Dortmund, Merkel nel mirino della rivendicazione

Nel messaggio ritrovato vicino al pullman del Borussia Dortmund vengono messi nel mirino la Germania e il governo della Merkel

Il testo della presunta rivendicazione da parte islamista dell'attacco al bus di Dortmund preoccupa e non poco gli investigatori tedeschi. Nei volantini trovati vicino al lugo dell'esplosione i terroristi mettono nel mirino la Merkel e i tedeschi. Nel testo, del quale la Dpa è in possesso, si legge: "In nome di Allah clemente e misericordioso, dodici infedeli sono stati uccisi in Germania dai nostri fratelli benedetti. Ma a te, Merkel, non ti importa dei tuoi sporchi sudditi. I tuoi Tornado continuano a volare il territorio del Califfato per uccidere musulmani. Ma noi resteremo risoluti con la grazia di Allah. A partire da ora, tutti gli attori infedeli, i cantanti, gli sportivi e le personalità in Germania ed in altre nazioni dei crociati sono già sulla lista di morte dello Stato islamico". "E continueranno a esserlo - conclude il testo di rivendicazione - finché non saranno rispettate le seguenti richieste: che vengano ritirati i Tornado dalla Siria, che si chiuda la base aerea di Ramstein". Parole chiare e dirette al governo tedesco. Intanto le autorità tedesche dopo l'arresto di una persona legata ad ambienti islamisti stanno valutando con attenzione il messaggio trovato sul luogo dell'attentato per capire se possano esserci altre piste da seguire per rintracciare gli autori dell'attacco.

Commenti

Idrissecondo

Mer, 12/04/2017 - 22:48

Fino a quando non verranno presi provvedimenti da "stato di guerra" con conseguente chiusura delle frontiere, rimpatrio o galera per ogni minimo sospetto o compartamento non consono al modo di vivere occidentale, continueremo a comprare gessetti, fiori e lumini. Trump lo ha capito ma evidentemente gli altri no. Persino Hollande non lo ha capito, nonostante sia a capo della nazione che forse ha subito gli attentati più eclatanti