"Il cordoglio di Mattarella? ​Per me non ha alcun valore"

La vedova di Salvatore Failla: "A Renzi, al ministro Alfano dico che dovevano mobilitarsi per portarmi mio marito vivo..."

"Non voglio politici al funerale di Salvo". Il dolore di Rosalba è devastante. Non può essere colmato da nessuno. Men che meno da uno Stato che si limita a mandare comunicazioni di circostanza e a farsi fotografare unicamente coi tecnici che ce l'hanno fatta, che a casa sono riusciti a tornare. "Il messaggio di cordoglio di Mattarella? Mi spiace ma per me non ha valore, non mi tocca - continua la vedova di Salvatore Failla, uno dei due ostaggi ammazzati in Libia - non volevo condoglianze, volevo mio marito vivo". Non fa sconti a nessuno: "A Renzi, al ministro Alfano dico che dovevano mobilitarsi per portarmi mio marito vivo...".

Fino al giorno prima della notizia dell'attentato la Farnesina l'aveva rassicurata: "Presto suo marito tornerà a casa". Poi la telefonata presa dal salone di casa, al fianco delle figlie Eriha ed Eva. Poche parole: "Signora, c'è stata una disgrazia...". "Non dico che non mi sento italiana, ma questo Stato ha fallito - dice oggi a Repubblica - gli uomini delle istituzioni finora non hanno avuto il coraggio di chiamarmi". Solo ieri il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni si è degnato di alzare il telefono. "Forse - continua - perché non sanno cosa dirmi, forse perché non sono riusciti a liberare Salvo, forse perché non riescono neppure a rispondere alla richiesta di evitare che gli facciano un'inutile autopsia in Libia". Per Rosalba il marito e il collega Fausto Piano hanno "pagato con il salngue la liberazione dei colleghi" Gino Pollicardo e Filippo Calcagno.

Qualche dubbio sulla ricostruzione dei fatti, Rosalba ce l'ha. E non lo nasconde: "Io non so come sia andata esattamente ma ho appreso che Salvo e Fausto sono stati tenuti separati da Calcagno e Pollicardo durante l'ultima parte della prigionia, e sono morti ventiquattr'ore prima della liberazione degli altri due". Tuttavia, sospetta che ci sia stata "una trattativa basata su un riscatto". Una trattativa che è andata a finire male. Per far luce tutti tutti questi misteri diventa fondamentale che l'Italia riesca a impedire ai libici di effettuare l'autopsia. "Se mettono le mani lì, la prima autopsia finirà per inquinare quella che si deve fare a Roma, presente un nostro medico legale - spiega poi al Corriere della Sera - o vogliono mischiare tutti le carte, coprire l'imbroglio su questa tragedia?". Dall'autopsia si può, infatti, capire se c'è stata una esecuzione o se si è trattato di un conflitto a fuoco. E, in questo caso, si potrà anche capire chi ha sparato contro chi: bande armate, forze di polizia o servizi segreti. "A me serve la verità - dice ancora - altrimenti questo rischia di diventare un altro caso Regeni".

Annunci

Commenti
Ritratto di Franco_I

Franco_I

Lun, 07/03/2016 - 09:17

Dopo aver sentito il commento in viva voce di altro Tecnico della Ditta che ELOGIAVA la Ditta per il supporto a 360 gradi ed il TOTALE abbandono del Governo......dopo che due NOSTRI Servitori dello Stato sono ABBANDONATI in India......beh......mi unisco al commento della Signora!!

Ritratto di gabriellatrasmondi

gabriellatrasmondi

Lun, 07/03/2016 - 09:17

Complimenti, sei una Grande Donna. Ti stimo e ammiro cosa che (purtroppo) non posso dire del mattarella & company.

Aegnor

Lun, 07/03/2016 - 09:23

Finalmente una DONNA che dice quello che pensa e lascia il politicamente corretto ai dementi di sinistra,tanto,ai funerali ci vanno solo per farsi gli spot pubblicitari e per dire frasi di circostanza e senza senso,considerando la loro assoluta mancanza di moralità,non provano neppure vergogna nell'usare morte e dolore per mettersi in mostra.

