La confessione di Obama: "Sono stato cacciato da Disneyland''

"Mi vergogno a dirlo, ma sono stato buttato fuori dal Regno Magico", ha raccontato l'ex presidente Usa. "Alcuni di noi stavano fumando nel parco"

"Quando era un teenager, ero un ribelle". Lo ha dichiarato l'ex presidente degli Stati Uniti, Barack Obama. Durante un evento organizzato dal partito democratico ad Anaheim, in California, Obama ha intrettenuto il pubblico raccontando un aneddoto risalente agli anni del college.

"Io e un gruppo di amici andammo a Disneyland. Eravamo teenager e dopo un concerto ci fermammo nel parco e ci dirigemmo verso le gondole. Mi vergogno a dirlo, i più giovani si tappino le orecchie, ma alcuni di noi stavano fumando in gondola", ha raccontato Obama.

"No, erano sigarette", ha poi specificato alla platea che rideva incredula. "Una cosa terribile, ho smesso. Ma quando ero teenager ero un ribelle". "Ad un certo punto, arrivarono due enormi poliziotti di Disneyland e mi hanno detto: 'Signore, per favore, venga con noi. E ci hanno scortato fuori dal parco".

"Sono stato buttato fuori dal Regno Magico", ha confessato tra le risate del pubblico. L'amministratore delegato della Walt Disney, Robert Iger, ha risposto subito con un tweet:''Può tornare quando vuole, ovviamente senza fumare!''

Commenti
Ritratto di Professor...Malafede

Professor...Malafede

Mar, 11/09/2018 - 00:35

Lo sapevamo da tempo che si era fumato il cervello!