Caso Regeni, uomo della Fratellanza "Ucciso dallo scontro tra i servizi"

A parlare è l'unico ancora libero del partito di Morsi, convinto che l'intelligence stia giocando la sua partita

Il partito Giustizia e libertà, compagine legata alla Fratellanza Musulmana che per poco più di un anno ha guidato l'Egitto dopo il tumulto della primavera del Cairo, in pratica non esiste più. Ogni singolo membro del vertice è stato condannato a morte e l'unico uomo ancora libero è Amr Darrag, intervistato dal Fatto Quotidiano, che dice la sua sull'omicidio di Giulio Regeni.

Darrag sostiene, ma non è il primo a farlo, che dietro alla morte del giovane ricercatore italiano si debba vedere uno scontro tra diversi servizi di intelligence. È convinto che l'anonimo autore di una mail inviata a Repubblica, con dettagli sul caso, non possa che essere uno della General Intelligence, il servizio civile che ha accesso alle intercettazioni e che avrebbe un particolare livore per il presidente Sisi.

Il servizio, secondo Darrag, avrebbe interesse a speculare sull'omicidio e a far sì che il caso rimanga aperto. "Il loro obiettivo è avere strumenti di pressione nello scontro interno", sostiene il membro di Giustizia e libertà, convinto anche che chi ha preso Regeni avesse intenzione di strappargli informazioni, ma non di ucciderlo. E che poi l'intelligence abbia sfruttato la cosa a suo favore.

Commenti
Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 22/04/2016 - 15:50

Blondet ha perfettamente analizzato la vicenda di questo povero stupido.

lupo1963

Ven, 22/04/2016 - 16:13

Anche su Il Giornale per quanto dovremo sorbirci la foto di questa spia inglese?

Giovanmario

Ven, 22/04/2016 - 16:17

ma perchè allora far ritrovare il corpo?.. che vantaggio ne avrebbero ottenuto? semmai avevano tutto l'interesse a farlo sparire per sempre senza correre rischi.. come per tante altre persone scomparse.. e se non volevano ucciderlo perchè torturarlo e poi lasciarlo andare per i fatti suoi libero di denunciarli?.. c'è qualcosa che non quadra.. i cari fratelli musulmani evidentemente non hanno ben digerito il nuovo regime di al sisi

pasquinomaicontento

Ven, 22/04/2016 - 16:44

...Ancora...

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 22/04/2016 - 17:30

---lupo63----pazienza---tu ti devi sorbire la foto di regeni---altri si devono sorbire la foto dei due marò---da quasi un lustro ormai---hasta siempre

killkoms

Ven, 22/04/2016 - 17:39

@giovanmario,il busillis è proprio quello!in egitto spariscono "fisiologicamente" molte persone (vittime della criminalità e anche di discutibili metodi repressivi) e di loro non si sa più nulla!ora,ammesso e non concesso che nel caso in parola siano stati elementi dei servizi ed affini,perché farne ritrovare il corpo,in un paese con la maggior parte del territorio desertico nel quale si può far sparire di tutto?e tenendo presente che il ritrovamento è avvenuto quando era in visita nel paese un ministro italiano,il che potrebbe equivalere solo a 2 cose: "sputtanamento" del locle governo;"avvertimento" all'ospite in visita;il tutto senza ancora sapere come e perché!

gurgone giuseppe

Ven, 22/04/2016 - 17:42

Ma ultimamente sono stati trucidati due tecnici Italiani, di cui non ci si ricorda neanche il nome, e pare che non sia stato l'Isis. Giusto cercare la verità per Regeni ma bisognerebbe cercare chiarezza anche per loro.

Ritratto di RubinRomario

RubinRomario

Ven, 22/04/2016 - 19:37

RIPETO. Se in Italia esiste sia la Tortura, che l'Assassinio e infine l'Assoluzione dei responsabili... ebbene, non commenteró piú il caso Regeni fino a quando anche i responsabili italiani vengano indicati, la veritá venga fuori e la Giustizia li abbia condannati.

Ritratto di armandoesse

armandoesse

Ven, 22/04/2016 - 20:02

Ma basta , è andato a cercarsela , è andato a rompere le palle al governo egiziano , perche non è andato in Arabia Saudita a rompere le palle per i diritti volevo vedere che trattamento gli riservavano all'amico dei fratelli musulmani

Ritratto di armandoesse

armandoesse

Ven, 22/04/2016 - 20:05

Non era una spia inglese Lupo1963 ma un utile idiota mandato dai fratelli musulmani , se poi vuoi dire che in GB ormai comandano gli islamici beh forse hai ragione.

Anonimo (non verificato)

Maura S.

Ven, 22/04/2016 - 20:18

Considerando il tam tam che stanno facendo sia i giornali inglesi che quelli USA e facile capire che dietro questo ritrovamento ci sia zampino di qualcuno che on vede il SISSI di buon occhio, e chi altro non l'abbronzato he tifa per la fratellanza musulmana!!|!!!!!!11

Giovanmario

Ven, 22/04/2016 - 21:17

killkoms.. veramente proprio l'intervento di questo amr darrag che riesce a nascondersi dai servizi segreti egiziani ma "casualmente" si fa trovare da quelli del "fatto quotidiano".. potrebbe far sorgere il dubbio che in egitto qualcuno con più di un motivo per "sputtanare" al sisi -ad ogni costo-.. ci sarebbe..

Trifus

Ven, 22/04/2016 - 22:30

E' giusto avere fermezza con il governo egiziano anche a costo di perdere i contratti con l'Egitto. Abbiamo un'attivo di due miliardi con la bilancia dei pagamenti, ma per una questione di principio se si hanno le palle si fa così. Mi sarebbe piaciuto vedere la stessa fermezza con l'India per la questione dei due lagunari, invece ho visto solo il calar delle braghe. Comunque adesso a dar manforte all'Italia è intervenuto l'Obama. Forse così riusciremo a recedere i nostri contratti a favore della Francia e con l'aiuto di Obama a far rientrare l'Egitto nell'orbita Russa. Due piccioni con una fava.

Happy1937

Sab, 23/04/2016 - 09:08

Forse tutto è stato organizzato, d'accordo con gli inglesi, da chi, contando sulle stoltezza dei nostri sgovernanti, era interessato a sostituire l'Italia negli interessi commerciali con l'Egitto. Se fossero stati gli uomini di Al Sisi non sarebbero stati cosi' stupidi da farlo ritrovare.

Trinky

Sab, 23/04/2016 - 09:51

Ma non si era detto e scritto dappertutto che in certe nazioni non si doveva andare e chi ci andava lo faceva a proprio rischio? Al solito 2 pesi e 2 misure, se sei di sinistra puoi fare quello che vuoi che sarai sempre tuttelato...peccato che i 2 poveri cristi abbiano ancora a che fare con gli indiani!

lupo1963

Sab, 23/04/2016 - 11:22

@armandoesse diciamo che abbiamo ragione tutti e due .I fratelli musulmani sono usati storicamente dagli angloamericani per buttare giu' gli stati nazionali arabi,ogni volta che questi prendano qualche decisione autonoma. Quindi Regeni era l'utile idiota di questa cricca , che probabilmente lo ha fatto fuori direttamente allo scopo di montare il caso.