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Lun, 07/03/2016 - 09:28

concordo. da respingere al mittente a spese sue. per il resto, basta considerare la saga indiana dei due maro'

Duka

Lun, 07/03/2016 - 09:35

Farsi vedere contriti e portare corone sono capaci tutti . Forse meno ipocrisia farebbe bene anche alla dignità delle persone.

Kupo

Lun, 07/03/2016 - 09:38

Come dargli torto. Questo è uno stato che si prodiga per due cretine e lascia morire degli onesti lavoratori, costretti a recarsi all'estero perche in Italia il lavoro non c'è, checche ne dica il ciarlatano venditore di pentole

un_infiltrato

Lun, 07/03/2016 - 09:40

Come restare indifferenti di fronte a questo grido disperato di dolore? Noi leggiamo e scriviamo chiacchiere su questa tragedia disumana. Noi non possiamo neppure immaginare che cosa possano provare le famiglie dei due martiri, Failla e Piano.

Fjr

Lun, 07/03/2016 - 09:42

Nulla potrà lenire il dolore di questa come di tante altre donne e madri che si sono viste portare via ,figli, mariti, che andavano in zone di guerra a lavorare, ha ragione a non accettare le scuse di politici e presidenti, dei veri politici sarebbero corsi ancora prima da chi ha perso i mariti, non a fare la solita passerella ,perché fa più comodo presentarsi da due vivi piuttosto che dalle famiglie di caduti sul lavoro in guerra

Libertà75

Lun, 07/03/2016 - 09:46

Purtroppo suo marito non è morto durante un arresto di polizia italiana, era solo una persona onesta che lavorava in un Paese straniero.

semprecontrario

Lun, 07/03/2016 - 09:47

brava rosalba hai la solidarietà di tutti gli italiani non politici

Ritratto di onollov35

onollov35

Lun, 07/03/2016 - 09:53

Gentile Signora,si capisce il dolore ma a uccidere suo marito non è stato il Governo ne tantomeno il Capo dello Stato.Credo che non lavoravano per lo Stato.Purtroppo, sono zone a rischio e non è il primo caso successo.

Ritratto di gattofilippo

gattofilippo

Lun, 07/03/2016 - 09:55

Innanzi tutto sentite condoglianze alla famiglia, purtroppo suo marito ha avuto la sfortuna di non chiamarsi greta o vanessa e di essere un'onesto lavoratore italiano che lavorava all'estero per mantenere moglie e figlie con dignità.

babilonia

Lun, 07/03/2016 - 10:22

Ha ragione perfettamente!!!! Con il cordoglio dei varie personalità politiche ci si può pulire il deretano!!!! Puzza, puzza maledettamente il rilascio/liberazione, solo un giorno dopo degli altri due ostaggi italiani. I famosi 007 italiani o il governo (governicchio) libico sapevano dove erano rinchiusi i prigionieri (oramai è assodata). Allora, perché non sono intervenuti prima?

Ritratto di Roberto53

Roberto53

Lun, 07/03/2016 - 10:26

Sara subito dimenticata e cancellata, come la figlia dei due anziani massacrati, violentati e buttati dal balcone dalla "risorsa" ospite del Cara di Mineo.

Ritratto di semovente

semovente

Lun, 07/03/2016 - 10:31

Le solite parole di circostanza di uno stato incapace e menefreghista.

