Così l'attentatore di Nizza studiava la propaganda dell'Isis

Alcol, droga e amanti. Poi la conversione all'islam. Mohamed Lahouaiej Bouhlel si è radicalizzato nel giro di due settimane: "L'attentato di Nizza è stato premeditato"

Qualcosa ad un certo punto è scattato nella vita di Mohamed Lahouaiej Bouhlel. Quel qualcosa l'ha portato a radicalizzarsi, a farsi scescere la barba come prescrive il Corano, a simpatizzare per i tagliagole dello Stato islamico e a decidere di ammazzare quanti più innocenti possibile sulla Promenade des Anglais. Non ci sono prove di legami fra l'attentatore di Nizza e lo Stato islamico, ma da quanto è stato trovato sul suo computer emerge infatti "un interesse recente" del jihadista per il movimento radicale dell'Isis.

In conferenza stampa il procuratore di Parigi François Molins, che si sta occupando del caso dal momento che l'indagine è per terrorismo, ha spiegato che Mohamed Lahouaiej Bouhlel "non praticava la religione musulmana". "Mangiava maiale, beveva alcol e aveva un comportamento sessuale libero". Eppure, come è emerso dalle indagini, da pochi giorni "si era fatto crescere la barba" e, secondo una testimonianza attendibile, aveva detto di averlo fatto perché "aveva un significato religioso". Diceva di non capire perché lo Stato islamico "non potesse pretendere un suo territorio" e alle persone a lui più vicine mostrava i video di proganda in cui gli ostaggi vengono decapitati. E, davanti allo stupore dei più, era solito rispondere: "Io sono abituato...".

L'inchiesta mette in luce che si tratta di "un attentato premeditato". Mohamed Lahouaiej Bouhlel aveva fatto un "sopralluogo" sulla Promenade des Anglais e aveva avuto il primo contatto con l'azienda di noleggio del camion il 4 luglio scorso. Non solo. Il 31enne di origini tunisine aveva un "chiaro interesse" per la "galassia jihadista radicale". Fra il primo luglio e il giorno antecedente il massacro setacciò a lungo e "quasi quotidianamente" internet alla ricerca di informazioni su altri due sanguinosi attacchi di matrice fondamentalista, entrambi risalenti alla metà del mese scorso e concentrati in tre giorni: quello di Orlando, in Florida, nel quale il 12 giugno furono sterminati gli avventori di un club per gay, e quello di Magnanville, il sobborgo di Parigi dove il 14 furono assassinati un agente e la moglie, impiegata civile della polizia. Sempre online Bouhlel s'informò "sulle sure (i capitoli, ndr) del Corano e sui nasheed", canti corali a carattere religioso utilizzati ora dai miliziani dello Stato Islamico "quali strumenti di propaganda". "Sul computer di Bouhlel - ha aggiunto il magistrato - sono state rinvenute immagini estremamente violente di cadaveri e foto legate a vario titolo all'islam radicale".

Commenti

cgf

Lun, 18/07/2016 - 18:15

due settimane prima fece anche mandare 100mila euro in tunisia, che coincidenza.

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 18/07/2016 - 18:19

In parole povere UN FANATICO!!!!! Ma quei 100.000 €urii che secondo la stampa ha mandato a suo fratello in Tunisia dove li ha presi??? Attendiamo di saperlo.

ziobeppe1951

Lun, 18/07/2016 - 18:22

In Europa, questa "religione"deve essere VIETATA per legge

Massimo Bocci

Lun, 18/07/2016 - 18:31

Poi si è stufato di studiare e ha dato gli.........ESAMI!!! Ad Allah, chissà che voto avrà avuto sulle vergini!!! Sui morti più di 80 e lode!!! A quando il prossimo Meticcio,ESAME......MASSACRO???? Noi BEOTI e soprattutto IDIOTI, MASOCHISTI, OCCIDENTALI gli potremo assegnare (postumo) anche un altro NOBEL per la PACE ETERNA!!!! Tanto per quel che valgono (pagano gli Svedesi) e soprattutto per quel che servono (dati a miserabili), ne potremo fare un premio a punti o MORTI, darlo a chi ne con politiche e terrore ne colleziona di più).

venco

Lun, 18/07/2016 - 18:36

E allora quel che ha fatto lo ha fatto per redimersi e conquistarsi il paradiso. Così si sente a posto con la sua coscienza di islamico.

