Dilaga la protesta a Hong Kong. Pechino agli stranieri: "Non interferite"

Non si ferma la rivolta anti Pechino. Guerriglia e cariche della polizia. L'ombrello diventa il simbolo della protesta

Situazione sempre più esplosiva a Hong Kong, dove migliaia di manifestanti sono scesi in piazza chiedendo la democrazia. La polizia, che ha blindato la città, fa ampio uso di lacrimogeni e cariche contro la folla, che si riunisce sulle strade principali vicino alla sede del governo e in diverse altre parti della città. Domenica sono rimaste ferite quarantuno persone, tra cui 12 agenti. "Le linee dei cordoni della polizia sono state pesantemente attaccate da alcuni manifestanti violenti - ha detto Cheung Tak-keung, assistente commissario di polizia -. Così gli agenti hanno dovuto usare una minima forza per assicurare la distanza in quel momento tra i manifestanti e anche la polizia". 

I dimostranti indossano mantelle per la pioggia, mascherine chirurgiche e occhiali, facendo attenzione a coprire bene la testa, per ripararsi dai gas lacrimogeni. Il capo dell'esecutivo di Hong Kong, Leung Chun-ying, nella serata di domenica ha lanciato un appello ai manifestanti chiedendo loro di tornare a casa e smettere di bloccare il traffico. A Caolun la folla ha bloccato un importante incrocio. 

Mentre molti residenti di Hong Kong sostengono la richiesta di più democrazia, soprannonimata "la rivoluzione degli ombrelli", i disordini preoccupano altri abitanti. "Non sono assolutamente d'accordo con i manifestanti", ha detto una donna anziana. "Chi di noi è venuto in città 60 o 70 anni fa non aveva nulla, e abbiamo lavorato e sofferto così tanto per rendere Hong Kong la città ricca che è adesso. E ora i manifestanti hanno reso la nostra società instabile. Per me, poter mangiare e dormire è già un lusso. Non ho bisogno della democrazia. Cosa vuol dire?". 

Il vescovo di Hong Kong: ascoltare i giovani

Come riferisce AsiaNews, il cardinale John Tong Hon, vescovo della regione di Hong Kong, rivolge un "appello urgente perché si ponga fine alle violenze e si presti attenzione alla voce dei giovani. "Facendo riferimento agli eventi spiacevoli avvenuti a Central, Admiralty e Wanchai negli ultimi giorni, vorrei sinceramente invitare il governo della Regione amministrativa speciale di Hong Kong a mettere la sicurezza personale dei cittadini al primo posto nella lista delle proprie preoccupazioni", scrive il cardinale chiedendo alle autorità di "ascoltare la voce delle giovani generazioni e dei cittadini di tutti i ceti sociali". Poi chiede a tutti i cristiani di continuare a pregare per la riconciliazione delle parti in conflitto a Hong Kong. "Dove c’è la volontà - conclude - c’è una strada".

Fra le figure pubbliche più impegnate a sostenere le richieste del movimento di protesta a Hong Kong - riferisce ancora l’agenzia dei missionari - c’è il vescovo emerito, il cardinale Joseph Zen Ze-kiun. Dopo aver marciato per invitare la popolazione a partecipare al referendum sulla democrazia e pronunciato diversi discorsi pubblici a favore del sistema "un uomo, un voto", il presule è oggi nel cuore del distretto finanziario di Hong Kong insieme ai manifestanti.

 

Commenti

Angel7827

Lun, 29/09/2014 - 16:41

Un commento di razzi e salvini, no? Da sostenitori del regine coreano non possono esimersi dal lodare il fantastico regime cinese.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 29/09/2014 - 16:55

Questa protesta,di certo non viene dal "basso" ma dall'"alto".Alla massa di cinesi "bassi-medi",il vivere ad Hong Kong, è un lusso,rispetto al resto della Cina.Basta varcare il confine,e le cose cambiano.Quella donna anziana,ha detto la verità.Ricordatevi,che ancora oggi in tante parti della Cina,quando due persone amiche si incontrano,non si scambiano il nostro equivalente "ciao",o al massimo "come va,come stai"?...Loro chiedono"hai mangiato"???Ricordatelo!

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Lun, 29/09/2014 - 16:59

"Per me, poter mangiare e dormire è già un lusso. Non ho bisogno della democrazia. Cosa vuol dire?" Poverina, democrazia significa avere dei diritti, oltre che dei doveri, a cominciare dal diritto ad esprimere il proprio pensiero senza prendere manganellate ... "Non si vive di solo pane ..."

meloni.bruno@ya...

Lun, 29/09/2014 - 17:03

State attenti tutti,gli usa in primis,che con la cia il vizietto non lo perde mai di fommentare rivolte,un vecchio proverbio recita:non stuzzicate il cane (cina) che dorme!Se la democrazia non esiste più neanche in occidente,vedi italia con l'imposizione di tre governi senza consultare più il popolo,pensate di farla cambiare ai comunisti che è una dittatura dichiarata? La terza guerra mondiale non sarebbe più da escludere!

