Doppia cittadinanza, l'Austria: "Solo in cooperazione con Italia"

Dopo le polemiche di questi giorni sulla doppia cittadinanza per i sudtirolesi, arriva la frenata del premier austriaco Sebastian Kurz

Dopo le polemiche di questi giorni sulla proposta avanazata dal neogorverno austriaco del premier Sebastian Kurz su una doppia cittadinanza per chi vive in Sud Tirolo, l'esecutivo di Vienna pare abbia scelta la strada della prudenza. Infatti l'Austria avrebbe deciso di procedere in questa direzione ma "in stretta cooperazione con l'Italia". E ad assumere questo tipo di posizione è proprio il cancelliere Sebastian Kurz. "Questo passo è qualcosa che certamente abbiamo in programma di fare solo in stretta cooperazione con l'Italia e con il governo di Roma", ha spiegato Kurz. L'annuncio è arrivato in una conferenza tenuta insieme ad Heinz-Christian Strache, il leader del partito di estrema detsra Fpo, nuovo alleato del governo di Kurz. Il cancelliere inoltra ha precisato che questo tipo di programma riguarda un progetto per incoraggiare i processi di cooperazione tra gli Stati europei. "Nel nostro programma di governo abbiamo rispettato un desiderio dei sud-tirolesi espresso da tutte le parti in Sud Tirolo e soprattutto dal governo provinciale sud-tirolese", ha affermato Kurz. Il programma di Vienna nasce anche da un accordo tra la nuova coalizione di governo. Insomma per il momento prima di ogni mossa in questa direzione, Vienna dovrà consultare il governo italiano.

Commenti

MaxCi

Mar, 19/12/2017 - 15:44

Non capisco il perché di tutte queste polemiche. Se non erro l'italia concede cittadinanza a metà argentina e brasile, anche se solo con un avo (quindi anche non discendenza diretta) solo per, mia malignità, avere calciatori in più da inserire nelle squadre di calcio (!). L'unico errore che trovo in questa iniziativa è che si diriga solo al ceppo linguistico tedesco. Non a quello italiano, non a quello ladino. Così NON si favorisce affatto la cooperazione. Anche se i miei amici ladini non si sognerebbero mai di prendere il passaporto austriaco (io lo prenderei al volo)!

cabass

Mar, 19/12/2017 - 15:53

Ma a chi vogliono dare la cittadinanza austriaca? Solo ai germanofoni? In tal caso sarebbe una norma razzista, facilmente bocciabile dall'UE. Gli toccherebbe quindi darla a tutti i residenti in Alto Adige. Ma a che titolo? Perché erano austriaci fino al 1918? In tal caso rischierebbero di doverla dare a tutti gli altri popoli che erano austriaci fino al 1918: trentini, triestini, sloveni, croati, cechi, ruteni ecc. ecc. ... Insomma, l'Austria rischia di tirarsi in casa mezza Europa dell'Est... Contenti loro!

VittorioMar

Mar, 19/12/2017 - 16:46

..PECCATO !..FATECI GUERRA E VE LO RIDIAMO SUBITO..!! ...NO SAPETE QUANTO CI COSTANO !!

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mar, 19/12/2017 - 17:06

che il governo italiano faccia presente che noi lombardi non siamo meno crucchi degli altotesini e che devono invitare pure noi e poiché in lombardia convivono italiani di ogni regione è giusto tutti abbiano la stessa possibilità. troppa grazia aver diritti solo per esser nati dalla giusta parte del cortile. wir sind freunde.

