Cane eroe salva sua famiglia dai ladri, soppresso perché considerato pericoloso

Il pastore tedesco Kodi ha cercato di fermare gli intrusi armati di coltello: per questo il tribunale lo ha dichirato un animale pericoloso e violento

Kodi, il pastore tedesco eroe che aveva difeso la sua casa dai ladri rimediando sette coltellate, è stato soppresso dopo che il tribunale lo ha dichiarato un animale pericoloso.

L'episodio è avvenuto lo scorso dicembre in Tasmania: il cane ha cercato di fermare dei giovani intrusi che si erano introdotti nella casa dei suoi padroni armati di coltelli ed è stato accoltellato sette volte da uno di loro, riuscendo però a mettere in fuga gli assalitori.

Proprio per aver tentato di fermare gli intrusi, Kodi è stato dichiarato un animale violento pericoloso e sequestrato dalle autorità. In seguito è stato rilasciato alla sua famiglia solo a condizione che vivesse in una gabbia quando nessuno era in casa e che indossasse una museruola quando usciva.

Già gravemente ferito dalle coltellate, tenuto in una gabbia, il povero cane non si è mai del tutto ripreso dalle ferite e ha iniziato a soffrire di depressione da stress post-traumatico. Le condizioni dell'amico a quattro zampe si sono aggravate a causa dell'obbligo di rimanere in gabbia, nonostante tutte le cure dei padroni che hanno cercato fino all'ultimo di rimetterlo in salute sia fisica e mentale.

Ma l'amore non è stato sufficiente e il pastore tedesco eroe non è più tornato in sé dopo le coltellate. “Era un cane amorevole, protettivo e leale - ha raccontato la sua proprietaria tra le lacrime - Kodi non è più stato lo stesso, è passato dall’essere un cane felice e pieno di vita a uno spaventato dalla sua ombra”.

Nelle ultime settimane la sua salute è solo peggiorata così come la sua depressione. Per questo la sua proprietaria, inconsolabile ma decisa a risparmiargli altre sofferenze, ha deciso di sopprimerlo, dopo le indicazioni del veterinario.

La storia di Kodi aveva fatto il giro del web, ricevendo enorme sostegno: su Facebook un gruppo chiamato "Kodi's army", l'esercito di Kodi, ha raccolto 12 mila membri che avevano anche lanciato una colletta per aiutare a sostenere i costi delle cure. Purtroppo però l'eroe a quattro zampe non ce l'ha fatta. “Kodi ha perso la sua battaglia”, è tutto ciò che i suoi proprietari sono stati in grado di dire.

Ora la pagina ha iniziato una petizione, chiamata "Kodi’s Law", la legge di Kodi, per ottenere cambiamenti al "Dog Act", la legge che aveva etichettato il pastore tedesco come pericoloso e lo aveva costretto in gabbia condannandolo a morte per aver tentato di difendere la sua famiglia.

Commenti
Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 16/06/2017 - 10:50

tenuto ingabbia solo quando erano assenti. Ma erano sempre assenti? Non uno che lo accudisse? Mi dispiace per il cane.

cicocichetti

Ven, 16/06/2017 - 10:57

tra poco anche in italia...

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 16/06/2017 - 11:27

Auguro che quelle "autorità" responsabili muoiano,insieme ai loro parenti, fino alla settima generazione,tra lunghi e atroci tormenti!!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 16/06/2017 - 11:43

Visto che gli italiani emigrano, in Tasmania devono esserci arrivati anche i nostri maggisctradi.

Pierluigi64

Ven, 16/06/2017 - 11:56

Pensavo che certe sentenze fossero ad esclusivo appannaggio della magistratura italiana. Vedo che mi sbagliavo.

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Ven, 16/06/2017 - 12:29

Ma stiamo scherzando? Sarà una bufala? Se non lo è, allora vorrei vedere anche un animale umano, che riceve delle coltellate, come reagirebbe. Il cane si è comportato da eroe.

VittorioMar

Ven, 16/06/2017 - 12:48

....SI MA I RAPINATORI CHE FINE HANNO FATTO !!..GIUSTIZIATI ANCHE LORO ???

audace

Ven, 16/06/2017 - 13:06

quindi, se ho capito bene, il pericoloso è il cane, che ha difeso casa e padroni no, i delinquenti armati di coltello, entrati in un domicilio privato. Di bene in meglio.

