Brexit, ufficiali militari: "Più sicuri in Europa"

Una lettera inviata a Downing Street e firmata da 13 ufficiali di Raf e Royal Navy chiede a Cameron di rimanere nella Ue. "Il ruolo del Regno Unito nell'Unione europea rafforza la sicurezza "

Nel Regno Unito tiene bacco la questione Brexit, il desiderio della Gran Bretagna di uscire dall'Unione Europea. Mentre Cameron attende il referendum che consenterà ai cittadini inglesi di decidere se rimanere o meno nella Ue, arriva un'importante segnale dalle forze armate.

Una lettera, firmata da 13 alti ufficiali militari britannici, è stata inviata e indirizzata al 10 di Downing Street, storica residenza e sede del primo ministro conservatore David Cameron. I firmatari della missiva sono tutti ex ufficiali operativi dell'esercito, della Raf (l'aeronautica) e della Royal Navy (la marina militare britannica), tutte figure che tuttavia conservano i loro titoli. Fra questi, l'ammiraglio Alan West, ex 'first sea lord' della marina, e il generale John Kiszeley, ex direttore generale della scuola nazionale della Difesa. Il messaggio è stata diffuso proprio da Downing Street , i militari sottolineano come la Gran Bretagna sia "più sicura in Europa" contro "le minacce globali". Si legge inoltre, "Il ruolo del Regno Unito nell'Unione europea rafforza la sicurezza di cui beneficiamo facendo parte della Nato, aggiunge capacità e flessibilità in termini di cooperazione nella difesa e ci permette di esercitare un più grande potere sul palcoscenico internazionale".

Chiaramente le minacce indicate dagli alti ufficiali e che il Regno Unito deve affrontare insieme all'Europa sono l'Isis e la Russia.