Il camionista polacco eroe lottò fino all'ultimo per evitare la strage

Il camionista polacco Lukasz Urban lottò fino all'ultimo per impedire il massacro. Per bloccarlo sono state necessarie molte coltellate e un colpo di pistola

La frase più emblematica è quella del ministro degli Esteri polacco, Witold Waszczykowski, che ha annunciato che "anche la Polonia ha i propri martiri nella guerra contro Daesh". Un omaggio postumo al camionista Lukasz Urban, morto nel disperato tentativo di sventare l'attentato che lunedì sera è costato la vita a dodici persone morte schiacciate da un tir mentre facevano compere ai mercatini natalizi di Berlino.

Il 37enne alla guida del mezzo sarebbe stato aggredito in qualche punto del tragitto da Torino alla Polonia, sequestrato e condotto a una fine tragica, dopo che il suo Scania R450 venne dirottato e lanciato come arma letale sugli ignari passanti che affollavano le vie più centrali della capitale tedesca.

Secondo le prime ricostruzioni della stampa teutonica, che a sua volta cita fonti investigative, Urban sarebbe stato ripetutamente colpito con un coltello prima di essere finito con un colpo di pistola. È possibile che si sia aggrappato al volante per interrompere ad ogni costo la corsa omicida del camion e che la colluttazione con l'attentatore abbia impedito che il tir proseguisse nel suo tragitto di morte, fermandosi dopo "appena" cinquanta metri.

"Ci deve essere stata una lotta", spiegano gli inquirenti. Il volto tumefatto e insanguinato di Urban testimonierebbe una colluttazione non breve, al punto che il polacco sarebbe stato ancora in vita fino al momento in cui il mezzo pesante ha impattato con la folla.

Secondo la Bild il terrorista lo avrebbe finito con un colpo di arma da fuoco solo una volta che il tir si è fermato. Forse l'estremo tentativo di mettere a tacere per sempre il testimone più scomodo di tutti.

Commenti

chebarba

Mer, 21/12/2016 - 12:00

grazie a lui i morti sono stati "pochi" rispetto a nizza,

Ritratto di MLF

MLF

Mer, 21/12/2016 - 12:19

Povero cristo, che brutta fine... R.I.P.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mer, 21/12/2016 - 12:27

certo che la professionalità de "Il Giornale". Anche le foto le pubblicano all'incontrario!

snips

Mer, 21/12/2016 - 12:36

Vorrei ricordare a tutti quelli che sono intervenuti: Non è perchè le cose sono difficili che non osiamo, è perchè non osiamo che sono difficili.(Seneca) Prima o poi vedrete che le cose..saranno facili anche per noi!

Ritratto di Kampf63

Kampf63

Mer, 21/12/2016 - 12:42

gli eroi a volte lo sono senza volerlo... sic transit gloria mundi

GMfederal

Mer, 21/12/2016 - 12:53

grazie sboldrina e topo Lerner

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 21/12/2016 - 13:05

Onore e rispetto a questo eroe, ucciso da maiali vigliacchi.

kkkkkarlo

Mer, 21/12/2016 - 13:12

Probabilmente questo ragazzo coraggioso ha evitato un ben peggior bilancio... Ma adesso è urgente trovare le modalità per evitare altri "dirottamenti" di tir....

Ritratto di lacedemone

lacedemone

Mer, 21/12/2016 - 13:13

Onore a Lukasz...se possibile vorrei fare una donazione alla famiglia.

Ritratto di bracco

bracco

Mer, 21/12/2016 - 13:16

Migliore di quella feccia politica che ci sta riempiendo di clandestini futura manodopera per la delinquenza e il terrorismo

Reziario

Mer, 21/12/2016 - 13:40

Se non fosse stato disarmato, sarebbe andata diversamente. Se a Nizza ci fossero stati civili legalmente armati, sarebbe andata diversamente. Quando si capirà che disarmare i cittadini onesti e incensurati non ferma nè delinquenti nè terroristi...Quando si capirà che il proibizionismo antiarmi fa il gioco di delinquenti e terroristi, sicuri di trovare cittadini "soft target"...

cicocichetti

Mer, 21/12/2016 - 13:57

vai al diavolo omar

manfredog

Mer, 21/12/2016 - 14:02

..fotografia al contrario..!? ..Certo, per chi è abituato a guidare i..sOmari..!! mg.

Tuthankamon

Mer, 21/12/2016 - 14:18

Bè, se sono capaci di dirottare degli aviogetti di linea, figurarsi quale problema si possono porre per un TIR. Comunque sia, qui abbiamo di fronte operazioni pianificate nel dettaglio. E se qualche volta acciuffano gli esecutori (forse nemmeno tutti), quasi mai vengono presi i "manager" assassini inviati dal califfo o da quelli che lo appoggiano politicamente!

Ritratto di kikina69

kikina69

Mer, 21/12/2016 - 14:30

Mi inchino di fronte al coraggio e alla grandissima dignità dimostrata da questo eroe e martire che da quanto ho capito ha evitato che la strage facesse molti più morti. Si questo signore si deve parlare e farne conoscere il grandissimo atto di generosità ai giovani.

veromario

Mer, 21/12/2016 - 14:39

ma secondo voi il terrorista si è portato il camionista a spasso per berlino vivo ,tanto per fargli fare un giretto,così doveva tenerlo d'occhio e guidare allo stesso tempo,

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 21/12/2016 - 15:04

@Omar, ti sei fatto vivo. Ancora convinto che sia stato un russo? Oppure più probabilmente un tuo correligionario. Se così fosse, dovresti chiedermi scusa, per ieri, visto che mi hai screditato. Fammi vedere le prove che è stato un russo, come hai scritto ieri, oppure sei gravemente inattendibile e probabilmente falso.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 21/12/2016 - 15:06

@Omar, forse la foto sarà al contrario, ma anche la tua testa.

