La Cina sfida gli Stati Uniti: "Non abbiamo paura dei guai"

Pechino ribadisce le rivendicazioni nel Mar Cinese Meridionale: "Pronti a creare il caos nella regione"

“Noi non creiamo problemi, ma non abbiamo paura dei guai”. E’ stata ribadita nuovamente, se mai ce ne fosse bisogno, la posizione della Cina in merito alle rivendicazioni nel Mar Cinese Meridionale.

Nel Mar Cinese Meridionale – ha sottolineato poche ore fa il Segretario alla Difesa americano Ash Carter - la Cina ha preso alcune azioni espansive e senza precedenti, che hanno generato preoccupazioni circa le intenzioni strategiche di Pechino.

“Il risultato è che i paesi della regione hanno adottato contromisure ai massimi livelli. Di conseguenza, le provocazioni nel Mar Cinese Meridionale non faranno altro che isolare la Cina”.

Frasi respinte da Pechino nelle parole dell’ammiraglio Sun Jianguo:

“Non abbiamo paura dei guai. La Cina non sopporterà alcun tipo di conseguenze, né permetterà qualsiasi violazione della sua sovranità. Non rimarremo indifferenti ad alcuni paesi, creando il caos nel Mar Cinese Meridionale. Il nostro è sempre stato un atteggiamento amichevole nei confronti dei paesi confinanti. Noi non creiamo problemi, ma non abbiamo paura dei guai".

Il Pentagono teme che i cinesi possano istituire una Air Defense Identification Zone (ADIZ) nel Mar Cinese Meridionale. Pechino ha istituito una ADIZ, unilateralmente, nel Mar Cinese orientale nel 2013.

Sarebbe un atto – ha commentato al riguardo il Segretario di Stato John Kerry dalla Mongolia – provocatorio e destabilizzante.

Poco meno di dieci giorni fa, in risposta alla dell’embargo con il Vietnam, Pechino ha schierato nell’isola di Woody, nel Mar Cinese Meridionale, droni a bassa osservabilità. I cinesi si erano detti profondamente contrari alla fine dell’embargo sulle armi con il Vietnam, paventando un aumento delle tensioni nella regione. La piattaforma identificata è un Harbin BZK-005, drone da ricognizione a lungo raggio con un’autonomia stimata di 40 ore. Il drone rilevato non sembrerebbe essere armato. La serie BZK-005, secondo le poche informazioni trapelate sul sistema, non dovrebbe possedere capacità offensive. Attualmente, l’isola di Woody ospita caccia Shenyang J-11 e cacciabombardieri Xian JH-7. Sono tre, infine, le batterie missilistiche HQ-9 (simile nel design al sistema missilistico S-300 russo) con una gittata di 200 chilometri.

Gli Stati Uniti si oppongono alla militarizzazione del Mar Cinese Meridionale. Costellato da piccole isole, scogli e secche, il Mar Cinese Meridionale è al centro di una disputa territoriale che contrappone tra loro Brunei, Malesia, Filippine, Taiwan, Vietnam, Corea del Sud, Giappone e Cina. Tensioni che si sono acuite negli ultimi anni, perché la Cina ha recuperato circa tremila acri di terra in una massiccia operazione di dragaggio, costruendo aerodromi, porti e fari. L’isola di Woody è la più grande della catena Paracel. Ospita un aeroporto fin dagli anni ’90 e si trova a 250 miglia a sud est di un'importante base sottomarina cinese sull'isola di Hainan. La Cina rivendica Woody Island fin dal 1950, ma è contestata anche da Taiwan e Vietnam.

Commenti
Ritratto di bandog

bandog

Dom, 05/06/2016 - 14:37

Scusate mahhh gli yankees si oppongono all'allargamento dei confini cinesi e poi sono i primi ad avvicinarsi alle coste russe nel Mare del Nord..fanno come i preti"fai quello che ti dico io ma non fare quello che faccio io???Ciaparatt!

alberto_his

Dom, 05/06/2016 - 15:00

Quelle che sono manovre difensive cinesi in risposta a una strategia USA di accerchiamento militare (pivot to Asia, con TTP come risvolto economico) vengono qui definite come atti provocatori, destabilizzanti, di aggressione. Una strategia simile a quella applicata in Eurasia contro la Russia. Il disegno geopolitico egemonico globale è poi sempre lo stesso.

alox

Dom, 05/06/2016 - 15:16

@bandog ma cosa dici? L'esercito Russo ha annesso la Crimea e' in Ucraina e Putin ha dichiarato apertamente che non riconosce le repubbliche che si sono separate nel 1991 le quali hanno CACCIATO IL REGIME DITTATORIALE RUSSO e hanno aderito subito alle UN e poi alla NATO! Il nano russo di me.da se la prende coi deboli ma poi le paga tutte!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 05/06/2016 - 16:57

Ma cosa ci fanno i cowboys guerrafondai in Asia ? Credono che gli asiatici siano come questi europei di oggi senza dignità che si fanno usare e danneggiare impunemente?