Finalmente

Lun, 07/03/2016 - 11:10

Signora le porgo le mie condoglianze, il mio più profondo affetto per lei e le figlie, i miei pensieri dopo aver letto questo articolo, sono tristi, intrisi di dolore e posso solo pregare che la sua famiglia trovi al più presto serenità. Non si aspetti aiuti, scuse o anche frasi di circostanza che provengano dal cuore da parte dei nostri politici, hanno dimostrato in questi anni che il popolo viene sempre in secondo piano rispetto alle loro preziose risorse, l'Italiano non ha alcun valore per loro, tranne pagare qualche milione di euro per portare a casa delle oche partite per la Siria con l'intento di aiutare i combattenti locali e anche qui non si è capito quali... Cerchi di non lasciarsi consumare dal rancore, non è facile me ne rendo conto, ora deve badare alle sue figlie, perdere tempo con chi difende le "risorse" a scapito degli italiani non è il caso, presto o tardi pagheranno per le loro azioni.

mezzalunapiena

Lun, 07/03/2016 - 11:11

purtroppo i riscatti l'italia li ha sempre pagati evidentemente ci sono cittadini di serie A e serte B.

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 07/03/2016 - 11:19

Brava.Gli italiani ne hanno le b@lle piene di politici ipocriti che si puliscono la coscienza a suon di belle parole di circostanza.Hanno più volte dimostrato di prediligere carriera e poltrone,anche a suon di porcate,e di fotte sene alla grande dei cittadini.Vedasi il caso mar. Meglio il silenzio,tanta volte è d'oro.

vince50_19

Lun, 07/03/2016 - 11:19

Non riesco, anche volendo, a darle torto signora. Questa faccenda è così intricata, quello che l'ha animata - i motivi veri - non credo verranno mai alla luce. Prova ne sia che in Libia - a parte le solite pastoie burocratiche che subiscono allungamenti o accorciamenti temporali a seconda delle convenienze di vari "attori" - trattengono i corpi dei due italiani deceduti. Questo fa comprendere che c'è qualcosa di losco cui, probabilmente si cerca di porre rimedio, forse far sparire tracce che potrebbero portare ad accertamenti che definirebbero responsabilità reali di chi ha ucciso i nostri connazionali. Le frasi di prammatica fanno parte di un cerimoniale che, in qualche caso, è peggio del dolore che lei porta nel cuore. A lei le mie più sentite condoglianze.

pedrosa

Lun, 07/03/2016 - 11:21

Tutta il mio cordoglio alla Signora cosi duramente colpita, purtroppo sono zone ad alto rischio, sia che si vada per lavoro o peggio per turismo,quando capitano queste sciagure, come uscirne dove ci sono due governi, 140 tribù, un caos indescrivile, è duro dirlo ma queste eventualità purtroppo possono succedere, è come andare in guerra.

Ritratto di mavi5247

mavi5247

Lun, 07/03/2016 - 11:23

ammiriamo la tua dignità e siamo tutti consapevoli che lo stato italiano non esiste.....è una vergogna!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 07/03/2016 - 11:29

Gentile signora concordo col suo punto di vista.Nessuna delle persone fatte prigioniere lavorava per lo stato,anzi..... ed abbiamo pagato il riscatto.................le uniche due persone a lavorare per lo stato "itagliano" sono i due marò,abbandonati dagli ultimi tre governi abusivi da anni mentre stavano in missione di tutela contro i corsari.

Ritratto di CIOMPI

CIOMPI

Lun, 07/03/2016 - 11:40

Capisco e mi inchino alle parole di una moglie che ha perso il marito e giustifico i suoi commenti dettati dal dolore. Ma prendo ampiamente le distanze dai meschini commenti di coloro che cavalcano il suo dolore per pura propaganda politica.

Maura S.

Lun, 07/03/2016 - 11:44

x onollov35 = sono storie, il governo è al corrente di quello che è succeso e non vogliono parlare per la figura di me.rda che farebbe. Non dimentichiamo la storia dei due marò in india. Questo governo è uno schifo.

swiller

Lun, 07/03/2016 - 12:05

Ha perfettamente ragione lo schifo che emanono i nostri governanti e tangibile e evidente.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Lun, 07/03/2016 - 12:22

