Cile, terremoto di magnitudo 8.3: un milione di evacuati

Ore di paura in Cile: oltre un milione di persone coinvolte nel forte sisma avvenuto nella provincia di Choapa

Ore di paura in Cile, dove un forte terremoto di magnitudo 8.3 ha colpito la provinca di Choapa causando almeno cinque morti e onde alte oltre quattro metri.

Il sisma ha colpito la zona centrale del Paese alle 19,54 ora locale (00,54 in Italia). Il ministero dell’Interno ha lanciato l'allerta tsunami che è stata estesa anche a California, Perù e Hawaii. Un milione gli evacuati, mentre 245mila sono famiglie rimaste senza corrente elettrica. La forte scossa, il cui epicentro è stato registrato 228 chilometri a nord di Santiago, è stata avvertita fino a Buenos Aires, in Argentina.

La presidente, Michelle Bachelet, ha annunciato che visiterà le zone colpite dal sisma per rendersi conto di persona della situazione. "Ancora una volta dobbiamo affrontare un duro colpo della natura", ha affermato la presidente, avvertendo che potrebbero verificarsi altre forti scosse di assestamento. La tv ha mostrato le immagini di persone terrorizzate in strada, edifici distrutti e strade allagate in alcune città lungo la costa, in particolare a Coquimbo, la più colpita dalle onde anomale. "Il tremore è cominciato lentamente, poi sempre più forte", ha raccontato terrorizzato un testimone, "eravamo al 12esimo piano, non smetteva più".

Nel febbraio del 2010, un terribile terremoto di magnitudo 8.8 colpì la zona centrale del Cile, provocando la morte di oltre 500 persone. La città di Constitucion, che nel 2010 venne rasa al suolo, oggi è stata completamente evacuata compresi gli ospedali e le prigioni.

Commenti

berserker2

Gio, 17/09/2015 - 08:36

E' che i Cileni sono un popolo pieno di dignità, non come gli afrigani. Adesso si rimboccano le maniche e non andranno "profughi" in giro per il mondo a spese degli occidentali.

ANTONIO1956

Gio, 17/09/2015 - 09:53

Grazie sig. Obama e sig. Hollande per l'ottimo intervento in Siria, Libia e Iraq. E grazie per aver favorito l'arrivo di tanti nuovi lavoratori con così interessanti professionalità. Sicuramente tutto ciò favorirà il nostro sviluppo economico nonché la nostra crescita democratica nel rispetto dei valori di elevata giustizia dell'Islam.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Gio, 17/09/2015 - 10:51

Bella testimonianza, la differenza tra il Cile e l'Emilia e che in Cile c'è stato per oltre cinque lustri il governo di destra che ha ideato una saggia politica di prevenzione sismica e l'ha attuata nonostante che i cosiddetti paesi "democratici" cercassero di indebolire l'economia cilena persino con l'embargo, mentre l'Emilia è stata devastata da decenni di malgoverno e rapina dei rossi. La natura ha le sue leggi, certi eventi sono inevitabili, ma l'entità delle conseguenza dipende dall'uomo.

Joe Larius

Gio, 17/09/2015 - 11:51

perSilvio46- Personalmente d'accordo con Lei e con la testimonianza dei cileni in loco.

BlackMen

Gio, 17/09/2015 - 15:59

berserker2: eheheh, già! notoriamente i profughi fuggono dai terremoti..lo sanno anche gli asini

bistecca

Gio, 17/09/2015 - 19:27

Un milione di evacuati? Cos'è stato, un clistere di massa? Sig.ra Sarra, guardi che ad essere evacuate saranno state le case di quel milione di persone, non loro. Controlli l'etimologia del verbo.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Gio, 17/09/2015 - 20:08

Black men non c'è proprio niente da ridere ci sono quelli che fuggono da nessun problema basta farsi mantenere dagli asini.