Ritratto di comunistialmuro

comunistialmuro

Mar, 19/12/2017 - 17:38

Ma come?Proprio ora che ci stavamo trasferendo la residenza a Bolzano?Non lo sanno gli austriaci che,in Italia,vale il principio che la legge e' uguale per tutti?Se vogliono l'Alto Adige si devono prendere pure tutti i residenti e anche mantenerli.

ciruzzu

Mar, 19/12/2017 - 17:41

sud Tirolo e ciruzzu vogliono diventare austriaci

nopolcorrect

Mar, 19/12/2017 - 17:45

Bene così, gli amici Austriaci devono rendersi conto del fatto che i confini vengono stabiliti alla fine di guerre: gli Stati Uniti hanno inglobato mezzo Messico, la Francia idem con Alsazia e Lorena, la Slovenia e la Croazia idem con l'Italia dopo la seconda guerra mondiale. Ci dispiace enormemente aver perso l'Istria ma non possiamo riaverla senza una nuova guerra fra Europei.L'unica soluzione ragionevole sono buoni accordi in difesa delle minoranze.

giovanni PERINCIOLO

Mar, 19/12/2017 - 17:56

« Conosco i miei conterranei… Quanto maggiore sarà la libertà che loro concederete, tanto più essi ne useranno e ne abuseranno (..) Tutte le autonomie che voi italiani accorderete loro, con tutta la buona volontà di creare una collaborazione con loro, saranno altrettante armi che essi rivolgeranno contro voi stessi. A poco a poco, nell'ambito della legalità, che voi stessi avete ricostituita, della libertà, che voi avete concessa agli alto-atesini, la situazione degli italiani in Alto Adige sarà insostenibile». .... segue...

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Mar, 19/12/2017 - 18:01

Una SUPER fantastoria: “Si lancia il sasso, si vede l'effetto che fa, si nasconde la mano, si chiede scusa, si lascia passare un po' di tempo, si tirano le somme dell'effetto che hanno fatto le parole sulla doppia cittadinan- za, sì suggerisce quali parole devono dire quelli del SudTirolo... Ad esempio la molto democratica parola: Referen- dum per l’indipedenza che viene detta.l'Austria finge smarrimento poi i sud tirolesi subiscono un attentato da parte dei nazionalisti italiani...quindi Austria si indigna e si lascia sfuggire che uno sbocco al mare lei l'aveva e di quanto quelle genti quando dell'Impero AustroUngarigo facevano parte bene stavano…”stop mafia e clandestini”...alla Liga Veneta quelle parole piacciono...da questa parte il tanto bel nazionalismo altrui più non piace... anzi….e poi...boh...e i morti per la Patria? Se il Mondo Patrie non avesse morti non avrebbe per questa causa. Il DNA è lo stesso. Demetra. W le tante culture.

Fearlessjohn

Mar, 19/12/2017 - 18:32

Magari fosse la volta buona che ci liberiamo di queste sanguisughe. Sotto sotto la speranza è che l'Italia continui a mantenere nel lusso gli altoatesini come ha fatto finora, pur permettendo loro l'appartenenza ad un'altra nazionalità alla quale evidentemente gli altoatesini tengono di più. Bisognerebbe cancellare tutti i benefici stoltamente concessi a questa regione, che di conseguenza è diventata forse la più ricca d'Italia. Se vogliono fare gli austriaci, lo facciano a spese dell'Austria. Purtroppo a queste condizioni e visto che gli austriaci non sono tanto fessi da pagare al nostro posto, questa fantasia della doppia nazionalità finirà nel nulla.

giovanni PERINCIOLO

Mar, 19/12/2017 - 20:53

Questa é la profezia fatta dal ministro degli esteri austriaco, Karl Gruber il 12 gennaio 1946 al Rappresentante Politico Italiano, Maurilio Coppini, a Vienna e come risulta dal verbale steso dallo stesso. Ben prima quindi della firma del trattato De Gasperi/Gruber che sarà poi firmato a Parigi nel settembre 1946. Facile profezia confermata nel 1960 e nel 1961 con due risoluzioni dell'ONU che in pratica respinsero le pretestuose pretese austriache e che oggi ritornano alla carica.

buri

Mar, 19/12/2017 - 20:53

macchè doppia cittadinanza, chi scegle di siventare austriaco lo faccia tranquillamente e vada a vivere iun Austria, fine del discorso

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 20/12/2017 - 09:07

l'unica difficoltà che c'è in Tirolo sono questi sali e scendi è che ti fanno scoppiare i polmoni...