La vera domanda da porsi è: " cosa ci facevano dei tecnici ITALIANI di una ditta ITALIANA in LIBIA, quando ormai E' PALESE che sono semplicemente dei BANCOMAT A PERDERE dei fanatici islamisti E/O predoni libici in una Libia ormai terra di nessuno e teatro di guerra? La melassa cariogena del: "erano la per lavorare e mantenere dignitosamente la famiglia risparmiatela per le trasmissioni lacrimevoli coccodrillesche". In questa vicenda TUTTI gli attori sono colpevoli, l'azienda ITALIANA che ha mandato dei tecnici ITALIANI, gli stessi tecnici CHE HANNO ACCETTATO IL RISCHIO. Le MOGLI che NON HANNO IMPEDITO ai mariti di andare. Il governo che NON PROIBISCE alle ditte italiane di operare in teatri di guerra. Lo vogliamo capire, SI O NO, che dove imperversa una guerra c'è un'alta probabilità di MORIRE AMMAZZATI?

Fjr

Lun, 07/03/2016 - 12:26

@Pedrosa, vero , come è vero che anche i servizi segreti in alcune occasioni hanno pagato il loro tributo per liberare poi personaggi come la Sgrena

giottin

Lun, 07/03/2016 - 12:28

E' stata fin troppo magnanima nel dire che il cordoglio di mozzarella non ha alcun valore, io avrei detto d peggio, comunque condivido quello che ha detto!

Vigar

Lun, 07/03/2016 - 12:33

Brava Signora! Ammiro la sua schiettezza ed il suo coraggio. Purtroppo questo è il paese dei figli e figliastri, quello che si mobilita per greta e vanessa o per le due simone; per loro si muove tutto "l'ambaradam" e si pagano fior di riscatti....Povera Italia, che brutta che sei diventata!!!

Gasparesesto

Lun, 07/03/2016 - 12:36

Scusate . . qualcuno potrebbe dirmi a cosa serve stipendiare un Presidente della Repubblica che serve solo a far passerella e a dare solo portachiavi e condoglianze ? Già . . diceva di essere l'arbitro di tutti gli Italiani . . ma di quali ? Quelli suggeritigli dall'altro fenomeno Napoletano ?

hectorre

Lun, 07/03/2016 - 12:42

il presidente narcolettico...il premier logorroico....il governo assente.....povera italia

hectorre

Lun, 07/03/2016 - 12:52

i markettari sinistri che appestano queste pagine si vergognano e non commentano, fate schifo come il governo che tentate disperatamente di difendere sempre e comunque.....essendo solo due persone oneste a morire, poco importa..se fossero state le due oche giulive che ci sono costate 12 milioni, le fiaccolate sinistre avrebbero invaso le piazze italiane

LANZI MAURIZIO ...

Lun, 07/03/2016 - 13:02

SIGNORA ROSALBA LEI E' UNA GRANDE DONNA E LE FACCIO LE MIE CONDOGLIANZE.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 07/03/2016 - 13:17

@Mario Galaverna:.....concordo!!.....Sono arrivati in Tunisia,....Dalla Tunisia sono passati in Libia,a bordo di un semplice "pulmino",attraversando zone di guerra,con bande armate di tutti i colori,per raggiungere la destinazione...Sono stati intercettati,e rapiti.....Perchè,se la loro presenza era così strategica(e quando una cosa è strategica,tanti ci guadagnano...),non sono stati trasferiti con un elicottero MILITARE??

Libero1

Lun, 07/03/2016 - 13:23

Per la signora Failla dopo il danno di aver perso il marito arriva anche la beffa del cordoglio di mattarella.In questa storia si sente puzza di muffa.Non si capisce come mai due rapiti sono stati uccisi il giorno prima e altri due (dicono di essersi liberati) sono stati liberati il giorno dopo.

manente

Lun, 07/03/2016 - 13:27

Scalfaro, Napolitano ed ora Mattarella, non sono i "Presidenti della Repubblica Italiana", ma sono i "proconsoli" degli anglo-americani in una Italia che, a distanza di 70 anni dalla fine del secondo conflitto mondiale, è sotto una "occupazione" ancora più ferrea che nel dopoguerra. Con uomini come Mattei, Moro e non solo, la schiera di cialtroni che oggi "governa" il Paese contro la volontà e gli interessi dei cittadini e della Nazione, non avrebbero mai avuto la possibilità di arrivare al potere. Bene fa la sig.ra Failla a mostrare a costoro tutto il disprezzo che meritano.

