Canada, candidato governatore fa la pipì in una tazza da caffè

Jerry Bance si è dovuto ritirare dalle elezioni federali canadesi dopo le polemiche dopo che il video del gesto è stato mandato in onda da una tv

Perdere una candidatura per uno scandalo. Capita a molti politici, anche a quelli canadesi, solo che in questo caso la candidatura alle elezioni federali canadesi è saltata per un bisognino. Jerry Bance, candidato del Partito Conservatore nell'area di Toronto, è finito nell'occhio del ciclone (e dell'ironia via social) per il Peegate. Nel 2012 Bance urinò in una tazza del caffé di una cliente mentre si trovava nella sua abitazione per alcuni lavori di manutenzione.

Bance, proprietario di una ditta che ripara elettrodomestici, nel momento del misfatto stava lavorando nella cucina della cliente. A quanto pare lo stimolo era troppo urgente per raggiungere il bagno, da lì la decisione di espletare i propri bisogni in una tazza, che ha poi sciacquato e risposto nel lavandino.

Il filmato era già passato sulla CBS all'interno di un reportage che analizzava la qualità dei servizi offerti dai liberi professionisti. L'emittente ha riproposto il serivizio in occasione della campagna referendaria esponendo il Partito del Primo Ministro canadese Stephen Harper, a un forte imbarazzo. "Sono profondamente dispiaciuto - ha tentato di difendersi Bance - sono molto orgoglioso del mio lavoro e il filmato di quel giorno non riflette chi sono io come professionista e persona". Dispiaciuto o no, il partito si è trincerato dietro un laconico "Non è più un candidato".

Commenti
Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Mar, 08/09/2015 - 15:36

Poteva solo essere un conservatore.

vince50_19

Mar, 08/09/2015 - 15:57

marino.birocco - Ben detto: un progressista l'avrebbe fatta per terra senza troppi scrupoli.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 09/09/2015 - 01:28

Chissà cosa avrebbe proposto come candidato conservatore. Tazze da caffè più grandi perché quelle di adesso non contengono tutta la pipì?