'hai mai sentito? Bene è parte della neolingua dell'gender....

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Ven, 06/09/2019 - 21:11

Si può nascere maschio, femmina ma anche...ermafrodito e così si nasce a causa degli ormoni e/o dei geni ecc; anche nel mondo animale si nasce maschio, femmina o ermafroditi per gli stessi processi e per la loro complessità si può pensare che qualcosa non vada a definire precisamente l’orientamento sessuale degli individui… e che questi processi portino ad essere attratti dal uguale o da entrambi i sessi; la cultura e la famiglia credo c'entrano ben poco nel determinare l'orientamento sessuale, infatti l’omosessualità non è circoscritta a questa o a quella cultura/famiglia di DX o di SX, laica o religiosa (di qualunque religione) atea o agnostica ed EPOCA...l’omosessualità esiste da sempre.. Se i geni gli ormoni ecc possono far nascere un ermafrodito, possono anche far nascere un omosessuale...l’accoglienza nella vita sociale dovrebbe escluderli, relegarli e non dargli gli stessi diritti civili degli eterosessuali? STESSI DIRITTI E DOVERI E STESSA ACCOGLIENZA.

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Ven, 06/09/2019 - 23:10

@sacchi....Omofobia...Ma quale nuova lingua….non diciamo stupidate omofobia …quando l'ho sentito? fin da quando era piccola negli anni 70... tradotto...l'aver paura dell'omosessualità e degli omosessuali anche allora additati come appestati e presi in giro... anche gli atteggiamenti femminili nei maschi e viceversa...e già tra i bimbi/e...gli adulti a "insegnare"....si ricorda di Pasolini...culturagender...cosa vorrà mai? Vorrà quello che vogliamo tutti ognuno con un suo "speciale" normale motivo...ESSERE ACCETTATO ACCOLTO DAGLI ALTRI...L'ALTRO SEI TU E L'ALTRO È TE.,.DemetraAtenaAngerona Eterosessuale...normale matrimonio italiano cattolico...ci sono tanti colori...non solo il mio il suo...tanti...

Divoll

Sab, 07/09/2019 - 21:36

Il numero di persone nate con cromosomi XXY e' molto basso e il numero degli ermafroditi lo e' ancora di piu'. Sono casi "estremi". La diffusione dell'omosessualita' di massa non puo' in alcun modo essere un fenomeno naturale. Sono in gioco alcuni fattori alimentari (per esempio, la gran diffusione della soia in moltissimi cibi - pane, biscotti e molto altro - essendo la soia un fitoestrogeno) e fattori socio-psicologici, quando non psichici, e, per cosi' dire, di emulazione. Entrambi sono fenomeni indotti e creati artificialmente per diminuire la popolazione (soprattutto quella europoide) e per creare decadenza nella societa' occidentale.

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Dom, 08/09/2019 - 11:10

@divoli Ma quale diffusione dell'omosessualita' e poi di massa?...Ma dov'è sta diffusione di massa? Deve essere solo nella testa degli omofobi....l'omosessualita' e' semplicemente piu' visibile rispetto al passato, gli omosessuali non devono nei Paesi Occidentali piu' nascondersi...esiste anche negli stessi numeri nei Paesi islamici....e in Cina dovrebbero essere seguendo il suo ragionamento tutti omosessuali (SOIA)...ci sono numerosi casi di Leader di DX omosessuali attualmente le ricordo la leader di AfD....e in alcune famiglie stessa educazione stessi genitori stessi periodi e contesti eppure fin da bimbi si vede che alcuni sono omosessuali....signor Divoli non c'e' nessuna Spectre che sta tramando contro gli occidentali...tra i migranti africani arrivano omosessuali...i viados brasiliani...non sono bianchi...