Ritratto di Scassa

Scassa

Mer, 21/12/2016 - 15:09

scassa mercoledì 21 dicembre 2016 Caro giornalista Ivan Francese,per favore imparate a dosare gli appellativi usando il buonsenso comune,lei e tutti i suoi colleghi !!! Se quel disgraziato camionista è stato vittima di un omicidio ,non lo si deve chiamare eroe perché ,trovandovi alle prese tipo......un novello Salvo D'acquisto ,che appellativo usereste ? Fesso?????????scassa.

Raoul Pontalti

Mer, 21/12/2016 - 15:16

Questa ricostruzione implica che il terrorista si trovava alla guida del mezzo con il consenso dell'autista polacco che si sarebbe opposto solo al momento dell'esecuzione della strage, abbreviandola secondo la ricostruzione in parola. Non risulta peraltro che l'autoarticolato fosse condotto da due autisti ma dal solo cugino del titolare della ditta di trasporti polacca. L'autista della strage è dunque salito in cabina Germania con il consenso del polacco poi ucciso? Qualcosa non torna, essendo da escludere che invito domino praesente (grande e grosso per giunta) un tunisino possa mettersi alla guida del mezzo e circolare per Berlino.

Ritratto di kikina69

kikina69

Mer, 21/12/2016 - 15:46

Ma perché dovrebbe avere avuto il consenso? Leggendo l'articolo si evince che è stato finito con un colpo di pistola, per cui mi sembra più che plausibile che non sia intervenuto se non al momento in cui si è accorto di cosa voleva effettivamente fare questo soggetto. Non trovo nulla di strano in questa ricostruzione, vorrei vedere chiunque di noi tenuto sotto scacco da uno che minaccia con il coltello e una pistola.

Biguglia58

Mer, 21/12/2016 - 15:59

@Omar El Mukhtar: stia sereno, si mangi un bel cosciotto di maiale innaffiato con un buon barolo e tutto passa....

Cheyenne

Mer, 21/12/2016 - 17:17

per i sinistri sarà un fascista

celafacciamose.....

Mer, 21/12/2016 - 17:17

Non dobbiamo e non possiamo relegare questo EROE a figura di secondo piano. Mai ne avremo la certezza, ma già dalla ricostruzione che hanno fatto, sembra essere certo che l'EROE si è opposto fino alla morte alla volontà mortifera del vigliacco. E, molto probabilmente, HA SALVATO DIVERSE VITE UMANE. In piedi davanti alla memoria di questo SIGNORE. Senza i se e senza i ma dei miserabili. Onore a te, Lucasz, e grazie.

Cesare007

Mer, 21/12/2016 - 17:40

C'è chi pensa, dopo aver ascoltato con molta attenzione le relazioni da Berlino, che l'autista polacco sia stato ucciso per errore dalla polizia tedesca.

gadertal

Mer, 21/12/2016 - 17:55

LUKASZ URBAN:un nuovo martire vittima del terrorismo.Una preghiera per Lui.

MarcoTor

Mer, 21/12/2016 - 18:05

onore a lui, e un grande vxxxxxxxxo a tutti i miserabili che ci lasciano riempire di clandestini e di terroristi

PerQuelCheServe

Mer, 21/12/2016 - 18:06

Dziękuję Pan Urban (è il solo polacco che conosco purtroppo). Un'altra, ennesima vittima innocente dei maiali terroristi e degli ancor più maiali che alle nostre latitudini li incoraggiano, li finanziano e li proteggono.

fabioerre64

Mer, 21/12/2016 - 18:14

Onore al polacco, adesso spero solo che quando prenderanno la me.da vigliacca la schiaccino come merita...

Ritratto di Leonida55

Anonimo (non verificato)

Ritratto di GMTubini

GMTubini

Mer, 21/12/2016 - 18:29

Non escluderei che al povero autista abbia compreso il vero intento del dirottatore (o dei dirottatori) solo nell'imminenza della strage.

Anonimo (non verificato)

claudio faleri

Mer, 21/12/2016 - 18:40

abiamo il solito pseudo arabo che spara cxxxxxe........il maestro el mukhtar, ma perchè non ti ammazzi almeno porti un guadagno alle pompe funebri

Ritratto di robergug

robergug

Mer, 21/12/2016 - 18:48

@scassa mercoledì 21 dicembre 2016 (scassa mette la data per sicurezza) scassa se qui c'è un povero fesso, quello sei tu scassa.

nunavut

Gio, 22/12/2016 - 00:55

@ raoul Pontalti dunque se sguo il tuo ragionamento sicuramente é il giovane Polacco che é il colpevole il tunisino(piccolino,piccolino) non avrebbe mai potuto immobilizzare il giovanottone bianco,certo tu con una pistola puntata alla testa avresti fatto l'eroe subito.Voi intellettuali mi fate piangere non essendo capaci di valutare la vita della gente normale,quando andate in giro con le varie associazioni ve la spassate e andate dove non c'é veramente pericolo perché siete amici dei nostri nemici e vi proteggono se non per chiedere riscatti ( le due oche nordiche). Pubblicare prego.

lento

Gio, 22/12/2016 - 08:08

Pace alla sua anima !Ma buttare fuori le chiavi del tir,doveva essere la prima cosa da fare ! Adesso gli autisti dei tir di trasporto vivranno nel terrore !