La denuncia choc di un generale francese: "Isis creato dagli Usa"

Vincent Desportes critica la strategia Usa in Medioriente e accusa gli americani di essersi serviti dell'Isis per i propri interessi politci

Vincent Desportes è un generale francese pluridecorato e docente presso la facolta di scienze politiche di Parigi. In Francia è noto soprattutto per aver sferrato, nel luglio 2010, un incredibile attacco contro la strategia americana in Afghanistan.

Ora Desportes torna a parlare di America e di Medioriente e lo fa criticando ancora una volta la strategia Usa: "Chi è il dottor Frankenstein che ha creato questo mostro (Isis)? Diciamolo chiaramente, perché ciò comporta delle conseguenze: sono gli Stati Uniti. Per interessi politici a breve termine, altri soggetti - alcuni dei quali appaiono come amici dell'Occidente − hanno contribuito, per compiacenza o per calcolata volontà, a questa creazione e al suo rafforzamento, ma le responsabilità principali sono degli Stati Uniti. Questo movimento, con la fortissima capacità di attrarre e diffondere violenza, è in espansione. È potente, anche se è caratterizzato da punti profondamente vulnerabili. È potente, ma sarà distrutto. Questo è certo. Non ha altro scopo che quello di scomparire. Isis delenda est: certamente! Siamo profondamente solidali, ma non siamo in alcun modo responsabili. I nostri interessi esistono, ma sono indiretti. Da quelle parti le nostre capacità sono limitate e irrisorie, rispetto agli Stati Uniti, e la nostra influenza strategica è estremamente limitata".

Annunci

Commenti

swiller

Gio, 05/02/2015 - 18:29

C'era forse qualche dubbio, gli americani sono solo dei volgari criminali.

gpl_srl@yahoo.it

Gio, 05/02/2015 - 19:05

SE GLI AMERICANI VOLESSERO, IN QUINDICI GIORNI, CON LA TECNOLOGIA DI CUI DISPONGONO, POTREBBERO ELIMINARE L' OTTANTA PER CENTO DI QUESTI FOLLI CRIMINALI: QUESTA OPERAZIONE QUINDI DEVE ESSERE ASSOLUTAMENTE AFFIDATA O AGLI ISRAELIANI OD AI GIAPPONESI UNICI IN GRADO DI POTER INTERVENIRE CON UNA ADEGUATA TECNOLOGIA IN GRADO DI ANNIENTARE QUESTI TERRORISTI: DI CERTO I GIORDANI FARANNO MIRACOLI MA CIO' NON BASTERA'

Ritratto di MSG-90

Anonimo (non verificato)

Raoul Pontalti

Gio, 05/02/2015 - 19:25

Roba vecchia risalente all'audizione di alcuni esperti militari da parte della commissione parlamentare francese competente per la difesa in merito al proseguimento dell'Opération Chammal (partecipazione francese alla coalizione anti DAECH, come i francesi chiamano ISIS) lo scorso 14 dicembre. Il nucleo del discorso però è un altro: i partecipanti alla coalizione anti ISIS sono per lo più stati addirittura finanziatori delle componenti di ISIS e protettori dei loro capi (tra cui il riciclato ad Douri, il re di cuori secondo il mazzo da poker con cui gli USA identificavano i gerarchi di Saddam da catturare ed eliminare: si rilegga il relativo articolo di Gian Micalessin dell'agosto scorso cui pervenne un solo commento, il mio) per scopi inconfessabili (ribaltare l'esito delle uniche elezioni democratiche della regione che portarono al Maliki al governo in Iraq). (continua)

Raoul Pontalti

Gio, 05/02/2015 - 19:37

(seconda parte) Il generale rimarca come sia F che GB non hanno più risorse militari da impiegare efficacemente e si riducono a fare malamente le guerre degli americani con gli USA che essi stessi hanno problemi a schierare truppe operative. Le operazioni africane della Francia, riuscite in qualche modo come Serval in Mali e Sangaris in Centrafrica, si sono salvate passando la mano a truppe locali e all'intervento UE. Bisogna dunque fissare bene gli obiettivi strategici, appontare i mezzi necessari e agire di conseguenza. Giusto e io aggiungo: smetterla di ciurlare nel manico e dare via libera all'Iran e a Hezbollah che già sostengono la lotta a ISIS i primi sostenendo il governo irakeno e inviando armi e qualche Pasdar i secondi combattendo sul campo. Ma c'è chi invece va a bombardare Hezbollah e accoppa anche ufficiali dei Pasdaran in Siria (uno a caso: Israele).

vanni1944

Ven, 06/02/2015 - 07:29

Ancora una volta la politica estera estera Americana ha toppato !

Ritratto di gian td5

gian td5

Ven, 06/02/2015 - 15:06

Con un presidente come Obama, premiato con il Nobel per la pace a futura memoria e osannato dalle sinistre non c'è da stupirsi, speriamo che questo ixxxxxxxe sparisca dalla politica mondiale prima che abbia compiuto qualcosa di irreparabile contro la Russia di Putin.