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 05/06/2016 - 17:00

Titolo scandaloso. La Cina sfida gli Stati Uniti. Ma dove siamo.... stiamo parlando del Mar Cinese Meridionale che è pertinenza dei paesi asiatici e non dei cowboys. Non siamo al largo della California.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 05/06/2016 - 17:03

Fuori i guerrafondai falliti americani dall'Asia. Via da Giappone, Corea, Tailandia Filippine, ecc. Sparite, farabutti barbari.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 05/06/2016 - 17:08

Basta che i cinesi non coprano piu' il debito pubblico americano e il negro e compagnia cantante chiudono baracca.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 05/06/2016 - 17:26

Hanno distrutto Libia, Siria, Iraq, Vietnam.. e comunque perdono anche con avversari più deboli di loro. Hanno ammazzato milioni di persone e la loro influenza nel mondo è ormai solo negativa e per fortuna in declino.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 05/06/2016 - 17:34

Poveri disgraziati americani... loro sono cowboys con 300 anni di storia... la Cina ha Confucio, Sun Tsu e 5000 anni di storia. E che storia. E sono un popolo vero, al 94% di una sola razza, quindi sostanzialmente compatto, non una massa eterogenea in perenne conflitto interno manovrata da una minuscola minoranza.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 05/06/2016 - 17:39

In una ipotetica guerra i Cinesi combatterebbero come combatterono i Vietnamiti, ossia fino all'ultimo uomo. Auguri agli americani... che persero col Vietnam e credono di poter sconfiggere il paese più popoloso al mondo e con una tecnologia avanzata e soprattutto palle quadrate. Gli USA credono di poter vincere con una guerra nucleare? Credono che i Cinesi non risponderebbero? La Cina ha anche difese sotterranee tali da consentirgli di sopravvivere all'inferno atomico.

Georgelss

Dom, 05/06/2016 - 18:34

Ausonio fatti un'altra pera di oppio cinese e pou vai a cagar

tuttoilmondo

Dom, 05/06/2016 - 19:02

Quando Russia e Cina erano comunisti ortodossi, che ritenevano la proprietà privata un delitto, e la loro economia stagnava, gli USA si avvantaggiavano giornalmente creando un gap tecnologico e commerciale sempre più vasto. Ma ora è tutto diverso. L'America ha il solo vantaggio di avere basi (atomiche) sparse ovunque. Ha pure una buona difesa antimissile. Ma basta una sola bomba all'idrogeno per cancellare le loro grandi città. In una guerra convenzionale, che non potrà rimanere tale a lungo, gli USA avrebbero la peggio per via dell'enormità del territorio nemico. Ma con l'atomica nessuno vincerà. Dunque attenti. Attenti anche chi con troppa faciloneria permette basi atomiche USA nel territorio nazionale. Saranno i primi ad essere colpiti.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 05/06/2016 - 19:31

Georgelss - grandi argomentazioni le sue. Da studio accademico.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 05/06/2016 - 19:34

tuttoilmondo - è palese che è suicida per noi italiani ed europei avere basi USA sul nostro suolo. Siamo legati a doppio filo a una potenza declinante e alla palese ricerca di una guerra globale quale ultima carta per mantenere un'impossibile egemonia mondiale. Peraltro l'Europa in caso di guerra alla Russia verrebbe travolta.

uberalles

Dom, 05/06/2016 - 20:25

Di questo passo, si arrabbierà anche Kim Jong Un: d'accordo, è una pasta d'uomo, ma non può continuare a sopportare l'espansionismo USA all'infinito... Va a finire che gli rizzano i capelli in testa...

Ritratto di Soldato di Lucera

Soldato di Lucera

Dom, 05/06/2016 - 20:27

Ho qualche amico yankee simpatico e pirlone come tanti altri ,ma la boria della trilaterale e la cazzata del domino del mondo ha rotto le palle...quindi un po' di calcinculo agli usa servi dei padroni della fed stanno come una ciliegina sulla torta! Bene la Cina che non si cala le braghe!

Ritratto di Matko Srzich

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Matko Srzich

Matko Srzich

Dom, 05/06/2016 - 21:11

Sono dáccordo con Ausonio su tutto. "PALESE RICERCA DI UNA GUERRA GLOBALE....."