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 07/03/2016 - 13:34

@Hectorre.. GRANDE,come il suo commento

Tuthankamon

Lun, 07/03/2016 - 14:14

Si mobilitano per gli omosex, non per tutti gli Italiani in pericolo nel mondo.

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Lun, 07/03/2016 - 14:15

Esiste atroce il sospetto che i due siano stati uccisi per un rifiuto a pagare il riscatto e altri due siano stati liberati il giorno dopo a riscatto pagato.Si sono liberati da soli perchè I carcerieri lo hanno permesso . I superstiti degli uccisi si domandano legittimamente perchè non pagare prima salvando tutte e 4 i nostri concittadini. Comprensibile e condivisibile lo sfogo della Sig.ra davanti alle inutili,formali parole di condoglianze dell'establishment.

cabass

Lun, 07/03/2016 - 14:18

Notare che al sud si lamentano perché lo Stato fa troppo poco, mentre al nord ci si lamenta perché ficca sempre il naso facendo danni... Ma sia al sud che al nord, il giudizio sullo stato è sempre negativo!

Royfree

Lun, 07/03/2016 - 14:23

La morte porta a termine ogni cosa. Niente può essere più importante e sacro. Preservarla per lavoratori che lavorano all'estero per uno Stato serio è prioritario rispetto a qualsiasi cosa. In questa storia una sola cosa è certa. I nostri governanti sono assassini alla pari di quelli che hanno giustiziato queste due povere persone. Manco la vergogna li potrebbe giustificare.

fabioerre64

Lun, 07/03/2016 - 15:03

Le uniche che sono riuscite a liberare sono state quelle mentecatte comuniste che sono andate volontarie in Siria, pagando un riscatto faraonico, chi invece è all'estero per lavoro o addirittura serve la nazione, come i marò, viene lasciato al suo destino, che schifo!

Vigar

Lun, 07/03/2016 - 15:03

Ha ragione hectorre, le anime belle, pacate, serene che fanno da sponda a questo vergognoso governo si individuano subito. Ci si sbraccia solo per alcuni/e.....purtroppo questa è la triste realtà a cui è arrivato questo paese. Il caso marò docet.....

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Lun, 07/03/2016 - 15:27

Preservarla per lavoratori che lavorano all'estero per uno Stato serio è prioritario rispetto a qualsiasi cosa. Come no Royfree, mandiamoci la Folgore a proteggere gli interessi delle ditte CHE DEVONO GUADAGNARE in LIBIA e i loro COLLABORATORI che devono prendere lo stipendio MAGGIORATO per la trasferta in zona ad alto rischio. LA FOLGORE. però la paga la DITTA, mica gli italiani. Scommette che diventa un affare IN PASSIVO e non manderanno manco uno a MORIRE PER LORO?

semelor

Lun, 07/03/2016 - 15:30

Brava, testa alta, questo stato è una stato vigliacco e codardo, questi sono stati figli di un Dio minore.

Rossana Rossi

Lun, 07/03/2016 - 15:31

Vergognosissima vicenda simile a quella dei marò. Italiani senza tutela sotto uno pseudo-governo di usurpatori burattini e incapaci ai quali premono più i gay e le loro vicende piuttosto che le tutele a lavoratori all'estero. Una figura veramente deprimente, dovrebbero dimettersi tutti in massa se avessero un briciolo di dignità e fa bene la signora a non voler vedere nessuno. Ci sarebbe solo da sputar loro in faccia.

gian paolo cardelli

Lun, 07/03/2016 - 15:44

Ciompi, l'avere fatto per vent'anni contro Berlusconi, per cui ora si stia zitto.

