Due attentati dell'Isis hanno fatto almeno 50 morti a Nassiriya

Lo Stato islamico rivendica il duplice attacco. "Abbiamo ucciso decine di sciiti"

Sono già almeno cinquanta i morti e 87 i feriti in un duplice attentato rivendicato dall'Isis (Stato islamico), che questa volta ha colpito a Nassiriya, in Iraq, prima aprendo il fuoco contro un ristorante e un posto di blocco e poi squinzagliando due attentatori suicidi, alla guida di un'autobomba.

La maggior parte delle vittime parrebbero essere pellegrini arrivati dall'Iran e lo stesso Stato islamico, in un comunicato di Amaq, sigla che agisce come una sorta di agenzia stampa per il gruppo jihadista, parla di "decine di sciiti" uccisi. In Iraq si trovano alcuni importanti luoghi di culti per i musulmani di fede sciita.