Mechwarrior

Lun, 29/09/2014 - 17:10

Vediamo se qualcuno farà sanzioni anche contro la cina casomai arrivassero i carri......................

Ritratto di BrightMan

BrightMan

Lun, 29/09/2014 - 17:15

Il passaggio alla Cina di Honk Kong prevedeva che restasse un territorio autonomo, libero dal monopartitismo burocratico della Cina popolare. Ecco perché Taiwan non rientrerà mai nella Cina, visto come Pechino rispetta gli accordi.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 29/09/2014 - 17:25

In un Paese come la Cina,con la "democrazia",e la pancia vuota,non si va lontano.In Italia?...Abbiamo la "democrazia"!Le basta,o vede in questa "democrazia",una bella scusa per milioni di persone,di fare i loro comodi,alimentare,salvaguardare"democraticamente" privilegi,snaturare l'identità con un immigrazione "democraticamente sconsiderata"(voluta da Vaticano e dal 90% degli italiani),avere pensionati ITALIANI DOC che prendono 450 euro/mese,ma pagare 30 euro/giorno solo per collocare "democraticamente" un pellegrino africano,che non fa niente per cambiare le cose al suo paese??..Questa è la "democrazia",che vuole?Che vuole "esportare"???

WoodstockSon

Lun, 29/09/2014 - 17:51

Così tutti parlano di Clooney? E come mai questo Giornale non mette le proteste cinesi come prima notizia? La mia generazione è cresciuta con lo sbarco sulla Luna, abbiamo creduto che tutto fosse possibile, anche se voi di destra tacciate il '68 come un cancro sociale, ma il nostro '68 non era quello che le forze politiche amano denigrare, era il sogno che hanno debellato con l'eroina di Stato. Ma come abbiamo visto una cosa impossibile come un Presidente Nero negli USA, così riusciremo a vedere la Cina Libera. La forza dei giovani è l'unica energia che sia rimasta a questo pianeta dove il Dio Denaro vuole imporre la sua Legge, se occorre massacrandoli a milioni, come successe allora. Il '68 fu il risveglio della coscienza giovanile in Occidente, a quando il risveglio delle coscienze dei giovani orientali? Tale risveglio è l'unico rimedio alla crisi che ci sta dissanguando. E il mio non è romanticismo o utopia, prima o poi anche i criminali che strangolano la Cina, faranno i conti col Tribunale della Storia. E fate il favore di non opporre censura, se il vostro pensiero è limitato.

bruno.amoroso

Lun, 29/09/2014 - 17:54

povera la donna anziana che pensa che un po' di pane e un letto siano sufficienti ad una vita felice. Un po' come i bananas, a cui basta calcio e patata

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Lun, 29/09/2014 - 18:02

...Pacifisti di tutto il mondo, la Cina vi aspetta!

Ritratto di BrightMan

BrightMan

Lun, 29/09/2014 - 18:09

@Woodstock Il sessantotto ha avuto anche cose buone, la rivoluzione sessuale ad esempio, anche se in Italia il bigottismo religioso e laico (vedi legge Merlin) hanno sempre limitato queste cose. Non è affatto il male assoluto, male sono alcune cose che sono venute da lì, come il terrorismo.

eloi

Lun, 29/09/2014 - 19:24

Stà cominciando per la Cina da Hon Kong il 1968 Spero che non si arrabbino troppo altrimenti ??????????????????

glasnost

Lun, 29/09/2014 - 20:56

E' un'altra delle manovre degli USA imperialisti (come quella sull'Ucraina) per mettere zizzania ed appropriarsi di territori. Ma penso che la Cina sappia bene cosa fare.

valeike

Mar, 30/09/2014 - 00:14

menti corti , pensieri nulli , loro faranno il loro gioco come meglio gli aggrada: MA. ma .

vince50_19

Mar, 30/09/2014 - 07:17

bruno.amoroso - A lei evidentemente piace molto quello che la nota Troika (Ue - Bce - Fmi) sta mettendo in atto per l'Italia. Metta ancora altre fette di cetrioli sugli occhi e alla via così..

ANTONIO1956

Mar, 30/09/2014 - 07:41

Vedremo adesso se USA e UE useranno con la Cina lo stesso metodo che hanno usato contro la Russia. Ne vedremo delle belle.

linoalo1

Mar, 30/09/2014 - 08:45

Avviso più che giusto!Se lo avessero fatto ufficialmente tutte le Nazioni in guerra,sicuramente,la situazione,nel Mondo,oggi, sarebbe molto diversa!Il Rododentro!

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mar, 30/09/2014 - 10:03

libero pensiero, ti piacerebbe la democrazia cinese vero? tutti liberi magari ad emigrare in Italia qualche milioncino pensa che bello sarebbe.O magari la Corea del Nord voi la volete libera appena sarà libera vedrete quanti coreani ci saranno in Italia.Siete proprio dei veri de...mocratici