Cina: "Usa e Corea del Sud pagheranno per il sistema Thaad"

Per il Quotidiano del Popolo del Partito Comunista, il sistema di Difesa d'area terminale ad alta quota o Thaad è una seria minaccia per l'equilibrio geopolitico della regione.

“Stati Uniti e Corea del Sud pagheranno il prezzo per il sistema antimissile americano nella penisola”. E’ quanto titola il Quotidiano del Popolo del Partito Comunista dopo l’individuazione del sito, nelle montagne sopra la regione agricola di Seongju, per la realizzazione del sistema Terminal High Altitude Area Defense. Washington e Seoul ribadiscono la natura difensiva del sistema THAAD contro la crescente minaccia nucleare e missilistica della Corea del Nord. Pechino, tuttavia, teme le capacità di rilevamento radar del sistema antimissile americano. Per il Quotidiano del Popolo del Partito Comunista, il sistema di Difesa d'area terminale ad alta quota è una seria minaccia per l'equilibrio geopolitico della regione.

Stati Uniti e Corea del Sud pagheranno il prezzo di tale scelta – scrivono sul quotidiano organo del Comitato Centrale del Partito Comunista Cinese – la contromisura sarà adeguata.

THAAD, investimento da 100 milioni di dollari

Il nuovo asset consentirà di difendere due terzi del territorio della Corea del Sud. Il Kinetic Kill del Terminal High Altitude Area Defense o THAAD, è ritenuto in grado di distruggere un missile balistico a medio e corto raggio grazie all’energia cinetica da impatto. Lockheed Martin, conferma un raggio di azione di 200 km ad un'altitudine operativa di 150 km ed una velocità massima di Mach 8.24. I sistemi THAAD chiudono il cerchio difensivo a protezione dello strato esterno della Corea del Sud, integrandosi ai sistemi Aegis e Patriot già attivi. Il sistema THAAD sarà operativo entro la fine del prossimo anno. Il suo raggio di intercettazione è di 120°: un sottomarino, concettualmente, potrebbe lanciare il suo carico da qualsiasi direzione. Il costo complessivo dell’opera è di circa 100 milioni di dollari. Pur essendo un tradizionale alleato della Corea del Nord, la Cina ha firmato le ultime sanzioni elevate dal Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite volte a stringere la morsa sul programma nucleare di Pyongyang. Gli Stati Uniti mantengono una presenza fissa di 28.500 soldati nella Corea del Sud.

Commenti
Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 02/10/2016 - 16:11

Naturalmente la natura difensiva del sistema è una menzogna tanto quanto menzognera era la fandonia che lo scudo in Europa dell'est era contro l'Iran. Gli USA cercano di circondare Russia e Cina.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 02/10/2016 - 16:13

I cinesi hanno un'atomica finanziaria, il controllo di quote enormi del debito USA. E al momento opportuno distruggeranno il dollaro, strumento del vampirismo economico USA.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 02/10/2016 - 17:07

Naturalmente l'abbattimento del dollaro sarà duro anche per la Cina. Ma bisogna tenere a mente che i popoli orientali hanno risorse spirituali che in occidente ormai non esistono. Basti pensare al popolo del Vietnam che visse per anni sotto terra in cunicoli, in un autentico inferno ma non si arrese.

alox

Dom, 02/10/2016 - 17:48

Cosa volete che riporta un quotidiano Comunista? Sembra il "Giornale"!

alox

Dom, 02/10/2016 - 17:52

Il Comunismo porta fame e poverta’ ai popoli e la Dittatura e’ la conseguenza della disfatta di questo terribile Ideale: Nord Corea, Cina, Cuba e oggi la Russia sono li’ da vedere!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 02/10/2016 - 19:15

Vogliono sempre vincere loro. Sti comunisti.

cgf

Dom, 02/10/2016 - 19:59

Se la Cina aumentasse il blocco delle importazioni sudcoreane di beni e servizi sudcoreani, a Seul non saranno molto contenti... in parte lo sta già facendo con le produzioni TV e cinematografiche, sembra un discorso frivolo, ma la produzione sudcoreana era presente massicciamente in Asia ed in China sono centinaia di milioni di dollari di mancato guadagno, si cominciano già a notare le conseguenze.

Anonimo (non verificato)