Contesta multa da 100 sterline ma ne paga 30mila: "Mi sento in colpa"

È successo in Inghilterra. L'uomo ha deciso di contestare la contravvenzione ma dopo tre anni di processi non è riuscito a ottenere ragione: "Sono stanco e stufo"

Ha preso una multa da 100 sterline, ora ne dovrà pagare quasi 30mila. Un ingegnere inglese in pensione si è visto recapitare una contravvenzione per aver guidato a 35 miglia all'ora (circa 56 km/h) su una strada dove il limite era fissato a 30 (50 km/h).

I fatti risalgono al 2016. A quel tempo, la sanzione ammontava a 100 sterline, ora è finita per costare quasi 30mila sterline. L'uomo, come riporta Tgcom24, ha deciso di contestare la contravvenzione ma dopo tre anni di processi non è riuscito a ottenere ragione. Così si è trovato a dover versare un'ingente somma di denaro per le spese legali e quelle giudiziarie.

Alla Bbc il 71enne ha raccontato di aver speso 21mila sterline per pagare gli avvocati e altre 7mila tra i costi di viaggio per raggiungere il tribunale e quelli per le spese giudiziarie. "Sono stanco e stufo dell'intero sistema che schiaccia le persone, mi sento in colpa per tutti i soldi spesi: in parte facevano parte dell’eredità che volevo lasciare a mio figlio", ha commentato.

Lui ha sempre affermato di non aver superato il limite e le questioni sollevate dalla difesa hanno allungato la durata del processo. E fatto salire alle stelle la cifra da pagare.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 10/09/2019 - 19:58

quasi come in italia! anzi, l'italia sta raggiungendo vette di altissime di dittatura mascherata da dispotiche leggi che puniscono anche l'innocente (o presunto colpevole fino a prova contraria?) !!