Brasile, nuovo massacro: oltre 30 morti in carcere

La vera e propria carneficina, in seguito a scontri tra fazioni criminali avversarie, è avvenuta nel penitenziario di Alcacuz

Nuovo massacro in carcere in Brasile, questa volta in una prigione nella città del nordest Natal. I morti, secondo fonti della polizia, sono oltre 30. La vera e propria carneficina, in seguito a scontri tra fazioni criminali avversarie, è avvenuta nela penitenziario di Alcacuz. Le forze di sicurezza hanno ripreso il controllo all'alba, dopo 14 ore di violenze all'interno dell'istituto. La prigione costruita per 620 detenuti ne contiene oltre mille, tra cui elementi legati alle due maggiori gang criminali del Brasile dedite al traffico e allo spaccio della droga: il Primeriro Comando da Capital (PCC) e il rivale Comando Vermelho. Gli scontri registratisi nelle ultime settimane in varie carceri del paese hanno causato oltre 100 morti, con l'episodio più grave nel penitenziario di Manaus in Amazzonia, con 60 vittime. Molti degli uccisi sono stati decapitati. La guerra tra le bande criminali sarebbe dovuta alla forte espansione del PCC.

Commenti

ziobeppe1951

Dom, 15/01/2017 - 21:00

Bene..bene, quando la feccia si elimina da sola..lasciate fare