linoalo1

Lun, 07/03/2016 - 16:04

In poche parole ha fatto capire alle Istituzioni che il riscatto andava pagato per tutti o per nessuno!!!!

lorenzovan

Lun, 07/03/2016 - 16:13

la verita' e' semplice..e si deduce dalle dichiaraioni dei due sopravissuti...i sequestratori erano criminali comuni...niente a che vedere con fanatismo religioso...a raggingere l'accordo di pagamento..separavano i quattro e partivano con solo due per consegnarli in maniera sfasata...enivano intercettati da altre forze libiche...forse scontente della spartizione del bottino..e fatti fuori tutti...di qua il atto che idue superstiti siano rimasti una settimana sena mangiare e senza vedere nessuno !!! i loro sequestratori erano tutti morti....

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Lun, 07/03/2016 - 16:19

La signora Rosalba merita tutto il rispetto possibile e la solidarietà di quanto afferma su uno Stato troppo distante dalle esigenze dei cittadini "normali" costretti ad emigrare per garantire un tozzo di pane alla propria famiglia. La rabbia è più che giustificata se si pensa che per due ochette andate in "vacanza" con l'intento di portare pace e amore, lo stesso Stato, rappresentato dagli stessi attuali parlamentari, si è calata le brache. Signora Rosalba, voglia accettare le mie più sentite condoglianze.

Royfree

Lun, 07/03/2016 - 16:30

Mario Galaverna. Questi due lavoratori si occupavano di manutenzione per i gasdotti che mandano il gas in Italia per farti cucinare lo spezzatino la domenica per conto dell'Agip. Io sono d'accordo con te che i rischi ci sono e per lo Stato non è possibile proteggerli. Ma in questa circostanza è chiaro che è mancato il coordinamento per farli rilasciare o ancor peggio, la volontà. Se si riesce a salvare due sgualdrinelle che non meritano manco un pizzico di solidarietà è d'obbligo salvaguardare questi lavoratori. Forse questi uomini non procuravano abbastanza audience. In ogni caso le tue affermazioni sono un offesa per le migliaia di lavoratori Italiani sparsi per il mondo per lavori che anche se strapagati ogni giorno rischiano la vita. Tu lo faresti??

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Lun, 07/03/2016 - 16:35

onollov35, mi dispiace dissentire e contraddirla, lo Stato italiano per certi aspetti ha molte responsabilità ed il governo fantoccio, presieduto dal giullare renzino, non poteva non sapere. Riconosca, invece, l'incapacità dei nostri governanti in politica estera. Con questo ennesimo flop dimostrano tutta la loro incompetenza nel trattare con i paesi stranieri. Tenga conto, inoltre, che quando cantano vittoria per qualche fatto, dalle casse dello Stato sono usciti fior di milioni. Sottomettersi a ricatto e dietro pagamento, questo è indegno.

gedeone@libero.it

Lun, 07/03/2016 - 16:56

Gentile Signora, la """colpa""" di suo marito è quella di non essere comunista. Se lo fosse stato l'avrebbero salvato pagando un riscatto pagato da TUTTI gli Italiani e di questo assunto sono certe tutte le persone che non hanno portato il cervello all'ammasso!

MEFEL68

Lun, 07/03/2016 - 17:06

Gentile Signora, purtroppo abbiamo un governo che se ne frega altamente di bravi lavoratori come Suo Marito e il Suo Collega, dei due Marò e così via. Se non ti chiami Simona e Simona e non sei filo islam, a questo governo non interessi.

eloi

Lun, 07/03/2016 - 17:37

Aegnor Anche i vescovi presenziano certi funerali per mettersi in mostra.

eloi

Lun, 07/03/2016 - 17:43

Se anzichè essere italiano fossero stati israeliani sarebbero stati liberati il giorno dopo. In Israele i srvizi segreti sono efficentissimi a differenza dei nostri.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Lun, 07/03/2016 - 17:48

