L'H-20 sarà il nuovo bombardiere strategico della Cina

Le competenze della Cina nei materiali radar assorbenti, così come la capacità di ridurre la segnatura radar ed infrarossa delle piattaforme, rimane sconosciuta.

La Cina sta sviluppando un nuovo bombardiere strategico a lungo raggio noto come Xian H-20. In un articolo pubblicato sul China Military Online, l’ammiraglio Yin Zhuo, Direttore della Commissione di esperti per la Marina dell’Esercito Popolare di Liberazione, ha confermato che “lo sviluppo dei missili da crociera e dei sistemi principali del nuovo bombardiere strategico sono stati completati”.

Le informazioni sullo Xian H-20 sono esigue, sebbene sia già paragonato in patria al bombardiere stealth B-2 americano. Lo Xian H-20 rimpiazzerà il bombardiere strategico H-6 e sfrutterà il know-how acquisito con le piattaforme cinesi Chengdu J-20 e Shenyang J-31.

Il Chengdu J-20

Il caccia di quinta generazione cinese Chengdu J-20 è entrato in Low Rate Initial Production (LRIP) lo scorso giugno. Il progetto Chengdu J-20, caccia di quinta generazione decollato per la prima volta nel gennaio del 2011, è definito dal Pentagono come una piattaforma a lungo raggio, in grado di penetrare ambienti pesantemente difesi. Il J-20 trae ispirazione da russi, americani ed europei. Presenta similitudini nel design al dimostratore tecnologico MiG 1.44 che dal Northrop YF-23, unico prototipo proposto insieme all’YF-22 per il progetto Advanced Tactical Fighter (l'YF-23 potrebbe volare ancora). Il Chengdu J-20 è attualmente equipaggiato con due turboreattori di fabbricazione russa, anche se il caccia di serie dovrebbe essere dotato di un motore di concezione e produzione nazionale. I cinesi puntano a sfruttare la tecnologia dei turbofan russi NPO Saturn AL-41F1 che equipaggiano i Su-35E per sviluppare un nuovo sistema propulsivo. Nonostante gli sforzi, i cinesi non hanno ancora sviluppato motori a reazione in grado di raggiungere le prestazioni dei Pratt & Whitney F119 e F135, che equipaggiano rispettivamente l’F-22 Raptor e l’F-35 Lightning della Lockheed Martin. Il J-20 non sarà in grado di raggiungere il suo pieno potenziale fino a quando la Cina non sarà in grado di sviluppare dei motori con un rapporto spinta-peso di dieci a uno.

Shenyang J-31

Il J-31 è considerato in Cina come l’alternativa a buon mercato dell’F-35. Presenta delle somiglianze con il Pak-Fa T-50 russo, anche se sarebbe più corretto affermare che il disegno dello J-31 ricorda quello dell’F-35. Lo Shenyang J-31 Falcon Hawk, volò per la prima volta il 31 ottobre del 2012. Progettato (verosimilmente) grazie ad un processo di reverse engineering da un caccia stealth americano abbattuto, sarebbe dovuto diventare il caccia cinese imbarcato di quinta generazione, divenendo a tutti gli effetti l’antagonista dell’F-35 Lightning II. Il J-31 sembra essere poco più di una copia a buon mercato di un jet da combattimento americano. La sezione del naso, le code gemelle così come le ali trapezoidali rappresentano le linee distintive della progettazione stealth occidentale. Probabilmente, il J-31 si basa sulla tecnologia estratta dagli aerei americani andati perduti in battaglia, come l’F-117 stealth abbattuto nel 1999, in Serbia. Radar del controllo di tiro, sottosistemi ed avionica sono interamente cinesi. Non si conoscono, infine, i materiali utilizzati per il rivestimento del velivolo. Le competenze del settore aerospaziale cinese per i materiali radar assorbenti (RAM), ad esempio, così come la capacità di ridurre la segnatura radar ed infrarossa delle piattaforme, rimane sconosciuta. Il J-31 è stato proposto al Brasile ed al Pakistan.