Dà passaggio con BlaBlaCar: donna stuprata e uccisa da ex soldato

In Russia, una donna di 29 anni è stata stuprata e uccisa da un ex soldato a cui aveva dato un passaggio tramite l’applicazione BlaBlaCar

Non vuole percorre da sola in auto centinaia di km e così dà un passaggio ad uno sconosciuto tramite l’applicazione BlaBlaCar. Ma Irina Akhmatova, moglie, madre di una bimba di otto anni e manager che gestiva due Burger King a Mosca, non sapeva che quello che stava per compiere era il suo ultimo viaggio.

Lo scorso 23 dicembre, la donna si era messa al volante per raggiungere la sua casa di Tula, dove la aspettavano i suoi familiari per trascorrere qualche giorno di relax. Non era la prima volta che Irina usava BlaBlaCar per cercare compagni di viaggio per non sentirsi sola durante il tragitto.

A bordo della vettura, in questo caso, c’era anche Vitaly Chikirev, 39enne soldato dei servizi speciali con vari stupri e rapine alle spalle. L’uomo, poche ore prima, aveva visto online la proposta di car-sharing da parte della bella ragazza e, pensando che fosse una “preda” facile, si è messo in azione per ottenere il passaggio prenotando tutti i posti disponibili, anche tramite profili falsi.

Durante il tragitto, forse in una zona isolata, l’ex militare l’ha aggredita, violentata, uccisa e, infine, nel tentativo di far scomparire ogni traccia, ha abbandonato il cadavere in una foresta. Una volta fuggito, l’omicida ha provato anche a rivendere l'auto della vittima, una Audi 4, per recuperare un po’ di denaro.

Dopo alcuni giorni, però, il 39enne ha sentito alla radio la notizia che la polizia stava cercando una donna, Irina, che era scomparsa misteriosamente.

A quel punto, l’assassino ha desistito dal suo tentativo di vendita della vettura, così da non attirare l’attenzione delle forze dell’ordine, ed ha abbandonato l’auto nel parcheggio di un supermercato a 270 km da Mosca.

L’uomo pensava di aver messo in atto il delitto perfetto ma si sbagliava. Dopo una settimana è stato arrestato e, davanti a prove schiaccianti, è crollato confessando agli inquirenti il delitto, il piano per farsi concedere il passaggio in auto ed il luogo dove aveva abbandonato il cadavere.

Vitaly, che è divorziato e ha avuto quattro figli da tre donne, aveva recentemente pubblicato sui social un annuncio decisamente delirante: "Una nuova moglie con un buon reddito, di età tra i 18 e i 27 anni, di almeno 170 cm di altezza, dimensione della coppa del seno non inferiore a B, che si prende cura di se stessa. Non fumo né bevo alcolici, so come ispirare una donna a guadagnare denaro. Mi sto preparando per il matrimonio! Prometto: amore, sesso, cura, conforto e ispirazione. Quello che voglio da te è solamente che tu supporti una famiglia". Nel messaggio, inoltre, vi era anche scritto che non dovevano rispondere "tutte quelle donne che sono povere, che vivono con la madre, che non posseggono un appartamento, che sono grasse o vecchie, che non riescono a trovare un uomo, le femministe e le lesbiche".