È in coma da dieci anni, ma partorisce un bimbo: "È stata violentata"

Il caso a Phoenix, in Arizona: l'ex badante della donna accusa i dipendenti della struttura dov'era assistita

Una donna, in coma da ben dieci anni, ha messo al mondo un bambino. La vicenda all'Hacienda Healt Care di Phoenix, in Arizona, dove la paziente riceveva assistenza 24 ore su 24, motivo per il quale l'ex badante della donna ha puntato il dito contro i dipendenti della struttura sanitaria, accusandoli di stupro.

Sul caso la polizia dell'Arizona ha infatti aperto un'indagine per violenza sessuale: qualcuno deve avere abusato della 29enne americana, approfittando del suo stato vegetativo; questa è l'unica certezza e possibilità realistica. Qualcuno, infatti, aveva parlato addirittura di miracolo. "

Il bambino è nato il 29 dicembre e sta bene: nessuno dello staff medico sapeva che era incinta fino a quando non ha praticamente dato alla luce il bimbo", hanno dichiarato alcune fonti vicine dell'ospedale.

Sarà dunque compito degli inquirenti trovare ora il responsabile degli abusi. Per individuarlo le forze dell'ordine a stelle e strisce stanno confrontando il Dna del neonato con quelli dei lavoratori maschi dell'Hacienda HealthCare dove la donna appunto era ricoverata da anni.

Nel frattempo, a seguito dello scandalo, l'amministratore delegato dell'ospedale si è dimesso dall'incarico.

Commenti

DRAGONI

Lun, 28/01/2019 - 11:56

AVRANNO FATTO UN ESPERIMENTO.

routier

Lun, 28/01/2019 - 12:43

Quando ero giovane, per prendere in giro gli amici "di bocca buona" gli si diceva che per loro, bastava che respirassero. Vedo che per qualcuno le cose non sono cambiate.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 28/01/2019 - 14:03

Io sospetterei dell'ex moroso della badante ormai diseredata a causa del nascituro.

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 28/01/2019 - 14:17

o è stata violentata o ha messo lo zampino il solito Gabriele!