Pinozzo

Lun, 18/07/2016 - 18:36

Ma che cavolo state a di', questo era integralista quanto sallusti.

Ritratto di echowindy

echowindy

Lun, 18/07/2016 - 18:50

... ORA, CONDANNIAMOLO A SUBIRE UNA PENOSA MASTICAZIONE E INSALIVAZIONE DI CARNE DI MAIALE…

MarcoAugusto

Lun, 18/07/2016 - 19:01

Ohibo'"non ci sono prove di legami con lo stato islamico"???Ma se hanno cominciato a rivendicarlo un minuto dopo la strage,poi reiterando la rivendicazione....poveretti cosa devono fare di piu'sti disgraziati? Ormai scrivete come Repubblica....

Ritratto di il navigante

il navigante

Lun, 18/07/2016 - 19:59

Alcolizzato, drogato, puttaniere, pervertito gay, psicopatico, azz...il perfetto musulmano, un vero uomo di religione...

il nazionalista

Lun, 18/07/2016 - 20:14

Una crisi esistenziale totale: tutto il mondo sembra crollare addosso! Milioni di esseri umani la subiscono, di tutti i paesi e di tutte le RELIGIONI. Se capita ad un Cristiano, al 90%, o prende i voti o fa l' eremita o il filantropo. Non dissimile sarebbe il modo di agire di un Ebreo, come pure la % dei casi. Un Buddista poi, quasi al 100% si rifugerebbe nell' ascesi e nella preghiera. Un maomettano invece cerca il riscatto massacrando più ' infedeli ' che può: di qualsiasi età e condizione, mentre sono in treno, in aereo, al ristorante o ad un concerto: per la gloria di allah!!! I saggi governanti dell' europa delle banche e delle lobbies(cioè ' LOGGE ') hanno pensato bene di farne venire a milioni di questi ' filantropi ': per la gloria degli sceicchi che riempiono i loro portafogli!!!

obiettore

Lun, 18/07/2016 - 20:16

L'idiota ha ammazzato anche mussulmani. allah gli darà le vergini a pezzi.

Linucs

Lun, 18/07/2016 - 20:25

"Qualcosa" scatterà prima o poi anche nei francesi bianchi. Qualcosa, prima o poi, scatterà. E ci sarà da ridere.

Ritratto di Rames

Rames

Lun, 18/07/2016 - 22:16

Basta parlare di questo verme parassita criminale, la spazzatura piu' puzzolente è molto piu' nobile nel suo schifo.

ernestorebolledo

Lun, 18/07/2016 - 23:40

https://www.youtube.com/watch?v=oj0Tu8CSinc

Cristiano doc

Mar, 19/07/2016 - 06:39

Poveri illusi ed ignoranti. La "dissimulazione" La Taqiyya, meglio conosciuta con l'espressione "dissimulazione" è un comportamento tattico usato dagli islamici, specialmente dagli sciiti, nei rapporti con i non-musulmani. Trova la sua origine direttamente nel Corano. Infatti la Sura III-28 recita: "I credenti non si alleino con i miscredenti, preferendoli ai fedeli. Chi fa ciò contraddice la religione di Allah, a meno che temiate qualche male da parte loro." Quel "..a meno che temiate qualche male da parte loro" rappresenta il fondamento concettuale per le successive elaborazioni interpretative apportate dai giuristi, pensatori e rappresentanti dei movimenti islamici nel corso della storia.