@Zagovian e @Galaverna, prima di scrivere castronerie contate fino a 10 e sopratutto bevete meno grappa che vi ottenebra la mente. La ditta presso cui erano impiegati si occupa della manutenzione del gasodotto che porta il gas in Italia per permettere a voi tutti di farvi la doccia con l'acqua calda, per riscaldarvi, per preparare il ragú , per scaldare il latte al pupo, ecc. Capito ???? Menti ottenebrate da pessime letture quotidiane (repubblica e unitá). I soldi per le due cretinette li hanno trovati. Per due lavoratori invece non li hanno trovati e li hanno lasciati morite tra mille torture. Grazie a questo governo di merdoxxsi.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Lun, 07/03/2016 - 17:50

Royfree. non è obbligatorio rischiare la vita, non era una missione la loro per permettermi di cucinare lo spezzatino. Se non ho il gas provvedo altrimenti. Io non mando a morire nessuno per lo spezzatino ne per riscaldarmi. Ho in soffitta dei bei "preti" e pure le padelle. Premesso questo, sì, io andrei a lavorare all'estero, ma mica a rischiare la ghirba. Non trasformiamoli in eroi. Erano tecnici che hanno accettato il rischio per una buona paga consapevoli della situazione mortale libica. Gioca la pelle di più un camionista di un tir ogni santo giorno.

asalvadore@gmail.com

Lun, 07/03/2016 - 17:56

BEN DETTO. Siamo grandi a parole e miseri ai fatti. Mattarella ha la ragione quando si sappia che la Libia l?italia non fu capace di sconfiggere Idris nel 1905 nella guerra italo-turca, ma che ci fu necessario usare con Graziani i metodi del prefetto Mori contro la Mafia. Ma allora c'era Mussolini. Quando sento parlare i nostri politici mi da una depressione.

Fossil

Lun, 07/03/2016 - 17:57

Mario Galaverna Ci sono italiani che per portare il pane a casa non hanno grandi possibilità di scegliere nè il lavoro, nè la sede di lavoro. Sarebbe opportuno che i commenti al vetriolo nei confronti dei nostri connazionali e delle loro famiglie fossero meno aggressivi. Certamente la vicenda è scabrosa. Il governo non riesce ancora a portare a casa i due marò, non riesce a risolvere il delitto Regeni e dobbiamo pensare che invece su questo dolorosa vicenda riuscirà a spuntarla? I due italiani hanno fatto in modo che si liberassero e sono stati istruiti a dovere su cosa dire in pubblico. Non è colpa loro, sono due uomini che si sono trovati in una condizione più grande di loro. Onore e rispetto per la signora Failla che ha il coraggio di dire la verità...

Anonimo (non verificato)

Libero1

Lun, 07/03/2016 - 18:07

Signora Failla Le consiglio di stare attenta a non offendere la cricca Pidiota Komunista e mattarella.Dopo averti fatto perdere il marito potrebbero anche farti arrestare per vilipendio.

lorenzovan

Lun, 07/03/2016 - 18:29

a dir la verita' in Libia si usarono gas..punizioni collettive...pulizie etniche e campi di concentramento prcursori dei lager nazisti...in verita' tutta la panoplia poi usata e perfezionata dai nazisti...vi consiglio di leggere fonti storiche per sapere la verita' al di fuori della consolidata idea "dell ìtaliano brava gente"

lorenzovan

Lun, 07/03/2016 - 18:30

beh...se ora vi beccate tra di voi chiquitas...e vi accusate a vicenda di ....Komunismo"...siete proprio alla ...frutta

tuttoilmondo

Lun, 07/03/2016 - 18:41

Leggo e sento sempre: "Ho fiducia nella Magistratura. Ho fiducia nelle Istituzioni. Ho fiducia nel Presidente della Repubblica. Etc.". Ma non è vero. Sono frasi di circostanza un po'... ipocrite. Cara Signora Failla, Lei ha avuto il coraggio di dire quello che pensa. Bravissima. Le voglio bene e Le sono vicino.

flip

Lun, 07/03/2016 - 18:41

onollov35. mandaci un tuo famigliare o vacci tu a lavorare in quei posti. poi ne riparliamo (se torni vivo)

gurgone giuseppe

Lun, 07/03/2016 - 19:08

Galaverna, ma che commenti fa? è il caso di incolpare di qualcosa persone che hanno subito una simile disgrazia? Sia meno cinico.