Nick2

Ven, 16/06/2017 - 13:47

Il cane ha assalito i ladri non in quanto ladri (non lo poteva sapere), ma in quanto estranei. Questi si sono potuti salvare soltanto perché armati di coltello. Se nella casa fosse entrata una persona con il permesso dei padroni di casa, il cane avrebbe potuto assalirla ed ucciderla. E’ incredibile il modo in cui voi riusciate a girare qualsiasi notizia in modo da darle una morale demagogica ad uso e consumo dei vostri sprovveduti lettori…

frapito

Ven, 16/06/2017 - 13:48

Vorrei chiedere un consiglio alle suddette autorità "competenti". In giardino ho un gatto che assale ed uccide senza pietà i topi che tentano di entrare nel mio giardino. Pensate che sia pericoloso? Lo dovrei tenere in gabbia? Lo dovrei sopprimere? Per favore rispondete. sono in ansia!!!

Malacappa

Ven, 16/06/2017 - 13:58

In gabbia avrebbero dovuto mettere i tizi che hanno preso quella stupida decisione,il cane ha fatto il suo dovere, quello di difendere la sua casa.

Ritratto di diemme62

diemme62

Ven, 16/06/2017 - 14:06

Brutta storia. Unica nota positiva: constatare che anche in altri paesi ci sono certi idioti.

Marcello.508

Ven, 16/06/2017 - 14:15

No comment..

buri

Ven, 16/06/2017 - 14:40

in tiutto quesra storia p'unico personaggio pericoloso è il giudice, non potendo eliminarlo almeno mandiamolo a casa

mezzalunapiena

Ven, 16/06/2017 - 15:16

LA TASMANIA è LONTANA MA EVIDENTEMENTE GIUDICI DEFICIENTI NON HANNO NAZIONALITA'

Ritratto di settimiosevero

settimiosevero

Ven, 16/06/2017 - 15:19

in tasmania esistono giudici collusi? ma dai!

Mechwarrior

Ven, 16/06/2017 - 16:29

beh allora è chiaro: per lavorare per le "autorità" devi essere decerebrato in tutti i paesi del mondo. E io che credevo fosse cosi' solo in italia

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 16/06/2017 - 16:42

I giudici in occidente sono ormai dei fanatici con manie di grandezza. Ciò è tipico di società malate che non hanno più una religione che insegna il limite. Il cane è in paradiso. Il giudice pagherà nell'al di là

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Ven, 16/06/2017 - 16:46

Gli idioti sono ovunque

agosvac

Ven, 16/06/2017 - 17:16

Egregio Nick2, è chiaro che lei non ha dimestichezza con i cani. Se un amico entra in casa qualsiasi cane sa perfettamente che è amico perché percepisce i sentimenti di amicizia dei suoi amici umani, pertanto non li attaccherebbe MAI. Cosa diversa è quando un estraneo entra in casa fraudolentemente, senza invito alcuno! Ma forse per gente come lei è troppo difficile capire una cosa così semplice.

Happy1937

Ven, 16/06/2017 - 17:40

Vuol dire che ormai i giudici scriteriati stanno dilagando in tutto il mondo.

flip

Ven, 16/06/2017 - 18:03

C'è solo un' animale pericoloso. è inutile dire chi è o chi sono.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Ven, 16/06/2017 - 18:07

Non sapevo che in Tasmania vi fossero dei magistrati italiani.

lonesomewolf

Ven, 16/06/2017 - 18:26

NICK2- se non conosce gli animali e non ha mai avuto un cane, farebbe migliore figura a starsene fuori dai commenti. Buona la risposta di agosvac. La rilegga piu' volte...

killkoms

Ven, 16/06/2017 - 23:53

toh,anche in tasmania tutelano i cialtroni più degli onesti!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 17/06/2017 - 06:21

@nick2 - il solito comunista, che non ammette la legittima difesa, manco per i cani. Lui, da buon comunista, protegge tutti i malfattori. Guai a reagire contro le loro risorse.

seccatissimo

Sab, 17/06/2017 - 07:46

x Nick2 Ven, 16/06/2017 - 13:47 Evidentemente non conosci per niente la psicologia dei cani ! Quando il padrone di un cane permette chiaramente ed IN PRESENZA del suo cane, l'ingrsso nel suo territorio di un estraneo, il cane lo accetta !

rossini

Sab, 17/06/2017 - 08:29

Però che gente civile questi della Tasmania. Da loro c'è l'eutanasia per i cani che soffrono di depressione. Propongo di invitare qui da noi qualche centinaio di, come si chiamano, Tasmanesi o Tasmaniani? Così tanto per elevare il tasso di civiltà dell'Italia.

rossini

Sab, 17/06/2017 - 08:30

Comunque, sempre meglio i Giudici della Tasmania dei Giudici italiani. Quelli se la prendono con i cani che difendono i loro padroni. I nostri se la prendono con i poliziotti e i carabinieri che difendono i cittadini.