Linucs

Lun, 07/03/2016 - 19:51

Non me ne sbatte nulla se due "servitori dello Stato" sono stati abbandonati in India. Mi dispiace invece per Latorre e Girone, trattenuti in una cosiddetta nazione in cui la legge vale come la carta da culo.

Ritratto di VEROPartigianonero

VEROPartigianonero

Lun, 07/03/2016 - 20:27

BRAVA,BRAVA BRAVA qualcuno che non si fa infinocchiare dalla personalita' e autorita' del politico di turno. Dicessoro chiaramente che cercavano di TIRARE sul prezzo,ma non sapevano con chi avevano a che fare,e ne hanno ammazzati 2,i nostri se la sono fatta SOTTO,allora hanno pagato i sequestratori preso isoldi se nesono andati lasciando gli altri che si arrangiassero e allora SONO SCAPPATI forzando la porta. Il resto e storia saputa, e tanto DIFFICILE DA CAPIRE ????

Ritratto di VEROPartigianonero

VEROPartigianonero

Lun, 07/03/2016 - 20:32

ROSALBA LEI E' UNA GRANDE DONNA 10,10,1.000,10.000,1.000.000 come lei e l'ITALIA tornerebbe di nuovo GRANDE

Ritratto di VEROPartigianonero

VEROPartigianonero

Lun, 07/03/2016 - 20:35

...@onollov35...per favore..

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 07/03/2016 - 20:44

@ottimoabbondante:....Lei non ha capito niente!Il punto sostenuto,da me e da Galaverna,è che il primo beneficio "economico",della presenza di questi TECNICI,era la "Bonatti"(in prima "consistente"battuta) ed i TECNICI stessi(che sono partiti in un "contesto contrattuale" a noi non noto,ma di certo "speciale" sotto il profilo economico e "protettivo".La "protezione" non c'è stata!Era prevista?....In che modo?....Per avere il gas(esistono alternative,e si dice alla gente,il perchè si chiudono i rubinetti,visto che oltretutto si paga questo gas a chi?...Ad un GOVERNO Libico "ufficiale"??),vale la pena di rischiare vite umane?A questo punto,se la loro presenza allo "stato italiano",valeva tanto,perchè non assicurare loro adeguata protezione?NON SI MANDANO I TECNICI SU UN PULMINO AD ATTRAVERSARE ZONE DI GUERRA!!!Non c'è gas che tenga,non ci sono giustificazioni,ne per Bonatti,ne per lo "stato italiano"!!!

hectorre

Lun, 07/03/2016 - 21:17

Mbferno, grazie...spero di aprire gli occhi ai sinistri...lo so, pura utopia...com'è possibile far ragionare individui che tramandano di padre in figlio un'ideologia farlocca???...non si spiegherebbero le regioni rosse, da decenni nelle mani dei sinistri...possibile che siano tutti fenomeni i loro candidati??????? ......un abbraccio sincero alla signora Rosalba,....se suo marito fosse tornato sano e salvo, avrebbe una foto in prima pagina con renzi ed invece il premier illegale, visto il triste epilogo, si defila vigliaccamente....ribadisco...che schifo!!!!

Ritratto di onollov35

onollov35

Mar, 08/03/2016 - 12:13

Per flip.Tifaccio notare che per esigenze di servizio,ci sono stato in quel posto e in altri teatri di guerra.Ho inteso dire che quando succedono fatti del genere,il governo non può farci nulla.Io ricordo molto bene la strage dei Carabinieri in Afganistan.Quando muoiono delle persone che a vario motivo lavorano all'Estero,muore un pò d'Italia.Un abbraccio caloroso alla vedova.